sabato 3 dicembre 2016

Venerdì di poesia del 2 dicembre


Dalla Community AMAMIPIUCHEMAI

"Partecipo alla iniziativa Community #LovePoetry #VenerdiPoesia #NavigantiSperduti

Sull’idea di alcuni versi di Alda Merini

Se siamo fari per i naviganti sperduti, possiamo essere punti fissi per noi stessi.



Cozzano contro gli scogli
i pensieri notturni
e si frangono come onde
in mille altri pensieri
infradiciando l’anima
annegando il cuore

Un sospiro
Un respiro
e all’orizzonte
compare l’alba di un nuovo giorno
Patricia

9 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Rocce dobbiamo essere,
    non diafani pensieri
    o inutili rimpianti,
    ma solido piperno
    su cui piantare
    i nostri progetti
    nutrirli con costanza,
    fornendo loro linfa
    e tramutarli in vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E occhi aperti
      sull'oggi
      e sul domani
      in cuore
      il ricordo di ieri
      ma la mente al futuro.

      Grazie Guardiano!!!
      Bacio e buon fine settimana

      Elimina
  3. La notte è questo: tutti i pensieri diventano pesanti, ma poi il sonno e un nuovo sole rischiara tutto
    Bei versi, Pat :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Miki!
      Quando il sonno arriva sì, mette tutto a riposo, anche i pensieri
      Bacio

      Elimina
  4. come sempre riesci con poche parole a descrivere emozioni enormi

    RispondiElimina