mercoledì 18 gennaio 2017

Nemici


Abbiamo tutti dei nemici ma con loro possiamo confrontarci e magari anche sconfiggerli.
Quello peggiore, il più difficile da battere, è l'altro noi stessi. Quello che ci impedisce di vivere come vorremmo, di essere realmente ciò che siamo.
Contro di lui, sì, che è battaglia impari!
Non è imbattibile però la lotta è veramente faticosa e dolorosa. Lacerante.
A volte abbiamo pure bisogno di un aiuto per venirne a capo. Dovremmo vergognarci? Penso proprio di noi. Se ci serve per sconfiggerlo, no.
Myrtilla

20 commenti:

  1. Ullallà, mi ricorda qualcosa questo pensiero :D
    La mia Patri, adorabile Patri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì mi ricorda che blogger campa i dadi... doveva essere per domani questo post... o sono io che do i numeri??? ahahhahaha
      E così oggi sono tre post... pufffff!!!

      Sembra scritto apposta per qualcuno che conosciamo vero? Non era voluto però, giuro! :)

      Elimina
  2. Cara Patrizia, ai aperto un spiraglio di una cosa molto delicata, per me non credo che il nemico sia noi stessi, ma in certi casi può succedere, sono casi molto frequenti!!!
    Sai se non si ama noi stessi allora si è nemici, non dimenticare mai che prima di tutto per stare bene e sapere amare, bisogna amare noi stessi solo così potremmo sorridere!!!
    Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patrizia, ho notato ora che da te sono scomparsi i lettori fissi, io ti posso aiutare per farli ritornare. Mio figlio si è interessato per capire di questo fenomeno, e ha trovato la ragione, in questo momento la piattaforma di google sta lavorando e per vedere i lettori fissi d3vi andare nelle impostazioni, dove ci sono, HTTPS, UTTP, DEVI METTERE, NO, spero che tu abbia capito, ciao

      Elimina
    2. Sul primo commento hai ragione.non possiame essere in pace col mindo e amarlo se prima non lo facciamo con noi.

      Per ilsecondo no,non me ne ero accorta. Grazie infinite. Ci provo e se non riesco chiedo
      Bacio!

      Elimina
    3. Grazie stella, ci sono riuscita!
      Bacio

      Elimina
  3. Ciao cara,hai ragione,a volte siamo proprio noi ad essere d'ostacolo a noi stessi....un giro di parole che rende l'idea.Un aiuto ci sta di certo,ma già averlo scritto è un bel livello di consapevolezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco Lorenza, l'aiuto può avere mille facce.essere di uno specialista come di un amico o di un diario personale. Tutto serve per capirsi meglio.
      L'importante è sempre capire quando ci serve e non aver vergogna a cercarlo
      Un abbraccio

      Elimina
  4. Anch'io certe volte cerco di guardare dentro di me, per migliorare e confrontarmi con gli altri.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vincenzo, io trovo che già scrivere sul blog è un valido aiuto. Non scavo per scrivere ma quando lo faccio invece di getto rileggendolo e rifletto. Lascio sempre che siano le parole a comandare e poi le studio.
      Belle scoperte ho fatto!
      Ciao e a presto

      Elimina
  5. Assolutamente non ci si deve vergognare, anzi il primo passo da fare per risolvere tali questioni è proprio l'essere lucidi e riconoscere che ci si è ingabbiati nella propria testa.
    Il cervello ha un potere immenso, di fatto è lui che "ci comanda" e quindi dobbiamo riconoscere ciò che ci turba-condiziona-incarcera per poi allenarlo, il cervello, e uscire finalmente liberi. E se c'è bisogno di un aiuto non esitare a chiederlo e se c'è bisogno di un supporto psicologico e/o farmaceutico non fare resistenza e ricominciare a vivere liberi.
    Ciao Patricia.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Era proprio quello che volevo dire.
      A vo,te sono cose vecchie che continuano a far male ma si crede di potercela fare da soli. A volte sì,altre invece no.
      Eppure per taluni e ancora tabù parlare di certd cose e poi si legge quello che ai legge
      Ciao carissima

      Elimina
  6. Io, quando, sono passata dal mondo lavorativo al mondo pensionistico ho chiesto aiuto perchè il passaggio è stato un pò traumatico. Non me ne sono vergognata anzi.
    Sono fermamente concorde con te. Non è possibile farcela da soli... Baciobacio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte no, altre sì. Dipende sempre dalla situazione e dalle nostre capacità.
      Ci sono casi però in cui senza aiuto è quasi impossibile farcela.

      Elimina
  7. Nessuna vergogna nel chiedere aiuto, mai.
    Per anni ero cocciutamente convinta di essere in grado di farcela da sola. Poi, sono sprofondata in un abisso dal quale non pensavo sarei mai stata capace di risalire. Se ce l'ho fatta ( e mi sto leccando ancora le ferite) è solo perché ho gridato.
    Scusami, a volte parto random.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quando serve bisogna gridare. Mandare SOS e farsi sentire soprattutto perchè il problema è anche quello. Ci sono persone che hannouna sordità selettiva e le richieste di aiuto non le sentono.
      Mai chiedere scusa per "errori" che non ci sono :)
      Bacio

      ps random è il mio secondo nome ahhahahah

      Elimina
  8. Non credo all'aiuto esterno, le mie battaglie sono interiori e sono la vita stessa, la crescita e il rafforzarmi come persona. Ovviamente non è un giudizio il mio rispetto a chi fa in altro modo (e non parlo di questioni che richiedono supporto di specialisti, spero si capisca).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si capisce ecome, Glò.
      Ci sono casi in cui anche gli specialisti trovano dura ottenere risultati. Ma parliamo di problemi meno.. imponenti, diciamo così.
      Lavorare su di noi per capire cosa ci dà tormento e poi agire per rimediare è sacrosanto, Siamo i primi che dobbiamo aiutarci. Diciamo che a volte parlare anche solo con un amico o scrivere un diario magari può permetterci di vedere più chiaramente le cose. Soprattutto scoprirne alcune che nemmeno immaginavamo.

      Elimina
    2. Diciamo che ho avuto amici del caiser? ^_^ Ecco... poi ci si adegua, per forza :P

      Elimina
    3. Anche del Ka...izer, Glò...
      28 anni di amicizia buttati nel wc così, tanto per.... e amicizia di persona eh, non virtuale... se ci penso mi viene ancora il nervoso nonostante siano passati 5 anni!!!!
      Bisogna saperli scegliere e tanto c'è empre chi riesce a fregarti.

      Elimina