giovedì 24 agosto 2017

Il violinista del diavolo e altri racconti


Il violinista del diavolo e altri racconti
Marco Conti
Amico libro (2017)




Ho comperato questo ebook su Amazon andando a naso. Non conoscevo l’autore né il suo stile ma confermo che è stato un incontro speciale.
Sarà che adoro i racconti, ma questi mi sono piaciuti veramente e mi hanno dato un’emozione profonda. Hanno il sapore dell’attualità, della verità. Di quel malessere che colpisce i vinti, coloro che nella battaglia della vita non riescono a vincere non la guerra ma nemmeno una battaglia.
Vite comuni, normali, sconfitte da un avversario troppo forte e dotato di armi imbattibili come sventura, malattia, solitudine, sfiducia.

I racconti sono scritti con uno stile particolare. Rapido. Veloce. Frasi brevi e lapidarie che senza giri di parole vanno in profondità. Uno stile scarno, asciutto ma che colpisce come un diretto l’anima con le sue verità, i dolori, i malesseri grandi e piccoli che non fan sanguinare ma sono terribili ugualmente.
La gente normale che rende vivi questi racconti è quella del caseggiato a fianco, del quartiere vicino, quello popolare, quello della miseria. Quello che parla di disoccupazione e violenza domestica, di fughe da vita di stenti e percosse o da una realtà troppo pesante da sopportare per i sensi di colpa che regala a piene mani. Quello del razzismo e del pregiudizio idiota, tanto per… forse per dar retta ai media che a periodi alterni fanno di un evento un fenomeno eccezionale e battono su quel tasto da far il lavaggio del cervello a chi è troppo pigro per ragionare.

Anche questi personaggi come quelli di racconti di altro autore hanno in comune un forte senso di precarietà, di insicurezza che li rende deboli e fragili di fronte alla vita nel suo complesso.
Solo qualcuno saprà tirarsene fuori ed uscire a fronte alta. Gli altri… beh, soccomberanno al destino per non soccombere alla fame.
Patricia

10 commenti:

  1. Ciao divoratrice di libri.
    Buona giornata!
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cris, non sono riuscita a fare granchè ma almeno ho dato una botta alla mia personale torre di Pisa libresca ahahahahahha
      Questi racconti poi sono fantastici. Scivolano via che è un piacere!
      Buon pomeriggio a te

      Elimina
  2. Il titolo è accattivante, la tua recensione invitante... bene, mi sa che se lo trovo sul kobo store me lo compro!
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io adoro i racconti Francesca. Quando sono ben scritti trovo che siano dei piccoli capolavori. Questo è uno di quei casi.
      Come per i racconti di Marco Freccero, anche qui ho trovato la vita vera. Ben narrata. Stili diversi ma ugualmente validi.
      Peccato solo che il libro è finito presto :)
      Abbraccio a te

      Elimina
  3. Evviva le piccole case editrici!
    ciao Patty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu poi che sei fedelissima di amazon :)
      Sì. Evviva!!!!!! Quante chicche che hanno anche bisogno di pubblicità
      Ciao Flo

      Elimina
  4. caspita, ma stai leggendo tantissimi libri ultimamente.
    Questo mi sembra parecchio interessante ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! L'unica cosa che son riuscita a fare ad agosto! oibò!
      Da stasera però mi sa che mollerò un po' visto che la sveglia ricomincia a suonare alle 5.30!
      Bei racconti davvero e scritti con uno stile unico

      Elimina
  5. Vedo che non hai perduto il piacere delle lettura.
    Io continuo ad essere tragicamente latitante, con una pila di libri in attesa sul comodino.
    Proposta interessante la tua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, è l'unica cosa che sono riuscita a fare quest'estate, soprattutto in agosto.
      I raacconti sono veramente belli! Meritano!

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY