lunedì 27 novembre 2017

Tutto è tenebra


Questo  libro  partecipa all'iniziativa  di KLY iniziativa   

                  M 25 SFIDA ALL'ULTIMA PAGINA 2017

Tutto è tenebra
di Massimiliano Riccardi
Cinquemarzo Editori (2017)





Due storie che come bolidi sfrecciano su un’autostrada, in direzioni opposte, fino al momento in cui si incontreranno nel luogo e tempo stabilito dal destino, travestito da uomo normale. Due storie che si sfiorano fino al momento culminante.
Due vite segnate da esperienze forti ma che in uno fortificano il lato buono e onesto e nell’altro la malvagità.
Due vite indelebilmente marchiate il cui carattere viene fortificato, reso inossidabile; la correttezza e il senso di giustizia da una parte mentre dall’altra si è aperta la porta alla follia.
E’ vero che il personaggio negativo ha subito violenze, che ha dovuto affrontare problemi e situazioni troppo grandi per un bambino prima e un adolescente dopo ma per questo non è comunque perdonabile. Può far pena da un certo punto di vista, ma come già nel primo libro, Massimiliano non giudica né nel bene né nel male. Racconta. Narra. Basta.

Un libro questo che narra vicende che hanno il triste e amaro sapore della realtà più dura, quella nascosta per vergogna e paura e senso di inadeguatezza. Quindi, a maggior ragione, i complimenti all’autore che ha saputo rendere più che reale una storia di fantasia.

E’ scritto con uno stile malinconico e struggente come solo chi conosce la paura, il dolore, la vergogna può fare e Max, con la sua professione, indubbiamente ne sa molto perché molto deve avere visto.

Lo sceriffo è una vecchia conoscenza essendo già comparso nel primo libro di Max, JOSHUA. La sua controparte invece è il nuovo protagonista.
Per entrambi, Massimiliano scende a fondo nell’intimità mettendo a nudo terrori diversi; dando loro due caratteri forti anche se diametralmente opposti, umanità da una parte estrema violenza dall’altra. Se la prima si rivela nel lavoro che ha sempre svolto, la seconda diventa un senso di onnipotenza che tende a rimettere a posto i problemi del mondo. Una maschera che una volta indossata non si staccherà più.
Da tutti e due però viene fuori una sofferenza intima dettata da quel passato difficile da dimenticare.

Per me, questo è più che un buon libro, di quelli che si fanno leggere tutti d’un fiato e lasciano al lettore un senso di precarietà della vita, di insicurezza. Quelli che ti fanno domandare se hai fatto le scelte giuste. Se sei stato adeguato.
Perchè si sa che le scelte sbagliate, prima o poi si pagano
Patricia

18 commenti:

  1. meraviglia ... dev'essere bellissimo mi intriga ... grazie .. tu.. tu ...funziona ancora ? sempre molto brava Pat. ... ciaooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto molto Giusi. Max è in gamba davvero.

      Ps spero che la connessione tenga altrimenti.... mattarello!

      Elimina
  2. Lo hai già letto? Che fulmine Pat. Secondo te Max ha deciso di fare una "serie" con protagonista fisso lo sceriffo e ogni libro un criminale diverso? Facci un pensierino Max, potrebbe essere una buona idea 😉😆
    Come al solito le tue recensioni Patri fanno venire voglia di leggere 😄
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza internet e coi post solo piu da mettere sul blog che facevo? Ho letto! Questo e altri 😊

      Elimina
  3. Grazie Patri, grazie davvero per questa tua bella recensione. Sono felice che il libro ti sia piaciuto.
    Questa volta, a differenza di Joshua che era puro noir e quindi del tutto ininfluente sapere in anticipo chi era l'assassino, qui ho virato un po' verso la narrativa di genere. Sempre impronta noir ma con pià thriller e un pizzico di gialli, giusto un pizzico eh 😉
    Spero possa piacere a tutti coloro che avranno la bontà di leggerlo. Chi già mi conosce e mi apprezza sa come scrivo e quindi non avrà delusioni, lo stile è quello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stile è quello ma ognuno ha giustamente il suo. È lo stile che ci distingue.
      io sono convinta che chi ha apprezzato il primo apprezzerà anche questo.
      un grande in bocca al lupo!

      Elimina
  4. Cara Patrizia, tu trovi sempre qualcosa per passare il tempo, un buon libro per compagnia.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Complimenti a Massimiliano per questo suo nuovo lavoro!

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Sto aspettando che sia disponibile, dovrebbero confermarmi l'arrivo a giorni. Da quel che leggo nella bella recensione di Pat, ancora una volta il confine labile tra il bene e il male è il filo conduttore del nuovo romanzo di Max. Lo leggerò con cura e attenzione.




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Mariella, non farlo, non leggerlo con cura e attenzione, leggilo come ascolteresti una storia raccontata da un vecchio amico, sentilo tutto è tenebra. Ti mando un grande abbraccio.

      Elimina
    2. Non dare retta al Max, Mariella. Lui l'ha "solo" scritto ahhahah
      Dai retta a me che l'ho letto. Lo inizi e lo posi... quando è finito!

      Elimina
  8. Ancora una volta Max si conferma un buon narratore.
    Prima o poi arrivo anch'io fra i tuoi lettori, eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi proprio di sì, Luz. Quando ti rendono credibile la fantasia, quando pensi che quelle storie in ventate sono più che reali, direi proprio di sì.
      Buon pomeriggio :)

      Elimina
    2. Ragazze, non fatemi arrossire eh 😉😉😉

      Elimina
    3. Foto foto foto....
      Tu che diventi rosso? Eh.. la foto ci vuole ahahahhaha

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY