martedì 11 aprile 2017

11 aprile 1911

L'11 di aprile del 1911 a Marsiglia nacque una bambina.
Perchè proprio lì non è dato sapere. Il padre era di Castelbianco, nel'entroterra di Albenga; la  madre di San Grato, uno dei tanti paesini alle porte di Asti.
Comunque nacque in Francia dalla seconda moglie di un vedovo con due figli già grandi, prima di una lunga serie di aborti, nati morti, morti precoci e viventi.
Ma una volta era così. Era il divertimento dei poveri e di contraccettivi non se ne sentiva mai parlare. Guai! Mica si voleva andare all'inferno!

Quello che la bambina non sapeva era cosa le avrebbe riservato il futuro. Non sapeva che le avrebbe temprato un carattere di acciaio.
Le lotte col padre che voleva sposarla ad uno che partiva per l'America mentre lei voleva Vigin (Luigino); la figlia di un anno e mezzo in ospedale per mesi perchè per combattere i vermi (acetoni) che solo segnandoli* non andavano via la  nonna le aveva fatto inghiottire un goccio di petrolio rovinandole bocca e stomaco; un marito richiamato in guerra e dato per disperso prima di scoprire che era stato deportato in quel di Germania; i 99 centesimi che le mancavano sempre per fare una  lira e poter preparare il pacco da inviargli tramite Croce Rossa; il suo ritorno malato; il lungo lunghissimo periodo da disoccupato e solo lei a fare tre lavori per mangiare; la vedovanza precoce, la lotta contro problemi di coronarie, angina pectoris, cancro al fegato......
Una corvèe che la fece diventare di granito ma che non le tolse mai la voglia di vivere e combattere. E di pensare agli altri.
Infine, una nipote con la quale era guerra dichiarata ogni giorno perchè  lei, da buona ariete, voleva sempre comandare  ma l'altra da buona gemelli non voleva ricevere ordini.... una nipote che pianse sei mesi quando la  nonna morì sentendosi abbandonata, defraudata di un bene grande come il mondo.

Inutile dire che quella era la mia nonna materna.

Inutile dire che tante volte all'epoca le chiesi perchè se ne era andata lasicandomi senza... niente! In fondo mi aveva allevata lei rimasta vedova che io avevo due anni e mezzo.

Solo col tempo ho capito che pur andandosene mi aveva lasciato una grande eredità.
L'amore per la vita. L'amore per l'amore. La passione per tutto quello che si sta facendo.
Il senso di famiglia, la sua importanza.
Il difendere le proprie idee e crederci.
Il brontolare e bofonchiare a mezza voce ma contemporaneamente il tirarsi su le maniche e darsi da fare.
La tendenza a porgere una mano a chi ne ha necessità e magari nemmeno chiede.

Io non so se ho imparato tutto quello che mi insegnò tra una litigata e l'altra. Non so se proprio applico quei principi per lei tanto preziosi. Se li applico tutti per lo meno.
Brontolo di certo più di lei. Ogni tanto mi prendo quei famosi cinque minuti di sano egoismo per pensare a me però....

.... nella famiglia credo!
Credo nel rispetto delle idee altrui e nel rispetto delle mie. 
Credo che per gli anziani si debba trovare la soluzione migliore perchè gli ultimi anni di vita siano accuratamente seguiti.
Credo nell'amicizia. Se qualcuno tocca uno dei miei familiari o amici tiro fuori gli artigli. Se hanno necessità per quello che posso sono presente.

Certo che forse il cuore grande come il suo non ce l'ho. Il coraggio che ha sempre avuto lei nell'affrontare difficoltà varie forse mi  manca in parte.
Faccio solo del  mio meglio ma aver imparato non vuol dire essere uguali.

E se mi dicono che invecchiando le assomiglio una volta di più, da una parte mi vengono i brividi perchè ricordo quando era difficile vivere con lei e sinceramente vivere con me lo è già abbastanza.
D'altra parte però ne sono orgogliosa!
Patricia

Buon Compleanno Nonna Maria!



                         https://pixabay.com/en/nature-flower-geranium-pink-693417/

Un geranio, i tuoi fiori preferiti.
Quanti vasi ne avevi!!!! E tutti opera di... furti... se ne vedevi  uno che ti piaceva ne prendevi un gic (un rametto), lo mettevi in terra e l'anno successivo avevi un vaso in piena fioritura.
Ecco... questo non me lo hai mai insegnato! :)

* magari di questo ne parlerò in un altro post

24 commenti:

  1. Fantastico Patri. Omaggio bellissimo e sentito. Trovo delle similitudini incredibili anche per la data (il 1911 è nato mio nonno, la persona che mi ha cresciuto). Ci sono persone che lasciano un segno indelebile nella vita degli altri. Tanti auguri alla tua nonna, tanti auguri a te, a me, a tutti coloro che nella vita combattono. Senza perdere mai la voglia e il piacere del sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Max, anche anome suo. Credo che i tuoi auguri le faranno piacere dovunque sia.
      Erano persone forti nonostante la vita di stenti e fatiche. E sì, lasciano un segno profondo in chi le ha conosciute.
      Tu ti immagini cosa vuol dire 24 o 28 ore non ricordo bene in mano alle camicie nere che volevano notizie dei suoi fratelli partigiani? Immagini cosa significhi non sapere dove è tuo marito, nemmeno se è ancora vivo e dover tirare avanti lo stesso? Tra un lavoro e l'altro per poter mangiare?
      Eppure nonostante tutto ce la fecero. Tirarono avanti.
      Altra epoca,altre generazioni. E bastava niente per sorridere.
      Bacio Max

      Elimina
  2. Cara Patrizia, che racconto affascinante ci ai fatto leggere, ho iniziato e poi non vedovo la fine poi un sospiro di sollievo tu parlavi della nonna!!!
    Congratulazioni alla tua nonna, e grazie di avercelo raccontato...
    Ciao e buona settimana santa con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso! Avrebbe compiuto 106 anni oggi se ci fosse ancora. E son quasi 40 che non c'è più.
      Bacio stella e buona serata

      Elimina
  3. Bellissimo omaggio per una nonna speciale, sarà contenta e orgogliosa di te.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa!
      Più che altro sono io che sono orgogliosa fi essere sua nipote. Vorrei avere io la forza che ha avuto lei.
      Un bacio

      Elimina
  4. Un bel racconto per omaggiare tua nonna.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vincenzo.
      Se ricordassi tutto quello che mi ha raccontato.... ce ne sarebbero storie vere da condividere.
      Buina serata a te

      Elimina
  5. Le persone con cui ci scontriamo per questioni di carattere sono quelle che si ricordano di più, perché rimane sempre qualcosa in sospeso.
    Sei stata fortunata ad avere una nonna così forte, che ti ha dato l'esempio.
    Se non ci sentiamo, Buona Pasqua cara :)
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina e grazie.
      D'altronde chi non era così a quell'epoca non sopravviveva. Bisognava arrangiarsi.
      Ci sentiremo ancora però ti contraccambio gli auguri.che splenda il sole fulri e dentro di te
      Bacio!

      Elimina
  6. Risposte
    1. Grazie Daniele.
      Eravamo due teste dure che cozzavano una contro l'altra però ci volevamo un bene dell'anima.
      Oggi avrebbe compiuto 106 anni,mi pareva bello avere un pensiero per lei

      Elimina
  7. Bellissime parole per celebrare uno di quei classici legami che durano anche dopo che il più anziano se ne è purtroppo andato, obbedendo alle implacabili leggi della natura. Lei è ancora "dentro" di te, si percepisce.
    Dalle tue parole si indovina una donna forte, con grandi valori morali e una tempra d'acciaio. Qualcosa ti ha sicuramente trasmesso, visto che "litigavate sempre": sai, poli opposti si attirano ma poli uguali si respingono ;-)
    Tanti auguri alla tua cara nonna affinché da dove si trova ora continui invisibilmente a vegliare su di te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariano.
      Hai ragione in tutto! Era forte di carattere ma non aveva paura di sporcarsi le mani mai. Da lavorar la terra a fare la cameriera in un bar o fare le pulizie a casa della famiglia Conte. Sì, proprio quella del nostro cantautore.

      Io spero solo che sia con il nonno e che finalmente possano stare assieme e in pace.mi basta questo

      Elimina
  8. Mia nonna materna si chiamava Maria. È morta di tumore che avevo 12 anni e ho pianto per mesi. In realtà, mi sono ritrovata a piangerla anche poco tempo fa. Capisco la tua dedica perché ho conosciuto l'amore dei nonni ed è qualcosa che ti resta addosso sulla pelle come un tatuaggio. Auguri nonna Maria 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena.I nonni sono importanti per i nipoti. Hanno in genere più tempo e più pazienza ma soprattutto hanno tantissime cose da insegnare loro e il tempo trascorso insieme resterà sempre nei cuori e nell'anima.
      Ti ringrazio a nome suo per gli auguri. Le faranno senz'altro piacere

      Elimina
  9. Hai reso un bello omaggio, infatti un bellissimo omaggio alla tua nonna.

    Quando guardo una foto di me, da bambino, anch'io penso "quel bambino piccolino, a quel tempo non sapeva niente del suo futuro..."

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carlos.
      Nessuno sa niente del proprio futuro per fortuna. O per disgrazia? E chi lo sa? L'importante è andargli incontri il più possibile sereni e a testa alta. Senza mai doversi vergognare

      Elimina
  10. buon compleanno in ritardo nonna Maria, da una nonna che vive in un'altra epoca ma che sa quanto sia bello essere nonni.
    Tranquilla tua nipote ti somiglia, purtroppo non è un'Arieta ma a testa dura........tenacia e voglia di rigirare il mondo è come te!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a nome suo Flo.
      Diceva sempre a mia mamma: tua sei solo mia figlia, lei invece è mia nipote! Ma non credere che i desse d ei vizi eh..scapaccioni sì ma vizi... credo che fosse una parola sconosciuta per lei!
      Grazie del complimento ma ho già un caratteraccio così se fossi un'arieta come dici tu.... mamma mia!!!!!! :))

      Elimina
    2. già arieta è più bello!!!! io lo sono ma credo di avere un bellissimo carattere!!!( chi si loda s'imbroda!!!!!)

      Elimina
    3. Naaaaaaa! Ariete pure tu???? Mamma mia sono circondata ahahahahah tu, Massimiliano....
      Io sono un segno doppio. Penso ad una cosa e intanto ne faccio un'altra. Però almeno non sono doppia del rffrontarmi con gli altri. Questo no. Se una persona non mi piace... tranquilla che se ne accorge! :))

      Elimina
    4. semo er mejo!!!!!!! chiedilo a Massimiliano

      Elimina
    5. Ti credo sulla parola 😊😊😊😊

      Elimina