lunedì 31 luglio 2017

VEnerdì di poesia del 28 luglio

Lo so! Sono di nuovo in ritardo ma Blogghidee mi perdonerà.
Al limite mi tirerà un mattarello ma io cercherò di scansarlo ahahhaahhaha

Per la Community AMAMIPIÙCHEMAI e per il venerdì di poesia del 28 luglio,
l'hashtag era

                                                #avviticchiare

Io partecipo all'iniziativa con questa poesia




                        https://pixabay.com/it/ivy-albero-fouling-scalatore-1521781/


Come rampicanti
i pensieri si avviticchiano
a noi
e stringono
e soffocano
e oscurano la vista,
padroni tirannici
schiavisti di ogni tempo.

Basteranno
un paio di robuste cesoie
per liberarsi da questo
cordame?
Patricia

4 commenti:

  1. Cara Patrizia, sei già stata perdonata, almeno da me! complimenti della bella poesia.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Molto carina... i pensieri son peggio delle infestanti a volte, eh :P

    Un grande abbraccio Pat!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Glò! Vero! A volte è più facile estirpare la gramigna che i pensieri ed è tutto dire :)
      BAcio!

      Elimina