mercoledì 14 settembre 2016

Poesia a 6 mani

Con un ritardo incredibile ma spero che STEFANO ZINGONE  mi perdoni. :*)

Purtroppo la memoria non è più quella di un tempo e se non faccio subito o se non scrivo appunti... beh, ricordare diventa difficile :))

Era il  16 maggio 2016 quando io postai questa POESIA  che  avevo pubblicato sul blog pochi giorni prima e che GIUSEPPE BURO aveva arricchito coi suoi versi.

Il giorno successivo Stefano Zingone ci regalò anche le sue strofe nei commenti.  Mi ero ripromessa di farne un bel post ma... l'ho dimenticato.
Ecco!
Oggi mi si è accesa la famosa candelina di Archimede e cercando ho visto che il post preventivato era scritto in minuta sul pc. Nemmeno in bozza. Sono in un file.
Pongo rimedio ora. :)

I versi in nero sono i miei, quelli scritti in rosso di Vincenzo e quelli in blu di Stefano

 

Arrivo nella notte come un sogno

e come sogno sono effimero.

In silenzio, giungo,

né profumo né respiro.

Solo presenza

taciturna.

Mi presento all'arrivo del buio,

onirica irreale realtà.

Sole non mi bacia.

Amo Selene,

lattiginosa amante,

e

quand'essa mi saluta col suo sorriso ghiaccio

e

parte ad illuminar altri me,

mi struggo di malinconia

e mi spengo.



Come sogno,
svanisco all'alba.
                       
Nella notte poche voci  
qualche suono distante
ascolto a passa il tempo.......
                       
in compagnia dell'ombra di un passato irrisolto
e di un futuro che spaventa.



E la mente vaga
tra onde e burrasche,
ricordi stampati nel cuore
  
immagini di te, di noi, in un tempo 
sognato tra l'ansia di vivere e la voglia
di morire.

  
Tutto era scritto, le parole erano 
a migliaia nessuno parlava, un 
silenzio degno di una chiesa,                          
assorti leggevano la vita.........
Ma la vita di chi?
Non la mia... non la nostra...
Troppo lontana dal nostro sogno


o troppo sognata per essere vera.



Myrtilla con la graditissima collaborazione di GIUSEPPE BURO  e STEFANO ZINGONE.


PS nei prossimi giorni farò due post simili a questo perchè Giuseppe mi ha omaggiato di alcuni suoi versi in post di mie poesie
PPS ovviamente se non perdo nuovamente la scatola dove ripongo la memoria perchè non prenda polvere 
:D)
Myrtilla



4 commenti:

  1. Cara Patrizia, ma dimmi!!! Che cosa vuoi ancora inventare!!!
    Sei veramente straordinaria, complementi.
    Ciao e buona serata cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inventato niente tesoro! Nato tutto per caso
      Bacio!

      Elimina
  2. Ma che bello. Mi piace. Una tua l'ho anche messa nella mia bacheca, e di li non si schioda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho vista stella. 😍
      Questa è una cosa nata per caso. Così... nel post originario c'è anche la musica in sottofondo maoggo blogger mi ha fatto talmente impazzire che ho rinunciato a ripostarla pfffff... perchèfa disperare???
      Bacio Max

      Elimina