giovedì 8 settembre 2016

ISPIRAZIONI AND CO SETTEMBRE 2016


Le comari pestif… ehm… simpaticissime ahahahahahah di ISPIRAZIONI ANDCO
per il mese di settembre 2016 hanno pensato ad un doppio tema.

#fantascienza #monet




Urcaaaaaa! Io di fantascienza nenti saccio direbbe la Reginella delle regine. Io da piemontese dico e che ca...spita ne so??? Non mi piace. La odio. I film posso ancora cercare di guardarli (se il protagonista maschile è un bel figliolo) ma i libri proprio non li leggo. Non ci riesco.

Di arte invece idem.. no! Scherzo! Meglio l’arte della fantascienza. E’ solo che io sono veramente digiuna. Sono quadri… dipinti.. mi piacciono.. non mi piacciono e finisce tutto lì.
Van Gogh a parte perché io… ne ho tanti Van Gogh appesi alle pareti… di puzzles eh.. che avete capito???? ahhaahahha

Tornando seria, non starò lì a parlarvi di prospettiva, di luce, di stile o colori e sfumature perché non saprei proprio da che arte iniziare. Una cosa però vi dico. Era il lontano 17 novembre 2013 quando mia figlia ed io andammo a Pavia. E non solo per visitare la città ma anche per vedere la mostra di Claude Monet che era allestita nei locali del palazzo visconteo, sotto, al livello del fossato che anticamente lo proteggeva.
Non ricordo molto, sinceramente, ma so che fu un lungo percorso nella sua vita tra quadri, dipinti, video di attori che impersonavano i personaggi che con lui avevano interagito. Amici, moglie amanti. Molto belli e interessanti, ben preparati.
In più, avevamo preso le cuffie per l’audioguida che ci “guidava” appunto nel percorso spiegandoci i vari momenti della sua vita artistica. Il periodo dei fiori, quello delle cattedrali…
Ricordo molto meglio l’ambientazione che per me, che soffro di una leggera forma di claustrofobia, era veramente opprimente. Teli neri appesi alle pareti che ondeggiavano sotto la lieve spinta dell’aria condizionata, soffitti bassi, spazi troppo ristretti e tanta gente. Va beh.. sono io che son malfatta, perdonate :)

Una cosa ricordo bene. Questo quadro.  Mi era piaciuto molto.
VASO DI PEONIE

Si intitola Vaso di peonie.
A me… mi piace e a voi?
Myrtilla

Ps il link è stato corretto.

29 commenti:

  1. Ciao Mirtilla: perché DOVREMMO PARLARE DI TECNICHE PITTORICHE? e SE PARLASSIMO DI EMOZIONI?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto ma l'unica emozione che ricordo benissimo erail senso di soffocamento che provavo là sotto. Mia figlia si era persa ad osservare i quadri ma io ho fatto un giro più veloce.
      Che ci posso fare? Avevo un peso sullo stomaco, il respiro pesante... ho dovuto fare veloce.

      Elimina
    2. Di emozioni e di storie che, in fondo, i pittori raccontano attraverso i loro dipinti

      Elimina
    3. Certo Barbara! Ognuno racconta le sue emozioni intime con il mezzo che più gli è congeniale. Dipinti, affreschi, libri, poesie.
      L'unica cosa era riuscire a godersela meglio :(

      Elimina
    4. Alla fine lo hai fatto il post, vedo ...
      Non occorre capirci per forza qualcosa per amare l'arte. Sono d'accordo con Sfinge l'emozione è ciò che conta.
      Come sai sono appena tornata dalla Mostra Mercato di Bienno, dove ho fatto varie interviste per "vite a regola d'arte". C'erano artigiani a Bienno, ma anche molti artisti, spesso di altissimo livello. Ebbene, parlando con loro l'argomento principale è stato proprio questo .... l'arte deve essere emozione, senza emozione l'arte non ha senso!!!

      Elimina
    5. Hai perfettamente ragione ma quando ti prende un attacco di claustrofobia non pensi ai quadri.

      Ad esempio quando siamo andate (mia figlia mi trascina spesso) a Milano a vedere Van Gogh è stata un'altra cosa.
      Essendo illuminati e più ampi i locali non mi è venuta nessuna crisi

      Elimina
  2. Qualcosa non mi torna, Monet se ricordo bene è morto prima del 1931. Blanche forse è la figlia o una parente? il dipinto non è di Monet o almeno non solo suo. Comunque a me piacciono molto Impressione e il ponte di Argenteuil. Consiglio la lettura del bellissimo libro di Rewald "La storia dell'impressionismo", dove la vita di questi bravissimi artisti mi ha coinvolto e fatto riflettere molto.

    RispondiElimina
  3. Qualcosa non mi torna, Monet se ricordo bene è morto prima del 1931. Blanche forse è la figlia o una parente? il dipinto non è di Monet o almeno non solo suo. Comunque a me piacciono molto Impressione e il ponte di Argenteuil. Consiglio la lettura del bellissimo libro di Rewald "La storia dell'impressionismo", dove la vita di questi bravissimi artisti mi ha coinvolto e fatto riflettere molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho corretto il link col quadro giusto. Scusa! Oggi poi la connessione fa girar una cosa che va bene...

      Hai ragione. Ho preso lucciole per lanterne 😮 però indica che la mia ignoranza nel campo è davvero abissale.

      Il quadro che ho indicato io c'era esposto. Se non sbaglio alla fine del percorso.praticamente quando io stavo soltanto più cercando l'uscita causa claustrofobia
      Grazie della correzione. Sistemato il post

      Elimina
  4. L'accostamento fantascienza-Monet è a dir poco strano ma mi piace... proverò a farmi ispirare, tempo permettendo.

    RispondiElimina
  5. Sì,guarda le comari son terribili! Ahahaha
    Pensa e s rivi, Ivano, che di certo il tuo post è meglio. Io... ignoranza pura sull'arte. Scommetto che non ve ne eravate accorti 😉

    RispondiElimina
  6. Sì,guarda le comari son terribili! Ahahaha
    Pensa e s rivi, Ivano, che di certo il tuo post è meglio. Io... ignoranza pura sull'arte. Scommetto che non ve ne eravate accorti 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non siamo terribili.
      Eravamo indecise fra due temi, ambedue ci piacevano molto.
      Così è nata l'idea di proporne due.
      L'accostamento strano ci è piaciuto ancora di più.
      Chissà che non sia l'inizio di tutta una serie di accoppiate strane!!!

      Elimina
    2. Oh, mammamiasantisssssssima!!!!!
      SOS MIDDAY HELP AIUTO
      ahahahahhahahahahahahahh

      Elimina
  7. Eh cavoli, certo che hanno proprio scelto due tempi pazzeschi!!!
    Fantascienza e Monet, però se ci pensi i due si sposano bene lui nella sua arte era fantascientifico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici, stella? Io di fantascientifico ricordo solo l'ambientazione della mostra. brrrr

      Elimina
    2. Pazzeschi, vero? Perché non vieni a giocare con noi?

      Elimina
  8. Hai messo argomenti molto importanti in questo post che meriterebbero delle discussioni a parte, più approfondite e articolate.
    Monet lo conosco bene, mi piace, e posso dirti che il quadro delle peonie non è quello cui porta il link, ma è questo il quadro giusto.
    Monet potrebbe essere accostato alla fantascienza, perché no?
    Lui dipingeva paesaggi bellissimi, pieni di fiori e colori: che differenza c'è fra l'Argentuil e un pianeta chiamato Naboo?
    Sono entrambi bellissimi e facenti parte dell'immaginario di due artisti: uno era un pittore, l'altro è un regista che ha diretto film di fantascienza.
    Arte e fantascienza si possono accostare, anche se all'apparenza sembra che stiano ai poli opposti.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ofelia.. io sarò imbranata ma è da ieri sera che la connessione fa le bizze, google e blogger i cavolacci loro..

      Per il resto continuo a dire che io odio la fantascienza e che la mostra di Monet l'avevo vista per modo di dire. Là sotto stavo male. Tutto nero, basso, stretto... un senso di soffocamento che nn ti dico.
      Adesso ricorreggo il post e speriamo che sia la volta buona.
      Se vi sparisce blogger sappiate che la colpa è la mia ahhahahahah

      Elimina
    2. Ho riguardato Ofelia. A me, il link che ho messo da il quadro Peonie di Monet...
      oh.... mai capito niente di arte ma oggi ancora eno :)

      Elimina
  9. Monet era veramente grandioso e i suoi dipinti straordinari.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vincenzo. Indubbiamente sì, vedendo i suoi quadri dal divano e non da quel lbairinto claustrofobico:)
      Ciaooooo

      Elimina
    2. Ma come sul divano!!!!
      Eddai Patri, un'opera d'arte vista dal vivo ė un'altra cosa, qualunque essa sia

      Elimina
    3. Solo se non è così buio e soffocante!!!! :)

      Elimina
  10. Patricia io adoro i quadri potrei stare per ore dentro un museo e mi scorderei del tempo ... Monet è uno dei miei preferiti ma adoro anche l'arte Barocca anche se non ho studiato nulla di arte, ho tanti libri in casa perchè mio figlio è un appassionato e me ne parlava tanto quando era studente ... Nel mio viaggio a Roma L'unico abbiamo avuto lui come cicerone e ci ha illustrato tanti monumenti e quadri ... quando ci siamo recatia Madrid per la sua laurea ci ha fatto visitare il museo Reina Sofia dove si trova il Guernica di Picasso ...un insieme che sembra insignificante ma che ti lascia senza fiato se apprendi i dettagli .... l'arte racconta la storia, la natura, i fatti, l'amore per tutto quel ci sta intorno ...tutto quel che dovremo fare in un viaggio futuro ... chiudere mio marito in casa e gettare la chiave ... uno scassa da morire ... pesta i piedi di continuo... a lui frega niente ... corre solo dietro alle palle ....sei sempre la prima però!!!!!!
    ciaoooo
    hai presente Sordi nel film della biennale a Venezia?? ecco mio marito ed io siamo così ;))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusi.. io son un po' come tuo marito :))
      Mia figlia si interessa di arte per hobby. Ogni anno si fa l'abbonamento ai musei che è valido per tutto il Piemonte e anche per la Lombardia e poi va a vedersi tutte le mostre che ci sono.
      Io al limite l'accompagno se me lo chiede ma sinceramente....
      no palle, cosmetici ahahahahahahah
      Bacio!

      Elimina
    2. Sottoscrivo in pieno la Giusi.
      E il marito, in questi casi, si lascia a casa. Se a lui non frega nulla, perché devi rinunciare pure tu?
      Mia nonna amava viaggiare, mio nonno adorava il suo orto. Ebbene, mia nonna andava in gita con il pullman o con il treno, gite organizzate di ogni genere, mio nonno stava a casa .
      Fine!!!

      Elimina
    3. Fedex consumo scarpe e scarpe per viaggiare ....con la fantasia ;))
      lui solo a casa non può stare ....chi gli prepara il pranzo? chi lo accudisce ?? si sente troppo solo ha bisogno dell'assistente ... ma che pizza ........ fine

      Elimina
    4. Giusi, tu lo sai quanto io ti stimi e ti adori ...
      ... però, scusami, eh ...
      Un uomo adulto, non un poppante, può anche essere in grado di cucinare, se serve, o no? Sennò esistono questi posti favolosi che si chiamano ristoranti, trattorie, pizzerie o similari, dove ci si può recare all'occorrenza. Per qualche giorno non muore nessuno.

      Elimina