lunedì 19 febbraio 2018

Cercando Goran

Questo libro partecipa alla SFIDA ALL’ULTIMA PAGINA – READING CHALLENGE 2018


Cercando Goran
di Grazia Gironella
Amazon (2017)




Senza svelare nulla perchè l'autrice ne ha parlato QUI sul suo blog e QUI su blog di Maria Teresa Steri vi parlo di questo romanzo che ho appena terminato.

Quattro elementi (un incidente, il coma, il risveglio e la perdita di memoria) che potrebbero rendere la storia banale. 
Se però la storia viene presa  e lavorata dalla fantasia e dalle capacità di Grazia, il banale proprio non esiste.
Anzi, prende una strada incredibile, misteriosa, quasi fantastica che il lettore non si aspetta. 
Così come non si aspetta di essere coinvolto a tal punto da non riuscire a smettere di leggere. Da porsi mille domande a cui deve per forza dare una risposta.
Ma chi è in fondo Goran? Chi è stato? Ritroverà  la memoria? E se la ritroverà cosa scoprirà di un passato che all'inizio del libro non ha più? E i suoi rapporti con gli altri personaggi sono nuovi o antichi? Facevano già parte della vita passata? 

Insomma.... quando a mezzanotte ho posato il libro ero a pagina cento e queste erano le domande che mi frullavano per la testa.

Ma non c'è solo questo! Il lettore viene coinvolto a tal punto da voler accompagnare Goran in questa ricerca del suo passato attraverso un viaggio verso il freddo e la neve del nord Europa perchè sa che il protagonista ha necessità di aiuto, di appoggio, di umana empatia e solidarietà. Perchè abbandonarlo al suo destino gli pare un torto assurdo.
Poi, anche per la curiosità di scoprire se quello che gli capita durante il percorso è malattia o qualcosa di molto diverso, quasi soprannaturale.
Ma di questo non vi parlo. Lo scoprirete leggendo il libro :)
Io vi dico che questo viaggio iniziato da solo e che poi vede le presenze prima di Nico e poi di un'amica e di un medico non è solo geografico. Non è solo fantastico e sovrannaturale. E' anche  un viaggio interiore che porterà Goran a scoprire e  ricordare eventi del passato che gli permetteranno di fare pace con sè stesso e completeranno la sua trasformazione.

Lo stile di Grazia è notevole. Elegante, ricco e suggestivo così come sono suggestive le descrizioni dei luoghi, le ambientazioni  diverse che incontriamo lungo il viaggio. 

Profonde e accurate ed altrettanto eleganti sono e descrizioni dei personaggi, ognuno diverso dall'altro. Sia quelli principali che i secondari.
Da ognuno di loro, Grazia è riuscita ad estrarre la vera essenza interiore. Il loro dolore intimo e nascosto, la loro solitudine di fondo. Il disagio che provano in una vita che  non è come vorrebbero.

Poi c'è il passato che torna e lo fa per tormentare un animo indifeso e fragile che solo alla fine troverà la forza per reagire e vincere. Un passato fatto di vendetta e rabbia che però sarà sconfitto e sconfiggerà il buio dell'amnesia e del tormento interiore.

Libro decisamente bello e coinvolgente! Per chi ama le storie reali con un pizzico di soprannaturale è l'ideale. Senza far paurane senza esagerazione.

Patricia


 

6 commenti:

  1. La tua recensione come sempre incuriosisce, ora andrò a leggere anche il post dell'autrice per conoscerla meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) credimi comunque che per chi ama i romanzi il libro merita veramente!

      Elimina
  2. Grazie di questa bellissima recensione! E' un'accoglienza speciale per la storia di Goran. :)

    RispondiElimina
  3. Cara Patrizia, le tue spiegazioni sono chiare, e forse passerò per leggere il post.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY