mercoledì 5 ottobre 2016

Sono Nuvola


Sono Nuvola.
Son fatta di incorporea materia.
Son giocherellona. Amo scorrazzare per la mia azzurra prateria; nuotare in quel mare immenso a cui date il nome di cielo, insieme alle mie sorelle grandi e piccole.
Amo giocare col vento. Rincorrerlo o farmi spingere.
O giocare con il sole e nasconderlo. Far nascere ombre e grigio e poi allontanarmi veloce e far tornare il blu.
Amo la libertà del mio spazio infinito. Godermelo tutto senza limiti o confini. Spostarmi da un luogo all’altro alla velocità della luce o a quella di lumaca. Oppure ancora dondolarmi appesa ad un raggio di sole come bimba su un’altalena.
E sognare, lassù, di un futuro lontano che io avrò ma voi forse no.
Sono regina di trasformismo. So diventare chi voglio. Bambino, coniglio, elefante, cane o sparviero. E mi coloro.
Mi imbelletto come star di Hollywood. Per non essere mai uguale a me stessa.
E quando sarò stanca di giocare, non sarà il vento a distruggermi. Sarò io che mi scioglierò fino a sparire. Che diventerò invisibile agli occhi vostri per tornare solo quando io deciderò.
Amo la libertà perché io sono libertà.
Myrtilla






14 commenti:

  1. Bellissime le immagini e anche il racconto, buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Mi piace pensare che siamo molto simili io e le nuvole .. Baci.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina. Anch'io :) e poi io ci vivo spesso in mezzo a loro con la mia mente... ahhahahah

      Elimina
  3. Cara Patrizia, le foto sono veramente magnifiche!!! poi piano, piano dobbiamo tutti renderci conto che abbiamo una nuova scrittrice!!! è la nostra cara Patricia!!!
    Ciao e buona giornata, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buono Tomaso caro!
      Grazie e un bacio

      Elimina
  4. Bellissimo il racconto e splendide le foto che lo accompagnano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ste, grazie!
      Le nuvole... sonno la mia passione. E poi, sono modelle incredibili :))

      Elimina
  5. "e arriverà un giorno che pioverò, e non lo farò per farvi del male, sarà soltanto il desiderio intenso di toccarvi".

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo, Carlos!
      Non avevo mai pensato alla pioggia come ad una carezza. Mi piace!
      Ciaoooo

      Elimina
  6. Risposte
    1. Grazie Nick. Sono state brave le modelle vero? :)

      Elimina