sabato 17 settembre 2016

Rosa e grigio

Rosa e grigie,
strie adornano Il cielo vespertino
come onde di un
mare bizzoso
Indeciso tra la dolcezza
E l’ombrosità umana
Myrtilla


6 commenti:

  1. Cara Patrizia, due piccoli versi ed è già un inizio di poesia!!!
    Ciao e buon fine settimana cara amica, con un abbraccio e un sorriso:)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie stella!
      SEmpre troppo buono con me! Bacione enorme!

      Elimina
  2. Splendidi versi accompagnano una bellissima foto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima.
      Grazie anche a te. E anche tu... troppo buona!

      Elimina
  3. vero quello che mi hai scritto ieri ..questi passaggi da un sole accecante ,e caldo sulla pelle ..mettono melanconia ...
    ma lo scritto di stamattina è meraviglioso ..
    come sempre ;)))
    e noi che abbiamo il sole dentro riusciamo a veder il cielo vespertino come un mare bizzoso ...
    tiè...alla malinconia
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tissi.
      Il sole dentro.... io son convinta che ci sia sempre però,, anche dentro di noi, a volte possono esserci nuvole.
      Speriamo che un sospiro più profondo sia come vento che le spinge via.
      Bacio a te

      Elimina