giovedì 8 febbraio 2018

Finisce qui

Era sul lettino della fisioterapista ma non vedeva l'ora che finisse il trattamento. Non per il trattamento in sè perchè qualche giovamento lo aveva avuto. Era il modo di fare che non sopportava più.
Come sempre, in quell'ora chiacchieravano di tutto ma adesso era stufa di sentirsi correggere o criticare. 
Una volta le aveva detto che  non doveva chiedere a marito e figlia quando rientravano alla sera "come è andata la giornata?". Era un impicciarsi degli affari loro e non andava bene. Non si deve chiedere.
Che strano! Dopo il ciao credeva fosse educazione! Poi, in fondo se non volevano parlare lei mica li obbligava!
Un'altra volta le chiedeva  scandalizzata "ma come? Sei andata al mercato e non ti sei comprata niente? E perchè? Ma  non è possibile! Nemmeno un paio di orecchini?"
Sempre così. Anche  stavolta glielo aveva chiesto a proposito della fiera. 
Ebbene, sì. Alla fiera annuale c'era andata. Aveva anche fatto delle spese per la casa. Un ciondolino alla figlia, una tshirt al marito, delle piante grasse per lei... Ma non glielo aveva detto. Tanto avrebbe trovato da ridire lo stesso. Poi che le interessava?
Adesso però era ora di finirla. Era stufa e soprattutto aveva trovato un'altra fisioterapista. Meno impertinente sperò. 
Appena terminata la seduta le disse che ad agosto non avrebbe fatto trattamenti come già  gli anni precedenti. "Tu andrai in ferie e noi abbiamo parecchi lavori da fare. Ci sentiremo a settembre".

Si chiuse la porta alle spalle e se ne andò.
Scendendo le scale mentalmente  la salutò: "Arrivederci a mai più!"
Patricia


                  https://pixabay.com/en/physiotherapy-massage-back-567021/


ps secondo voi, racconto o realtà? :)

28 commenti:

  1. Fisioterapista o psicologo "gratis"?

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FAcciamo prima, Carlos. Rompiscatole ahahhaahah a pagamento però

      Elimina
  2. Sei troppo socievole e questa si è allargata a dismisura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Anna, stessa età, lei due anni in più; due figli, uno dell'età della nostra e l'altro con un anno in più... se vuoi cose in comune ne avevamo. E chiacchieravamo.
      Il discorso è che ognuno deve essere libero di vivere la propria vita come crede. Si può parlarne, discuterne, avere opinioni diverse ma nessuno può importi le sue scelte. Ogni persona è un'isola a sè stante.
      All'inizio non era così. Poi con un po' di confidenza è diventata invadente. Non che io non le abbia mai risposto a dovere, però tanto non capiva.
      Ad un certo punto mi sono decisamente rotta :)

      Elimina
  3. Ogni tanto si trovano persone che tendono a non farsi i fatti propri.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VEro, Vincenzo. A quel punto non resta che prendere le cesoie come fanno i giardinieri e potare :)

      Elimina
  4. Mammamiaaa che rottura. Saggia decisione. Buona giornata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Direbbe Vincenzo Iacoponi me so rotta!!!!

      Elimina
  5. Se si tratta di realtà è quantomeno curiosa se non perfino un pochino inquietante. Per questo mi voglio dirigere sul racconto ma vista la stranezza di certe persone negare a priori che si sia trattato di un fatto realmente accaduto non riesco ad escluderlo del tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi, invadente e insopportabile col tempo.
      Come ho risposto ad Anna sopra avevamo cose in comune, l'età nostra, dei figli, e parlavamo.
      Quando c'è stata più confidenza ha preso piede. Non che io non mi sia mai difesa. Le ho ripetuto più volte che ognuno deve fare come crede. Che le mie idee erano completamente diverse ma lei non ha mai voluto capire. Ha continuato sulla stessa strada fino a quando.... :D)
      E se Patricia si rompe..... ahhahahaahahahah

      Elimina
  6. Ahah, ho subito ripensato al mio fisioterapista dopo il gesso di quest’estate: ma lui era giovane e tanto carino, anzi ero io che gli facevo domande e mi impicciavo dei fatti suoi. Con un atteggiamento materno, però, che lui apprezzava. In due mesi fitti di frequentazione sapevo tutto (o quasi) della sua vita e qualche buon consiglio mi sa che è servito. 😉
    Poi, per mia fortuna (perché il piede si è rimesso totalmente) e, forse, anche per sua fortuna (😄) ci siamo persi di vista. 🤗

    RispondiElimina
  7. realtà... nella fantasia non sarebbe così terribile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Solo che tira tira qualunque elastico si strappa prima o poi... :)

      Elimina
  8. Il fatto stesso che tu ce lo domandi fa supporre che... ;-)

    RispondiElimina
  9. Conoscendoti, come mi par di conoscerti, direi che si tratta di realtà.
    Primo: è tipico tuo essere gentile anche troppo.
    Secondo: malgrado gli anni avanzino tu non hai ancora imparato a MANDARE LA GENTE AFFANCULO.
    A Roma dimo: quanno ce vo ce vo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahaahah di noi piemontesi dicono che siamo falsi e cortesi. :)
      Mi sono sempre ribellata e le ho sempre risposto a tono però ad un certo punto me so rotta!!!! Tanto non capiva quindi forbici e zac! Tagliato!
      Impiego magari un po' di tempo ma quando prendo le cesoie in mano io non c'è più santo che tenga. Nemmeno il bostik incolla più ahahhahaahh

      Elimina
  10. Cara Patrizia, un racconto molto interessante, confesso che pure io mi sono trovato che era difficile decidere!!! Però dobbiamo ammettere che i risultati arrivano dopo molto tempo. Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  11. Secondo me è metà e metà.
    Un consiglio, la prossima volta non usare "Meno impertinente sperò.".
    Metti "sperava", è più scorrevole.
    Baci!

    RispondiElimina
  12. Realtà,realtà.....hai fatto bene a troncare.

    RispondiElimina
  13. realtà!!! ..ma ci credo che hai troncato ..se vado a far terapia ..vero si parla del più e meno ..anche per educazione ..ma se continui a criticarmi ,istintivamente mi irrigidisco e poi di conseguenza il trattamento non è efficace ..magari sarà persona tua amica ,ma terapista dovrebbe star sul neutro ,ok sento quel che dici ..e magari do piccoli consigli
    da adesso vita nuova ..e nuova terapista ^_^
    un abbraccio grande
    p.s. però dai almeno il suo lavoro lo fà bene ..il miglioramento c'è stato ..a parte i sermoni subiti ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Tissi!
      Due anni in più non sono poi una cosa straordinaria. Sapendo ancora che il modo di concepire la vita e la famiglia sono diversissimi....
      Grande risultato ha ottenuto, però 😁😁😁

      Elimina
  14. Realtà, eccome, per quel che credo di conoscerti, meno male che io " Vado" da mio marito che più che sgridarmi non fa, ma i risultati ci sono eccome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, i mariti lasciamoli stare 😂😂😂😂😂😂😂😂😂
      Vero si, ma quando mi stufo 😈

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY