mercoledì 11 aprile 2018

Io non sono mare


Io non sono mare….
Io ero mare.
Ora
mare nero, color petrolio;
soffocato da pellicola spessa e oleosa.
Mare insipido al sapor di plastica.
Ben più salate umane lacrime.
Mare che non porta vita
ma regala morte,
una morte dolorosa e lunga, non sua.
Mare campione di riciclo mal riuscito
omaggio ad albratros e pesci
come prima è stato regalato a lui.

E cosa importa se muoiono?
Se moriamo?
Almeno,
lo facciamo in compagnia.
Patricia



14 commenti:

  1. Bei versi.
    La natura non ci sopporta più!! E nemneno io!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna!
      Ci sono momenti in cui penso che se la natura avessi piedi ci prenderebbe a calci

      Elimina
  2. PAT, sei bravissima.

    La mia, se mi viene e come viene.

    Nacqui Mare
    e appena nacqui
    fu vita per tutto:

    life
    Leben
    vie
    vida

    fui morbido,
    pacifico, tumultuoso,
    amico e nemico,
    fui tutto.
    Forse solo gli addetti ai lavori
    si accorsero
    del mio valore e della
    mia importanza,
    ma io nel frattempo
    lasciavo nascere questo mondo,
    nell'unico modo possibile:
    autonomamente.
    E capitarono a respirar aria in superficie
    tutti i miei abitatori, i pesci
    e tutto filò liscio
    finché sulle mie rive
    non approdò l'uomo, la prima
    creatura
    che non riusciva a muoversi dentro di me,
    che al fondo tendeva,
    che a galla tornava inerte e morto.

    E forse fu per odio e per terrore
    che l'uomo demonizzò me
    e le mie onde,
    scaraventandovi dentro
    tutto quello che a lui ripugnava.
    Adesso che plastica e scorie
    mi rendono il vero nemico
    non ho nulla con cui
    difendermi
    e difendere chi tanto mi odia.

    Moriranno con me,
    non ora, non domani,
    ma di certo
    e dopo,
    passati millenni,
    io tornerò sovrano
    e vincitore,
    e solo,
    infinitamente solo.

    VINCENZO IACOPONI MALAVISI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu Vincenzo non scherzi affatto eh...
      Complimenti!
      Purtroppo quello che hai scritto è solo verità. Sparirà l'uomo probabilmente ma il mare sarà sempre lì. Forse, finalmente libero.

      Elimina
  3. cara Patrizia, sei molto brava!!! questi versi ci fanno capire la realtà, una tristezza.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Poesia ambientalista, poesia su un mare sempre più malato per colpa nostra. Poesia che approvo in pieno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono contenta, Dani. Un mare che se deciderà di ribellarsi, di rivoltarsi contro di noi, ce ne farà vedere delle belle!

      Elimina
  5. Che zozzerie che facciamo in giro per il mondo...
    Bei versi :)

    Moz-

    RispondiElimina
  6. Io vorrei vivere, non morire in questa compagnia.
    Dura poesia, molto brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mari!
      Vivere in byona compagnia è l'ideale per tutti. Sta a tutti però far funzionare le cose al meglio

      Elimina