mercoledì 8 marzo 2017

8 marzo 2017


Donna
io sono.
Materno grembo
Sublime arte
d’amore e sacrificio
Sono dea madre
che dà vita e coglie morte.
Pensaci, vile,
quando mi avrai
picchiata violentata uccisa.
Pensaci
quando mi dirai
che mi ami
mentre asciugherai le mie ferite.
Pensaci,
fino alla prossima volta
E che non ci sia
una prossima volta
Patricia



21 commenti:

  1. Cara Patrizia, anche la poesia ai saputo creare, viva la danna che oggi tutti festeggiano, non quella festa commerciale che purtroppo si fa con tutte le ricorrenza, ma la festa ricordando quel l'ontano 8 marzo la tragedia che la donna si è sacrificata per tutte!!!
    Ciao e buon 8 maggio cara amica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie stella!
      Sono contenta che anche tu la pens così. Che senso ha una festa così commerciale con l'intento per cui è nata questa giornata? Cosa c'entrano la mimosa, i regali, i cioccolatini con la memoria?
      Il rispetto serve. La parità vera. Non il resto.
      Un bacione!

      Elimina
  2. Auguri a questa gran donna chiamata Pat :-)

    RispondiElimina
  3. Che non ci sia mai neanche una prima volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei oterlo sperare ma so già che è utopia!

      Elimina
  4. Grande Pat, buon 8 marzo. =)
    Dani

    RispondiElimina
  5. Gran bei versi.
    E smettiamo di farci prendere in giro da queste feste comandate.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristiana.
      Ben detto! Se vogliamo ricordare perchè è nata questa Giornata Mondiale della donna è giusto farlo ma renderla così commerciale come san Valentino, Natale, Pasqua eccetera no!

      Elimina
  6. Bellissima poesia e molti auguri, cara Pat. Puntualmente oggi c'è stato il bombardamento di venditori di mimose in metropolitana e nelle piazze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina. Anche a te auguri per la giornata mondiale della donna.
      Scantonare i venditori ambulanti di mimose è stato pazzesco stamattina al mercato. Io però ho resistito, nemmeno una ne ho comperata. Non mi piace

      Elimina
  7. Posso? È una festa che proprio odio, questa delle donne, ma la tua poesia è bellissima a prescindere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina. Ti ringrazio :)
      Posso anch'io? Come giornata mondiale della donna mi sta anche bene ma come la festa commerciale che è diventata no!
      Ho fatto un giro al mercato stamattina. Invasione di ambulanti che vendevano mimose. Non ne ho comperata una. A parte che non ami la mimosa come fiore ma poi che senso ha, regalare la mimosa oggi quando fino a ieri e ricominciando da domani non c'è nemmeno il rispetto? Sempre ammesso che oggi 8 marzo non ci siano state violenze di vario genere sulle donne, cosa che mi piacerebbe ma ritengo impossibile.

      Elimina
  8. Mi auguro che per tutte le donne non ci sia mai una prossima volta. La tua poesia mi tocca nel profondo.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ofelia. Io mi augurerei che non ci fosse nemmeno mai la prima volta, però purtroppo.... ma non credo di doverlo dire a te :)
      Un abbraccio stella!

      Elimina
  9. I tuoi versi fanno riflettere molto.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Vincenzo.
      Nel mio piccolissimo angolo spero che a qualcosina possano servire.
      Buon pomeriggio

      Elimina
  10. Bellissima poesia...brava Patrizia tu hai festeggiato come si dovrebbe, con il ricordo, il rispetto e coraggio di dirlo!Comunque, a me piace il giorno internazionale della donna e come si festeggia dipende solo da noi !Perché odiare 8marzo?!?! L'hanno conquistato per noi duramente, e solo colpa nostra se l'abbiamo trasformato in una festa commerciale e di frasi fatte..Personalmente ogni giorno applico e pretendo il rispetto ma 8 marzo vedo come l'occasione di condividere i pensieri, di approffondire questioni sulle donne, di staccare la spina dalla vita quotidiana, di creare un giorno particolare perché l'ho deciso io e festeggiarlo nel modo come voglio io...lo vedo come il giorno della sintonia con le altre donne...Speciale...perché Donna sono Io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È quello ildiscorsoBiljana. Giornata internazionale della donna per ricordare le vittime, tutte, per ricordare che i tempi cambiano, che bisogna cambiare in meglio perle donnee per tutti, sì, mi sta bene..
      Fare mercato come fanno ora no.
      Rispetto non è so,o regalare mimosa un giorno all'anno, è tener conto del valore e del lavoro di ogni giorno. È dare il giusto, non di più, il giusto.

      Elimina
  11. Bellissima poesia...brava Patrizia tu hai festeggiato come si dovrebbe, con il ricordo, il rispetto e coraggio di dirlo!Comunque, a me piace il giorno internazionale della donna e come si festeggia dipende solo da noi !Perché odiare 8marzo?!?! L'hanno conquistato per noi duramente, e solo colpa nostra se l'abbiamo trasformato in una festa commerciale e di frasi fatte..Personalmente ogni giorno applico e pretendo il rispetto ma 8 marzo vedo come l'occasione di condividere i pensieri, di approffondire questioni sulle donne, di staccare la spina dalla vita quotidiana, di creare un giorno particolare perché l'ho deciso io e festeggiarlo nel modo come voglio io...lo vedo come il giorno della sintonia con le altre donne...Speciale...perché Donna sono Io!

    RispondiElimina