giovedì 23 febbraio 2017

Mi sono ricreduta


Sì! Mi sono ricreduta almeno in parte.
Proprio io che sono sempre stata nemica giurata degli ebook sto cambiando idea.

No! Un momento! Il libro tradizionale, quell’odore di carta, il fruscio delle pagine sfogliate, il suo peso, i margini per fare annotazioni sono sempre il mio mito. Sono sempre il non plus ultra della lettura.
Sono sempre amici che non si possono mettere in un angolo.
Però, ho capito che effettivamente quando si è fuori casa gli ebook sono più comodi.

Dapprincipio con il cellulare nuovo e la libreria di Aldiko, libri che avevo scaricato gratuitamente e altri che mi aveva passato la figlia; poi il tablet e qui di nuovo Aldiko e qualcosa come duecento e più ebook della fanciulla…
Ecco! E’ iniziato così il mio personale viaggio “sulla via di Damasco” ahahhahahaha
E confesso a capo chino che mi sono trovata bene.
Comodo, maneggevole… ho vasta possibilità di scelta in uno spazio ridotto…. Quando poi imparerò anche a prendere appunti e a evidenziare cosa mi interessa sarò ancora più contenta. :)

Ok…. l’ebook non è il diavolo.. però il libro è sempre l’acqua santa :)) In casa leggo quelli a meno che non stia finendo un ebook e che voglia a tutti costi arrivare alla parola fine :)
Anzi, appena farò le foto vi farò vedere il mio bottino libresco appena arrivato… :))

Morale della favola, il punteggio da 100 a zero per il cartaceo, è passato a 70 a 30 e chissà che non cambi ancora!
Anche perché sinceramente dei libri non riesco a “liberarmi”. Il mio senso del possesso è immenso, megalattico ahhaahah ma se ne aggiungo ancora…. Chi dovrò mettera a dormire in cortile per far posto ai nuovi volumi?????? :))
Patricia




30 commenti:

  1. I libri hanno sempre un fascino particolare, ma anche gli ebook hanno alcuni vantaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Vincenzo, infatti mi sono arresa. Almeno fuori casa perchè a casa.. carta carta carta :))
      Buon pomeriggio

      Elimina
  2. Risposte
    1. Io ho il tablet e leggo lì.
      Ho incominciato con il cellulare ma certo che col tablet è meglio ahahahahahah

      ps col tablet mi faccio anche certe partite al solitario ma shtttt.. non dirlo a nessuno! ahhahah

      Elimina
  3. Cara Patrizia, bisogna mettersi in testa che purtroppo cambia tutto!!! e pure la lettura!
    Ciao e buona serata cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, sì, stella. Cambia tutto. Sono io che oppongo sempre resistenza :)

      Elimina
  4. Be', il libro è il libro, un po' come il quaderno e la penna, ma la comodità di un word o di un e-book è tutta un'altra storia. I kindle sono fatti benissimo e sono un'alternativa per qualche saggio o opera minore. Ma il libro è ancora il mio prediletto, almeno affinché non finirò le mensole in camera. :p


    Ispy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che non so quasi più dove sistemarli questi libri... Lo spazio è quello che è e i libri in costante aumento. Oltretutto siamo tutti buoni lettori in famiglia anche se i libri che legge il marito non li leggo io e viceversa :))
      Poi non riesco a liberarmene. Non ne do via uno! Sono.. possessiva.

      Elimina
  5. Con l'uso non si fa più caso, tenendo presente che un ebook permette una serie di facilitazioni (dallo spazio, alla ricerca veloce di passi e citazioni e tanto altro) che il cartaceo non offre. Io 'sta cosa della carta e dell'odore e via così non la capisco affatto, ho moltissimi libri cartacei (nel senso che ho alcune librerie riservate) e ne sono felicissima, ma proprio mi pare un'assurdità.
    Leggere non c'entra nulla col supporto, altra questione se mi di dice che l'una o l'altra possibilità soddisfa particolari esigenze o gusti personali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'aggiunta: non si può leggere un ebook utilizzando un cellulare, anche il tablet non è idoneo, va bene per letture occasionali.
      Per leggere bene coi vantaggi del digitale occorre un e-reader, per illuminazione perfetta, possibilità di regolare dalla formattazione alla modalità di formattazione ecc.
      Ciao Pat, buona serata ^^

      Elimina
    2. modalità di impostazione lettura* era :P sorry!

      Elimina
    3. Hai ragione Glò. Basta prenderci la mano. E comunque l'importante è leggere un buon libro non di che materiale è fatot.
      Però... però tra me e il cartaceo c'è un rapporto quasi fisico. :)
      La figlia si trova benissimo col kobo ma a me avevano regalato il tablet... quindi, prendere o lasciare. :)
      Anche sul tablet però posso segnare i passi che mi interessano. Sulle istruzioni è scritto così ma siccome sono... il contrario di sveglia ahhahah devo farmelo spiegare bene a voce e magari anche con l'esempio.
      ;)

      Elimina
    4. Sì ok, ma è passione per l'oggetto, bibliofilia e va bene eh! Solo che non comprendo l'alterità dei supporti se parliamo di lettura ;)

      Elimina
    5. È mania proprio. 😆
      Incomincio poco per volta a non farci più caso all'alterità però è più forte di me. In casa cartaceo for ever a meno che non sia alla fine dell'ebook e lo "debba" finire a tutti i costi

      Elimina
  6. Amo i libri cartacei, mi piace sentirne l'odore, mi piace sentire il fruscio della carta e annotare ai margini i miei pensieri, purtroppo però in viaggio non te ne posso portare dietro tanti quanto vorrei, mentre con il kobo mi posso portare dietro tutti i libri che voglio. Quindi per me vanno bene tutti e due!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io la penso così. E' proprio sentire la carta tra le mani che mi piace.
      A parte che sono una disgraziata che i libri se li deve annotare lo fa con la penna perchè altrimenti i segni di matita non li legge :)
      Ai libri cartacei non rinuncio. Ceto però che ho capito quanto possa essere più comodo un ebook quando si attende o quando si viaggia.
      Ciaooo

      Elimina
  7. Concordo in tutto Particia.
    Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  8. Umhh, queste cose non mi avranno mai, proprio nemmeno ci riuscirei. Ma per fortuna la moda è passata e il mercato è in netto calo.
    Si tornerà alla sola carta (riciclata, of course) e alla libreria vera da mostrare e toccare :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farti sentire da Glò 😂😂😂😂
      Scherzi a parte lo dicevo anch'io poi iniziando in parte mi sono ricreduta. Almeno sulla comodità.
      Poi, sai, io ha già una borsa che pesa un qui tale.mettici dentro un bel libro voluminoso... 😊

      Elimina
    2. Nuuuu! Ma Moz fa bene a preferire ci mancherebbe pure XD E sappiate che spesso ho diverse edizioni di alcuni libri tra epub e cartacei :D

      Però anche la questione del calo, non è proprio così: spesso molti siti librosi ne scrivono penso per fare "notizia"; se non risulto pesante, vi propongo di dare un'occhiata a questo articolo > http://www.infodata.ilsole24ore.com/2017/02/08/cresce-mercato-calano-download-lo-dellarte-degli-ebook-italia/?refresh_ce=1

      Elimina
    3. Allora sono la più malleabile, 😊😊😊😊
      Preferisco sempre ilcartaceo ma provando gli ebooks almeno nonlki odio più😆

      Elimina
  9. Mi sembra di essere io quella che scrivo il post!Sia io che le mie figlie preferiamo il cartaceo e la soluzione è la biblioteca!Che bel posto da frequentare! Solo che scoprendo un libro che piacia finisco per comprarlo:)In viaggio meglio portarsi il tablet..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 70 a 30 direi 😊 e vince il cartaceo.
      Fuori casa però l'ebook è molto più comodo.

      Elimina
  10. Io leggo su carta.
    Perché mi piace, sono collezionista totale, adoro l'odore dei libri sia nuovi che usati. Ci sono quelli in cui lascio il segno del mio passaggio, ovvero il segnalibro, spesso e volentieri un bigliettino di auguri scritto a mano e con frasi non banali da amici cari. Resterà un ricordo tutte le volte che riprenderò il libro in mano e non credo si possa fare col Kobo. E non me ne frega nulla della comodità di questi ammennicoli moderni, che me ne raccontino pure meraviglie. Sono irriducibile. Aspetto che la comodità vada in pensione, in attesa di passare la mia (se arriverà) seduta in poltrona a sfogliare uno dei miei amati libri.
    Smack.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche in questo siamo uguali? 😊
      Io sono gelosissima proprietria di libri cartacei. Piuttosto di dare via un mio libro lo compro nuovo e regalo quello!

      Elimina
  11. A me è sempre piaciuta la carta ma dal momento che ormai mi sono data completamente allo scrap i libri rimangono il passatempo sotto l'ombrellone ma mia figlia ne divorava una marea e visto che il posto per tenerli tutti è finito, per un compleanno lo zio le ha regalato il kindle e ora, almeno il problema posto, non c'è più e lei essendo piccola non ha radicato in se il piacere di leggere un libro cartaceo piuttosto che quello digitale.
    Il libri sono sempre i libri però........... ^__^
    Kisssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posto? Ae il vicino mi regala una stanza..... 😊😊😊😊
      La figlia ormai legge solo ebook. Io... vedi sopra. Preferisco ancora la carta
      Ciaooooo

      Elimina
  12. Una volta presa l'abitudine col testo digitale, che sia tramite ereader, tablet o smartphone, ci si accorge che alla fine è sempre "leggere", come col cartaceo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! È il libro che conta non con cosa è fatto.
      Però... se posso scegliere...

      Elimina