sabato 28 aprile 2018

Ma tenere un blog è stupido?


Qualche tempo fa, avevo letto un post che parlava di blog e blogger e del giudizio che altri hanno di loro. Non ho ritrovato il post anche perché non ricordo il nome del blogger e quindi non posso linkarlo. Mi scusi il blogger i questione ma la mia memoria....  :*)
Non ricordo bene nemmeno tutto il discorso ma volevo dire all’interessato, sì, mi pare fosse un uomo, che in questi giorni è successo anche a me di sentirmi dire che….
Ma se parto dall’inizio forse è più semplice seguire il mio discorso.

Dunque… ho incontrato una persona che conosco da tempo che mi ha detto “ti vedo stanca”. Dopo avergliene spiegato il motivo mi ha chiesto se ho ancora il blog. (Perchè non dovrei???? Nemmeno se questa persona fosse una aficionada. Credo che non sia mai venuta a leggere nemmeno per curiosità).
Per farla breve, le ho risposto di sì e qui….
Essendomi lamentata prima della loquacità eccessiva della nonna sul genere dovessi lavorarci al pc con lei non riuscirei, mi ha risposto bellamente “ah, beh! Tanto quello che fai sul blog non è una cosa importante!”

Giuro! Stanca lo sono e tanto da non darle nemmeno risposta, a parte il fatto che non l’avrebbe voluta capire, però…
Però perchè non deve essere importante quello che scrivo per il blog? L’impegno che ci metto nel pensare a poesie o racconti? Il dar libero sfogo alla mia fantasia e a mettermi in piazza pubblicamente? Il denudarmi di fronte a terzi parlando di sentimenti privati?
Perchè in fondo, nei racconti c’è sempre una parte di verità personale. Nelle poesie c’è sempre un rovistare nel proprio io per cercare e far venire a galla quei sentimenti privati che vi si nascondono. E’ davvero un denudarsi metaforico rivelando di sé pregi e difetti.

Voleva forse intendere che è una perdita di tempo? D’altronde non ci guadagno un nichelino. Ma che c’entra quello?
Non sarà importante per lei o per gli altri ma lo è per me! Questo non conta nulla?

Io direi che conta eccome, invece. Conta perché apre la porta di un mondo diverso; di un luogo mio/nostro dove parlare e scambiarsi opinioni, dove discutere civilmente, dove stringere amicizie seppur virtuali.
Un mondo dal quale lasciar fuori i problemi di tutti i giorni per rilassare la mente. In cui fare quello che si è sempre sognato fin da piccoli: scrivere.
Se poi sono sciocchezze non sta a me dirlo.
E’ comunque un mondo in cui mi trovo bene e a mio agio, nonostante i miei limiti informatici e i pasticci che ogni tanto combino involontariamente.

Forse voleva dire che spreco del tempo che potrei impiegare meglio?
Può anche darsi da un certo punto di vista ma dall’altro….

Quando una cosa ti fa stare bene non è mai una stupidaggine!
Patricia


56 commenti:

  1. Buongiorno!!!!!
    Qui si inizia un discorso che mi sta molto a cuore ma che dovrei scrivere per ore, per spiegare le mie ragioni!!!!!!
    Cerco di stringere altrimenti viene fuori di tutto......... ^__^
    Per me il blog è una sorta di diario personale, un raccoglitore di ricordi, LAVORI, condivisione, relazioni virtuali (che in alcuni casi si sono trasformate in persone in carne e ossa), svelare un pochino della persona che sono, leggere cosa ne pensano gli altri di un certo argomento, non avere il paraocchi e mettermi in discussione, ecc ecc.........
    I blog sono INTERESSANTI, PIENI DI PASSIONE, scritti da persone che reputo pronte a dei confronti CIVILI, tutte cose che nei social 'veloci' non avviene quasi mai oppure si alzano talmente i toni da arrivare a discussioni allucinanti, commenti pieni di parolacce e scritti da persone che vogliono SOLO aver ragione e potrei continuare all'infinito!!!
    Questi sono alcuni degli argomenti per cui amo i blog, "un salotto dove far accomodare chi passa a trovarmi, sorseggiando un caffè, mangiando dei biscotti e chiacchierando amabilmente!!!"
    Tutto questo ma sopra ogni cosa MI PIACEEEEEEEEEEEEEE!!!!
    MI PIACCIONO un sacco i blog e, per ora, non lo cambierei con nessun altro social!!
    Quel pollice, quel cuore......... Un attimo e non ci si ricorda più!!!
    Kissssssssssssssssssssss
    P.S. Scusa il solito poema!!!! ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, nessun problema di lunghezza. Ci mancherebbe ancora :)
      Io però non aggiungo altro a quello che hai detto perchè lo ocndivido al cento per cento.
      Il blog è un salottino virtuale dove ricevere gli amici e chiacchierare. Un salottino che adoro perchè in fondo lascia anche un segno dentro di me. Non solo in fatto amicizie virtuali che a volte diventano viso a viso come dici tu ma anche come idee e pensieri.
      Ricambio di cuore il kisssssssssssssssssssssssssssssss

      Elimina
  2. Ciao, buongiorno.
    Anch'io penso, ognitanto, che il mio blog sia una cosa poco importante che richiede molta energia di me... Sono già dieci anni a postare... ma continuo a farlo.

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continui a farlo Carlos, forse perchè ti piace :)
      Comunque no, non è una cosa poco importante. Richiede energia è vero ma è energia ben spesa quando c'è un riscontro positivo di commenti, interazione con altri blogger.
      Tu non smettere eh... :)
      Besos!

      Elimina
  3. A) ti rende felice
    B) rende felici altri
    C) c'è uno scambio du anine e di pensiero mica da ridere
    D) l'opinione degli altri dovrebbe essere relatica a loro stessi.
    Non fartene un cruccuo qualsiasi cosa faresti con passione verrebbe criticata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A fuor di dubbio :)
      B spero
      C lo scambio c'è eccome ed è veramente importante perchè aiuta a vedere le cose da altre prospettive. Basta solo volerlo fare.
      D dell'opinione degli altri me ne frego assai. Tanto finchè ci sarà una visita sul blog io continuerò a scrivere.
      Non me ne faccio un cruccio.ERa solo un discorso così, da condividere appunto e setire anche il vostro parere. Non avevo dubbi comunque anche perchè non saremmo blogger altrimenti :)

      Elimina
  4. L'importante è che il virtuale non sostituisca la vita reale.
    Una volta una ragazza bravissima mi rivelò il suo stato d'animo. Sono stata al film ma ho seguito poco. Aspettavo con ansia che finisse per tornare a casa e controllare le risposte che aveva ottenuto il mio post.
    Ciao Imperatrice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! La vita reale e quella virtuale devono sempre restare separate. Bisogna trovare il giusto equilibrio tra una e l'altra.
      Ciao Gus

      Elimina
  5. Come dice bene Betta, i blog si differenziano dagli altri social (dopo quasi due anni di fb e tw incomincio a capire un pochino le dinamiche) perché sono proprio “siti” in cui ti sentì accolta e a casa. I blog sono “dialoganti”. Continua, Patricia, senza badare al giudizio di chi parla senza conoscere. Buona giornata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinforosa.
      Del giudizio altrui, soprattutto di certe persone non mi interessa granchè.
      Questo post è proprio la riprova di cosa intendiamo a quanto pare tutti come blog. Un luogo dove chiacchierare di un po' di tutto. Si spera sempre con educazione anche quando si è in disaccordo.
      Non ti preoccupare! Continuo! Tempo ultimamente magari meno ma voglia tanta! Poveri voi! ahahahahahahahh

      Elimina
  6. A proposito del fatto che tenere un blog non è una cosa stupida, ho inserito la tua ultima poesia nel mio post recente, vedi che serve avere un blog?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nick, ho visto qualcosa dal cellulare e ti ringrazio ma ho avuto pochissimo tempo per rispondere.
      Oggi arrivo e ti ringrazio (anche adesso ahahahahha)
      bacio!

      Elimina
  7. Mi ritrovo in quel che dici Pat e condivido appieno il pensiero di Betta ... mi piace molto ...il blog è un po come la mia stanza segreta e per i miei amici... quelli che mi conoscono virtualmente ...... che a volte sono più imtimi di quelli reali ... con gli amici vicini non c'è bisogno del blog e non lo conoscono nemmeno ... mi vedono da sempre e se hanno bisogno di me sanno dove trovarmi ...bello anche questo tuo post ... buon fine settimana un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giusina!
      Mi piace l'idea della stanza segreta! Un luogo intimo e solo nostro. Solo nostro per modo di dire perchè con l'interazione con ai lettori e con altri blogger viene condiviso.
      Bacio e buon weekend

      Elimina
  8. Il mondo si divide in Blogger e Antiblogger. Questi sono per me gli individui aridi di testa e di cuore che non impareranno mai a farsi i cazzacci loro.
    Ce ne dobbiamo ampiamente fottere: non contano nulla, perché non hanno nulla da dire e da replicare o controbattere. È il mondo di coloro che sostengono che le donne in fondo sono tutte puttane -tranne ovviamente le madri loro- e gli uomini tutti ladroni. Quelli che considerano una visita agli Uffizi tempo perso e se entrano in San Pietro si fanno il segno della croce e guardano il soffitto a dieci passi dall'uscita inchiodati. E nemmeno si accorgono del miracolo geometrico del colonnato del Bernini.
    Sono i pezzenti dell'anima, quelli che non leggono poesie, nemmeno quelle del Leopardi e non sanno cosa abbia scritto quel fiorentino col nasone adunco.
    Fanculiamoli e non se ne parli più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io me ne frego alquanto, Vincenzo. ERa solo un discorso per sentire anche il vostro parere.
      Persone aride... anche egoiste forse. Di certo poco interessate a vedere oltre il loro naso.
      Che facciano la loro strada che noi facciamo la nostra :)

      ps fiorentino col nasone adunco???????????????????????
      Uhm... e chi sarà mai??????? Miha quello he ha scritto quella Hommedia hilometrica??????????? ahahhahahahahahahahahah

      Elimina
  9. Cara Patrizia, io cerco ora di spiegare cosa può fare un blog!!
    Personalmente per me è come l'aria che respiro, lui mi fa superare ogni ostacolo, e questo avviene grazie a tutti voi che mi seguite, e che io passo da ognuno di voi!!!
    Ciao e un buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-).
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomasino. proprio così. E' una sorta di aiuto per distaccarsi un po' dai problemi personali. Almeno per qualche mezz'ora. E serve eccome!!!+
      Ciao stella. Bacione!

      Elimina
  10. C'è una maniera migliore di arricchirsi e arricchire il proprio tempo se non coltivando le proprie attitudini?
    Il blog è un luogo particolare e solo chi sperimenta può veramente comprendere. D'altronde chi non sperimenta - in via generale e riferito a qualsiasi campo - e spara giudizi, è un guscio vuoto incapace probabilmente di nutrirsi di qualsiasi moto dell'anima.
    Per dirla nuda e cruda, quoto paro paro Vincenzo! Eh si, tocca veramente fregarsene... - futtitinniiiii Pat :*** -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Irene (visto che ho imparato? ahahahahahh)

      Stanza segreta.. salotto virtuale.... luogo particolare... bellissime definizioni per la parola blog. :)
      Giusto! chi non ce l'ha e nemmeno visita quelli altrui non può capire cosa significa questo tempo condiviso anche se attraverso una tastiera e nascosti da uno schermo.

      ps lo feci, lo feci ahahahahahahah smack

      Elimina
  11. Io non credo proprio che sia una cosa stupida tenere un blog. Per me è un impegno ma è anche un passatempo, uno scambio tra mondi diversi. Io ho sempre creduto nel blog e son'accordo con te , che ci metti l'anima. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirtillo.
      Lo penso anch'io, sai... un passatempo ma come ogni passatempo richiede un certo impegno. E se ci fa piacere impegnarsi in questo, non è affatto stupido.
      Ciao stella!

      Elimina
  12. La risposta perfetta l'hai data con l'ultima frase che hai scritto: quando una cosa ti fa stare bene non è mai una stupidaggine o una perdita di tempo. Molte persone ragionano solo in termini di tempo speso per guadagnarci qualcosa dietro; di conseguenza al giorno d'oggi se hai un blog ma non guadagni come Chiara Ferragni pensano che perdi tempo e non serva a nulla. Ma prima delle collaborazioni pagate, delle sponsorizzazioni, di Adsense, i blog erano perlopiù diari personali, e per molti di noi lo sono ancora. E va benissimo così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me lo è ancora. Una sorta di diario personale che mi aiuta anche a mantenere un po' la mente in movimento. Mica poco!
      Hai messo il dito in una bella piaghetta però. Il guadagno. E' proprio così. C'è chi monetizza tutto. Se non ha un tornaconto finanziario niente è valido.
      Probabilmente non conosce la soddisfazione di una chiacchierata :D)
      Ciao stella!

