venerdì 28 aprile 2017

Rieccomi!

Ciao fanciulli, finalmente torno... come il Natale e il mal di pancia. Sparisco ma poi... ahhahaahh

Ieri purtroppo mi è proprio stato impossibile collegarmi causa di forza maggiore.
Giornata ospedaliera.  Partiti presto e tornati tardi e sfiniti.
Comunque anche quella è passata e perciò ariecchime a frantumare la vostra pazienza.

            https://pixabay.com/en/professions-auction-hammer-bids-2071316/


Naturalmente indovinate chi è quella col martello in mano, vero???
Indovinate anche dove sta la pazienza, la vostra intendo ahahhahaha
Non avete bisogno di suggerimenti, scommetto... :)

Portate pazienza ma come avrete modo di scoprire invecchiando, per chi di voi non è già avanti con gli anni,  più passano i giorni e più si diventa noiosi e petutanti.
Rompibip, insomma.
Però visto che l'alternativa è ben peggiore accettiamo pure l'età che avanza.  Magari sperando che non vada come un pilota di formula uno ma come un vecchietto con fondi di bicchiere al posto degli occhiali e una cinquecento d'anteguerra.

Purtroppo, il problema dell'età che avanza è che si trova tutto più difficile e pesante. Ci si stanca più facilmente e si recupera sempre meno. L'unica cosa che non capisco è come mai, visto questo andazzo, si deve correre di più. Boh! Proveremo a chiedere agli Angela se ce lo sanno spiegare :))

Mettiamola così.
Avete presente quando si vuol fare una gita in montagna? Si parte dalla pianura e si sale. Si va sempre più su fino alla cima. Perfetto! E' normale.
Peccato però che quando si parte si è giovani e forti; curiosi e pieni di vita. Peccato che i sacrifici non pesino e la stanchezza si superi facilmente.
Man man che si sale, lungo quei tornanti sempre più ripidi, percorrendo strade sempre più strette e malconce, con precipizi sulla destra che se ci si sposta di venti centimetri si ritorna a valle rotolando come palle da bowling, il percorso diventa più difficoltoso. Il fiato diventa pesante. Le gambe sono stanche e fanno male.
Insomma... per continuare a salire bisogna annaspare.
L'importante è arrivare alla cima però! Non fermarsi a metà strada. Vero! Ma se potessimo farlo conn calma, con le dovute tappe per riprendere fiato e riposarsi  sarebbe meglio.
Ma tant'è! La vita è così. Prendere o lasciare.
Prendere prendere!!!!!!!
Ciaooooo
Patricia



https://pixabay.com/it/montagna-montagne-alpine-all-aperto-1445839/


14 commenti:

  1. E' quasi un controsenso: sembra che la vita ci dia meno forza proprio quando ne avremmo più bisogno. Spero cmq che tu ora stia meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così! Quando avremmo bisogno di fare le cose con più calma è quando corriamo di più. Quando abbiamo bisogno di combattere di più è quando la forza incomincia a scemare.
      VA beh! La vita è questa.
      Grazie ma l'intervento era del marito. Ima... notevole ernia che forse andava tolta qualhe tempo fa ma lui non aveva tempo... o voglia??????
      Evviva il day hospital però... ricoverato al mattina e alla sera a casa....

      Elimina
  2. Frantuma sempre, Patricia, che riaverti nella blogosfera è un piacere :-)
    E per il tempo, l'età... bazzecole, pensa come Einstein!
    Passato, presente e futuro sono un'illusione.
    Sentiti addosso l'età che vuoi e vedrai che funziona.
    Un abbraccio, Franny

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Franny!
      L'età anagrafica è quella e non ci piove. Quella che sento... beh, lì dipende dalle giornate, dalla stanchezza, dallo stress...
      Ora,,, pù o meno quella di Matusalemme. Domani chissà :)
      Ciaoooo

      Elimina
  3. Spero tutto bene per la tua salute e bentornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, grazie Vincenzo. Era unn intervento di ernia del marito,
      Ho provato a rottamarlo ma dopo il tagliando me lo hanno restituito ahhahhahaha

      Elimina
  4. Cara Patrizia, è bello sempre rivederti!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-) se anche continua a piovere.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. È bella l'analogia che hai fatto. Le gite sono proprio così - ne ho fatte un sacco!! - e la vita ha le stesse caratteristiche che hai detto. Mia madre ha 87 anni e, almeno finora, sta bene. Ma tutto le causa stanchezza, le passeggiate sono sempre meno lunghe, accingersi a uscire da casa è ogni volta più lento... Si è fatta anziana, ma la voglio benissimo lo stesso!

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 87 anni... complimenti a tua mamma Carlos!
      Anche i genitori invecchiano purtroppo e magari diventano un po' noiosi però.... però se ricordiamo cosa hanno fatto loro per noi prima lasciamo correre
      Buona serata

      Elimina
  6. Uh, ernia che cosa fastidiosa! Mio padre è stato operato qualche anno fa, fortunatamente ora è tutto molto poco invasivo e la ripresa veloce!
    Buona convalescenza al marito e un abbraccio e tanta pazienza a te ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi di sì. Oso dire che si muove meglio ora che sono solo 48 ore dall'intervento di prima.
      Per lui hanno tagliato comunque perchè era grande ma comunque entrato al mattino e uscito alla sera.
      Grazie per il marito. Per me.... ti dirò chetemevo peggio ahahhaahaha è perfino bravo!
      Bacio!

      Elimina