giovedì 15 febbraio 2018

Il tagliolino assassino

Eh, già!  Sono buoni i tagliolini fatti in casa, quelli artigianali con tante belle uova fresche!
Da mangiare sì ma voi non immaginate quanto siano  veramente... passatemi il termine... stronzi!
Sono cattivi e vendicativi, c'è poco da fare o dire. 
Non mi credete???? Allora vi spiego io per benino come sono questi malefici. 
Così capite anche perchè ieri sono stata veramente poco sul web, il tempo giusto per rispondere a qualche commento. 
Ma partiamo dall'inizio.

Sera del 13 preparo per cena i tagliolini al burro e salvia. 
Dopo cena però, visto l'ora tarda, sinceramente non
ho più avuto voglia di lavare le pentole che in lavastoviglie non stanno. Così, le metto nel lavello in cucina e le riempio d'acqua. Pentola sotto e colapasta dentro.

Mattina del 14 mi alzo e dopo aver guardato nonna, marito, gatti e  cagnina mi metto a lavare queste due stoviglie.  Mi accorgo così che il colapasta non era immerso bene nell'acqua e che un pezzo di tagliolino lungo circa due centimetri si è seccato vicino all'acciaio. E che ci vuole a toglierlo? Niente!
Peccato che nè la spugnetta verde nè la paglietta in ferro servano. Che fare? Al solito, provo con l'unghia dell'indice destro. 
Un colpetto, due colpetti poi tre poi... poi sono rimasta senza fiato, nemmeno la forza di brontolare.
Quel maledettissimo piccolo pezzo di pasta secca non mi si è infilato sotto l'unghia? Un dolore che non vi dico. Comunque, riprendo fiato e tra uno smoccolamento e l'altro, tolgo quello che vedo.
"Menomale che è uscito" mi dico e continuo a fare i miei lavoretti anche se il dolore c'è.
Quando vado in bagno a pettinarmi per uscire, trucco e parrucco diciamo ahahahah, sotto alla luce del lavandino cosa vedo? 
ORRORE!!!!!!!!!!!!!! Sotto all'unghia si vede e  pure in diagonale un centimetro di tagliolino piantato lì. Praticamente raggiunge quasi il seme dell'unghia. Orco boia!!!! Non è uscito affatto!!!!
Ecco perchè il dito mi fa così male!
Provo con le forbicine, accorcio l'unghia in maniera oscena ma niente. E' lì!
Mamma ovviamente mi consiglia la cosa più civile e sensata. Il dottore. Quel coso deve uscire. Non può star lì a far la muffa.

Già... però una scheggia di legno si prende, si tira e viene via. Un pezzo di pasta secca si sbriciola... uhm... non è che non mi fidi del nostro medico. E' favoloso. Ha curato la polmonite di  mamma in maniera egregia venendo a casa due volte alla settimana a controllarla però... però  la mia paura è che debba togliere l'unghia per poter togliere l'intruso. Ma se come tutti i medici italiani o quasi si "dimentica" dell'anestesia???? Se mi manda in ospedale per una operazioncina del genere mica la fanno. E lui????
Insomma, per farla breve, non sono convinta. La verità? Paura nera!!!!
Poi, commissioni da fare e così vado in città e mentre giro per Asti mi viene in mente che...
Detto fatto! Appena a casa, con gli occhi fuori dalle orbite per il dolore che ormai arriva alla nocca, prendo il kit di "grattuge" varie per i calli dei piedi, accendo la luce sul tavolo della  cucina e mi metto all'opera.
L'idea è quella di togliere l'unghia sopra alla scheggia di pasta. Folle???? Certo! Ma io sana non sono affatto. :D) :D) Non ve ne eravati ancora accorti???? :)
Dai e ridai, fermandomi ogni tanto a respirare e ad asciugarmi i sudori, riesco ad arrivare al punto giusto. Resta quel velo sottilissimo di unghia che con la punta delle forbicine si apre come carta velina senza nemmeno tagliarlo. 
Tolgo la "scheggia"!!!!!! Evvai!!!!
Disinfetto, metto la pomata antibiotica garza cerotto e sopporto il male! Maròòòòòòòòòòòò!!!!!
Il tagliolino non ci sarà più ma il dito mi fa vedere le stelle. Dopo qualche ora però il dolore è meno forte e ieri sera ancora meno.
Stamattina il dito è un pochino gonfio ma non è rosso nè caldo e soprattutto non fa più male. 
Certo che non è bello da vedere, però.... e se poi cadrà davvero l'unghia come il marito mi ha detto, pace! Almeno cadrà da sola.... :)

Ecco spiegato il motivo del titolo e della mia assenza di ieri :) Tanta bua al ditino!!!!
E per fortuna era l'indice! Tra cerotto e garza era come steccato. Voi vi immaginante se fosse stato il medio? ahahahahahah

Bon... ora che vi ho raccontato le mie ultime peripazzie (e sono buona vi risparmio le foto del mio dito semimaciullato) vado a rispondere ai vostri commenti.
Patricia

ps ah, ecco! Se per caso qualcuno di voi avesse bisogno di un piccolo interventino sul genere... a disposizione.
Dottoressa Patricia Frankenstein, chirurga pazza ahhahhaahha 

pps sì, non chiedetelo. Il marito me lo ha detto chiaro e tondo che son matta!
Che strano! Che dopo 33 anni di matrimonio non lo sapesse ancora???

 
 

20 commenti:

  1. Fantastica!
    Il tuo esperimento dl tagliolino assassino è riuscito alla grande, ma come ti è venuto in mente? :-)
    Un abbraccio e cerca di far guarire il dito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che esperimento!!!!! Quando ho ripreso fiato mi dovevi sentire aahahhahahha
      Che male! Però in compenso devo aver pulito bene perchè il dito è brutto brutto ma non fa più male e l'unghia... rirescerà!

      Elimina
  2. Chissà che male! Sai cos’ho fatto io un giorno in cui per via di un grumo di sangue dovuto al dito schiacciato in un cassetto l’unghia era diventata nera? Non mi andava proprio quell’unghia nera! Ebbene, ho limato, limato, limato fino a bucare l’unghia e faruscire il sangue rappreso. Risultato: l’unghia non era più nera ma in compenso ho avuto per un lungo tempo un male cane. Ciao Patricia.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stata senza fiato. Anche perchè sto balordo non si è rotto è entrato per un centimetro come la lana di un coltello...

      ahhahahahah anche tu stai bene eh... son contenta però di non essere l'unica a fare queste follie. ahhahaahah
      Se lo sapesse mai il mio medico....

      Elimina
  3. Cara Patrizia, io dovrei dirti! Patrizia combina guai!!! il racconto è stato divertentissimo!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Tomaso! Sono proprio una combinaguai ahahhhahahah
      Bacio stella!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ridi ridi Annina ahhahhahahaha che adesso rido anch'io. Adesso però.Ieri mattina proprio no!
      Sinceramente però col dolore di ieri non credevo che oggi sarebbe andata bene così.
      Mannaggia ai tagliolini! La prossima volta.. li mangio lo stesso ahahahahah

      Elimina
  5. Menomale che il buonumore non ti manca.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi Vincenzo. Ti garantisco che ieri invece..... 😢

      Elimina
  6. Mamma mia, da oggi in poi ogni volta che mi serviranno un piatto di tagliolini avrò paura :-D
    P.S.: come da tua richiesta ho aggiunto alcune foto al mio ultimo post ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non lavi la pentola non hai nulla da temere 😉

      Ps visto, commentato e fatto i complimenti 😊

      Elimina
  7. Oddio Patricia, mi dispiace tanto ma ....mi hai fatto ridere a crepapelle!!!!
    un bacio a te e al dito indice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhahahahah oggi rido anch'io ma ti garantisco che il 14 non ridevo affatto.
      Comunque stamattina l'ho fatto vedere in farmacia e mi hanno confermato che non c'è infezione. Non è rosso, non è gonfio e non fa male. Sarò folle ma almeno ho lavorato bene ahahahahahah
      Bacio

      Elimina
  8. Ma che tagliolino hai fatto ?? puro acciaio ....hai voglia a masticarlo ....ti chiamerò Gian Burrasca ... tu sei peggio ....povero dito di Pat .... bacino sulla bua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comperato. Fatto no causa mal di schiena. Pasta fresca comunque eh...
      Pat Pasticcio sarebbe meglio ahahahahhahahahaha
      Col bacino bua passata :D)

      Elimina
  9. Oh Patty, ma che combini!!!! Sei assolutamente pazza! Un abbraccio
    Ps non sono particolarmente fifona ma mi hai fatto venire i brividi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è verooooo!!!! Chiedilo al io amico immaginario :D)
      Comunque sembra che stia guarendo. Non fa male non è gonfio non c'è infezione :)
      A te i brividi a me in quel momento..... brrrrr

      Elimina
  10. Dimmi un po' stelassa, fammi capire: ma quei pezzi di metallo ve li siete mangiati? E non vi è successo nulla nel rifarli? Che so...emorroidi galoppanti...spellature anali...bruciacchiatura di ambo le chiappe? Niente? Che culo!
    Adesso spiegami chi è che ti ispira quella cofana di cazzonate che hai messo in fila tu. Io che sono uomo, dotato di unghie come cacciaviti mi guardo ben dal fare quello che ignobilmente la massaia Patrizia ha fatto in un attimo.
    Primo: grandissima carciofa ti è passato nemmeno un istante nella capoccia di mettere lo scolapasta col traditore attaccato dentro una bacinella con acqua bollente e di lasciare che si sciogliesse da solo? No? Ma che razza di babbea! Non avevi in casa un raschietto, un coltellino affilato, una grattacacio per grattare via il tocco di cemento armato, residuo di un lauto pasto forse mai digerito?
    Ancora una: tutto ciò accadde martedì sera il 13 di febbraio. Cara carissima, a forza di stare insieme a me sul web hai ereditato un pochito della mia sfiga. In quel momento a più di mille chilometri a nord-ovest io giacevo sopra il tavolo operatorio dove un medico babbeo quanto te mi aveva spedito.
    Per ultimo: solamente ad una masochista strabica come te poteva venir in mente quel pezzo da Donatello, scolpire la superficie dorsale dell'unghia.
    Mamma mia bella, sei proprio un pericolo pubblico.
    Ciao, ecco perché mi sono subito sentito a mio agio con te.
    AH AH AH AH AH AH
    E non lo racconterò a nessuno, giuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, Vincè... ma che? Mi pigli per il lato b?????
      I tagliolini erano comprati ed erano buonissimi. E' solo quel piccolo pezzo lì che non è stato bagno nella notte e per vendicarsi...
      No! Di rimetterlo a bagno non mi è proprio venuto in mente :) ops!!!

      Comunque Herr Iacoponi, non mi criticare troppo che ho fatto un lavoro di cesello che manco Benvenuto Cellini ahhahhahahah
      prrrrrrrrrrrrrr

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY