domenica 4 settembre 2016

Mi inerpico

Mi inerpico per sentieri impervi
Compagna di solitudine interiore
Esposta a umide nebbie  che mi indeboliscono
Piogge torrenziali che mi infradiciano
Venti crudeli che mi raggelano
Cerco il sole che  riscaldi il mio corpo
Il tiepido vento di marzo che asciughi la mia pelle
Gentili nuvole che ombreggino il mio cammino
Per rendere più lieve il mio passo
E più leggero il mio percorso
Myrtilla

9 commenti:

  1. Splendida poesia, descrivi molto bene il tormento interiore, riesci a dargli voce e corpo.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ofelua. Buona domenica, un abbraccio

      Elimina
    2. Scusa! Ofelia... mannaggia alle dita....

      Elimina
  2. Meravigliosa!
    La vita lastricata di difficoltà e la ricerca della serenità descritte come sempre in maniera sublime

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao stella. Grazie infinite e buona serata
      😙

      Elimina