sabato 29 aprile 2017

LA POESIA DEL WEEKEND DEL 29/30 APRILE

Per il weekend di poesia della community L'ARTEDELLAPOESIA del 29/30 aprile.
il tema è

    #LE PAROLE CHE NON TI  HO DETTO

Io partecipo!

Tante sono le parole che
pronunciai.
Tanti sono i sospiri che
emisi.
Tanti i sorrisi sulle mie
labbra.

Poche 
sono le parole 
che non ti  dissi mai.
Le  pensai
ma
tu 
leggesti 
nei miei pensieri
e
mi rispondesti
con i tuoi.
Myrtilla



               https://pixabay.com/en/love-hearts-valentine-gloss-red-150277/

14 commenti:

  1. Mi sono riflessa nella tua poesia. Quelle parole dette e quelle taciute e quelle inascoltate mi appartengono.Bravissima Patricia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Carmela.
      Le parole.. armi a doppio taglio sempre. Basta soltanto che chi le ascolta le fraintenda per mille e uno motivi.
      A volte, dopo anni e anni ci si capisce anche in completo silenzio.

      Elimina
  2. Versi splendidi!
    Ti auguro una buona serata.

    RispondiElimina
  3. Cara Patrizia, facciamo un complimento alla cara Mirtilla, per la sua bella poesia.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso!
      Buon fine settimana a te!

      Elimina
  4. Ci riprovo perché mi piace scrivere poesie a braccio. Mi diverto proprio.

    Adesso che ci penso
    c'era ancora qualcosa
    che volevo dirti,
    che potevo dirti,
    he avrei dovuto dirti,
    ma non te l'ho detta
    e tu non chiedermi il perché.

    Non lo so.
    Perché vedi
    erano ancora tante
    le cose che avrei voluto dire,
    troppe per una sola testa
    come la mia, sempre presa da mille
    pensieri;
    troppe per una sola bocca come la mia,
    sempre impegnata a cercare parole
    di troppo, parole essenziali,
    parole che non trovavo mai,
    parole che trovavo
    in ogni angolo,
    insomma stupidaggini.

    Adesso che è troppo tardi
    mi sento un abusivo su questa terra,
    ma tu cerca di capirmi,
    tu che ci sei riuscita sempre,
    mamma.

    È venuta così e così la lascio. Ciao Pat.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è bellissima! Bravo Vincenzo!
      Hai pure ragione. Col senno di poi ci si rende conto di quante cose si sarebbero potute dire, magari in modo diverso. Ci si rende conto di quante parole sbagliate, mal usate o non perfette sono state pronunciate. Purtroppo lo si capisce quando è tardi,
      Bacio giovanotto!

      Elimina
    2. Questa mi è venuta al volo, come se la tenessi dentro già finita. Sono un tipo che si pone domande. Me le sono poste e mi sono trovato la risposta: sono settimane che rumino una poesia, è dentro di me quasi completa ma io ne vedo appena i contorni. Questi versi sono il finale. È piuttosto difficoltoso da spiegare, ma tu fidati. In un certo senso è merito tuo che mi hai dato il là come un direttore d'orchestra. Strana questa similitudine ma non impropria, visto che della mia poesia di cui sopra il titolo ce l'ho, ed è "Poema sinfonico".
      Visto che tutto torna?
      Ciao Pat e grazie della collaborazione.

      Elimina
    3. E sono contenta io di averti dato la spintarella. Sarebbe stato un peccato tenerla chiusa in un cassetto del cuore.
      Bacio Vincenzo!
      E quando vuoi....
      Anzi, sai cosa faccio?
      Visto che ho un'etichetta intitolata Gli amici di Myrtilla scrivono, copio lì le vostre poesie.
      Se non avete problemi. In ccaso contrario ditemelo!
      Ciaooooo

      Elimina
  5. Piccolo divertissement o se vuoi piccolo esercizio di stile:

    "CONFESSIONE" (Daniele Verzetti Rockpoeta®)

    "Sono morto"
    Queste, amore
    Le ultime due parole che non ti ho detto.

    "Ho ucciso"
    Queste sono altre due parole che non ti ho mai confessato.

    "Ho odiato questo mondo imbecille"
    Queste sono altre parole che neanche a me stesso
    Ho osato dire a voce alta

    Queste
    Amore
    Sono tutte le parole che non ti ho mai detto
    Ma che ti ho confessato in silenzio
    Piangendo ogni notte sulla tua spalla.

    DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow! E che esercizio di stile! Complimenti!
      Tutte parole difficili da dire, talvolta anche a se stessi.
      Per fortuna (o disgraziatamente?) Il silenzio viene incontro....

      Elimina
    2. Ah che intuizione hai avuto, Daniele!
      Le hai taciuto gli orrori dell'anima che tenevi più nascosti!
      Idea grandiosa, bella proprio bella sta poesia, ma oramai vado sul sicuro quando leggo cose tue.

      Elimina
    3. Sì, Vincenzo! Daniele è stato davvero bravo!

      Elimina