sabato 19 agosto 2017

Non hai mai capito niente


Non hai mai capito niente
Marco Freccero
Amazon (2014/2017)



Bei racconti di straordinaria vita comune narrati con occhio critico ma leale, senza cattiveria né buonismo e soprattutto senza mai emettere un giudizio.
Racconti reali e imparziali. Attuali per la precarietà narrata presente anche oggigiorno.
Ordinarie storie di un malessere comune, quello ripeto della precarietà e dell’insicurezza economica che porta quella affettiva e familiare.

In questo ebook ci sono storie mai banali che parlano di vite vissute sul filo invisibile di un altrettanto invisibile rasoio col quale però ci si può ferire mortalmente in corpo e spirito.
Ogni storia è una ferita aperta. A volte si rimargina, altre no.

Quanto ai personaggi sono diversi, tutti però accomunati dalla “patologia” di cui ho scritto prima. Una patologia non curabile con medicine perché non è malattia vera e propria ma con la voglia di cambiare lo stato delle cose, il coraggio per agire e buttarsi verso il domani, lottare con un filo di speranza che ognuno in fondo al cuore possiede. In fondo, anche chi fugge ha una sorta di speranza. Quella di ricominciare altrove. Posto nuovo, vita nuova. Se poi lascia in sospeso i vecchi problemi, i vecchi conti aperti, sarà la sua coscienza a ricordarglieli e lui/lei a farne le spese. Ma altrove. Ovunque ma non più lì, in quel preciso angolo di mondo che lo ha visto e seguito fino a poco prima.

Non hai mai capito niente…. No! I protagonisti al completo all’inizio dei vari racconti non hanno capito nulla della vita ma nel corso della narrazione la maggior parte di loro qualcosa, seppur minima, comprende.

Bravo Marco! Racconti pieni di vita e narrati con cura e maestria.
Patricia

12 commenti:

  1. Amo i racconti, sicuramente potrebbe interessarmi^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi Marco è veramente bravo! Va dritto al sodo senza giri di parole e va in profondità
      Ciaooooo

      Elimina
  2. Sembra una serie di racconti interessante in quanto diversa dalle solite e con attenzione alla realtà del quotidiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È ilsecondo libro di Marco che leggo e devo dirti che i suoi racconti sono decisamente reali,non solo realistici. Sa quali tasti toccare per dare armonia all'insieme anche se è armonia amara

      Elimina
  3. Non so, forse è il titolo.
    In genere chi non ha mai capito niente, alla fine risulta essere colui/colei che avave capito più di tutti gli altri come andavano le cose.
    Diciamo che al momento lo metto in lista, poi vedremo.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi tutti capiscono le cose prima o poi. Nel frattempo però la vita deve seguire il suo percorso ed insegnare
      Ciaoooo

      Elimina
  4. Risposte
    1. Lo è Vincenzo. Niente romanticismo ma realtà.
      Buona serata

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY