giovedì 6 ottobre 2016

Mio fratello insegue i dinosauri


Alcuni giorni fa avevo pubblicato e condiviso questo post DAL BLOG DI CLAUDIO ROSSI

MONDO ALLA ROVESCIA aveva pubblicato su g+ parlando di questo libro MIO FRATELLO INSEGUE I DINOSAURI di Giacomo Mazzariol e condividendo questo  POST OGNUNO È UN DISABILE  di Claudio Rossi del BLOG



Edito da Einaudi Stile libero extra (2016)




E’ la storia di Giacomo e del fratellino Giovanni, il bambino con il cromosoma in più. In parole povere, affetto dal morbo di Down.

Curiosando, avevo letto uno stralcio del libro e come avevo scritto nel mio post

E' per questo che voglio condividere il post. Per la sensibilità dimostrata, per l'amore profondo che lega l'autore al bambino, per la sua apertura mentale che gli permette di vedere oltre (il pregiudizio) e di viverlo col sorriso.”

Poi, ho comperato il libro.
Ed ho fatto benissimo!

E’ un libro pieno di sorprese. Pieno di amore. Privo di rabbia nei confronti di chi è colmo di pregiudizi.
E’ una storia vera, seria, ma narrata con leggerezza, dove il fratello maggiore, Giacomo, si mette a nudo e non si vergogna di raccontarci le varie fasi della sua convivenza con un fratello down.
Ci parla dell’entusiasmo di sapere che arriverà un fratello speciale con la stessa sincerità con cui ci parla dei suoi problemi adolescenziali sempre legati al piccolo Giovanni, l’imbarazzo di far sapere della sua esistenza, la vergogna che lo assale quando avrebbe dovuto prenderne le parti ma si è quasi mimetizzato con l’ambiente per non essere riconosciuto, fino ad arrivare alla coscienza che di fronte all’ironia il pregiudizio fugge.

Che il cromosoma in più in Giovanni è ricchezza.
E che sì, il fratellino è veramente speciale. E’ veramente dotato di superpoteri con il suo buonumore, la sua voglia folle di vivere anche se nel suo mondo, con la sua innocenza. 
Superpoteri che colpiscono Giacomo in pieno facendogli capire quanto sia bella la vita nonostante tutto. Quanto sia importante affrontarla con coraggio ed un sorriso. 
Che nessuno è uguale ma siamo tutti diversi.
Che ognuno di noi in qualcosa è disabile perchè non siamo capaci a fare tutto, in qualcosa abbiamo serie difficoltà.

Ottima lettura per mio conto. Uno stralcio di vita che può insegnare a tutti a guardare con occhi nuovi chi non è uguale a noi ma nemmeno diverso.
Perchè non siamo fatti alla catena di montaggio.
Myrtilla




12 commenti:

  1. Ottimo, brava Patricia. Sembra interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Max!
      Tu ormai hai capito che io sono curiosa :)
      Trovando un post dedicato a questo libro l'ho comprato.
      E' vero che ci sono più difficoltà in una famiglia quando un bambino soffre di questa sindrome. E' vero però che affrontarla tutti insieme, spalla a spalla, imparando a godere dei momenti belli e a farne tesoro per resistere a quelli brutti sia veramente importante.
      E' questo che ci vuol dire l'autore. Per quanto grave sia la situazione insieme ce la si può fare.
      Poi, disalbilità... il suo vero significato non è quello che ormai è diventato scontato. Il piccolo Giovanni non sa fare determinate cose ma ne fa altre. Come te e me e tutti quanti.
      Quindi disabile.. ma a chi?
      Bacio stella!

      Elimina
  2. Cara Patrizia, più il tempo passa, e più mi piaci, le tue curiosità ti faranno fare tanta strada, di questo ne sono sicuro! Qualsiasi che tu scriva si vede che stai diventando una scrittrice...
    Ciao e buona serata cara mica, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, eh, sì, sono curiosa ahahahhaha
      bacio stella

      Elimina
  3. Ciao Pat,
    mi piace il tuo modo di scrivere e presentare le cose, secondo me somiglia allo stile del libro che hai recensito con tanto amore.
    Un cordiale saluto e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Guardiano, mi fa piacere :)
      Diciamo che parlare di questo libro è stato semplice. E' così piacevole nella lettura, così reale....
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Un libro da proporre ai bambini e a tanti adulti direi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Artemisia. E' scritto in modo semplice e chiaro, comprensibilissimo. Ai bambini farebbe bene ma credo che a ceti adulti frebbe meglio :)
      Ciao

      Elimina
  5. Deve essere un libro emozionante, trovassi il tempo .. Baci.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, se lo trovi vale la pena. Anche di leggerlo con il piccolo chef. :) Bacio

      Elimina
  6. Ne ho sentito parlare ma non l'ho ancora letto, provvederò quanto prima!
    Un abbraccio e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho letto il post di Mondoallarovescia e poi, qualhe giorno dopo sono andata in libreria. Come sono entrata, giro la testa e il libro era là. Mi aspettava! :)
      Ciaoooo

      Elimina