      Elimina
  13. Sono completamente d'accordo con chi mi ha preceduto e con te quando affermi che ciò che ci fa star bene è importante, un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao CArmen.
      Tu lo sai meglio di me, purtroppo, che ci sono momenti terribili nella vita. Il blog può anche diventare una finestra che ci regala un po' di aria fresca e per un momento allontana da noi pensieri tristi e dolorosi.
      Bacio!

      Elimina
  14. Anche io di recente mi ero posto una domanda simile, mi chiedevo come ci vedono gli altri. Se gli altri sanno, se ci leggono.
    Io penso che diano tutto per scontato. Ma è normale.
    Chiunque mi conosce SA che ho un blog che parla di CERTE cose. Eppure spesso mi capita che amici (che SANNO) mi domandino "ricordi questo? ricordi quello?" quando magari l'ho trattato giusto tre giorni prima.

    Il blog non è una cosa stupida, è una passione. Ma hai ragione: è soprattutto qualcosa che ci fa star bene.
    A ognuno il suo.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miki, sì, è una passione che impegna ma ci regala anche soddisfazioni quindi ci fa star bene.
      A questo punto, ben venga il blog e gli altri.... a... a... :D)
      Bacio fanciullo!

      Elimina
  15. Beh, da un certo punto di vista tutto ciò che non è strettamente connesso alla sopravvivenza e al benessere economico è "non importante".
    E' importante guardare la televisione? In teoria no. Non serve alla sopravvivenza, non implica che abbiamo benessere economico a meno che non guardiamo un programma con abbonamento su megaschermo a 2500 pollici.
    E' importante fare una passeggiata senza meta? Può essere utile per la salute, ma sarebbe ancora meglio andare in una palestra superlusso coi pesi placcati d'oro per fare attività fisica e mostrare quanti soldi possiamo permetterci di spendere.
    Insomma, le cose "stupide" possono essere tante se si imposta il discorso in un certo modo.
    Bloggare è stupido? Non serve alla sopravvivenza del nostro corpo? Non dimostra che siamo ricchi e potenti visto che chiunque può gestire un blog? E vabbé, a me piace farlo, non fosse altro che per il principio enunciato da Dostoevskj, te lo cito per intero perché è straordinario:
    "Io sospetto, signori, che voi mi guardiate con compatimento; mi ripetete che un uomo istruito ed evoluto, quale sarà insomma l’uomo futuro, non può volere deliberatamente qualcosa di svantaggioso per sé, che questo è matematico. Perfettamente d’accordo, è davvero matematico. Ma ve lo ripeto per la centesima volta: c’è unicamente un caso, uno solo, in cui l’uomo può augurarsi di proposito, consapevolmente, anche qualcosa di dannoso, di stupido, perfino stupidissimo; ovvero: per avere il diritto di augurarsi anche ciò che è stupidissimo e non essere vincolato all’obbligo di desiderare soltanto ciò che è intelligente. Infatti […] questo capriccio, signori, in realtà può essere ciò che è più vantaggioso per noialtri sulla terra, soprattutto in certi casi. E in particolare può essere più vantaggioso di tutti i vantaggi perfino se vi causa un danno evidente e contraddice alle più sensate deduzioni della nostra ragione in materia di tornaconto, perché in ogni caso salvaguarda la cosa più importante e preziosa: la nostra personalità e la nostra individualità."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se lo dice ARiano Dostojevski :D)
      Parole sacrosante. Sallvaguarda la nostra personalità e la nostra individualità.
      Aggiungo io tira fuori anche quella parte nascosta che ci era sfuggita.
      E tra un discorso serio e uno faceto si chiacchiera, ci si confronta... le idee non ammuffiscono perchè hanno un continuo ricambio di aria.
      Ciaooooooooooooooooo

      Elimina
  16. E' difficile che chi non ha mai avuto a che fare con questo mondo possa capire quanto sia importante per noi. Un blog diventa una parte di noi, un pezzo della nostra vita. Dall'esterno non sempre si comprende, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VEro Maria Teresa!
      Bisognerebbe però perdere il vizio di giudicare senza sapere ma penso che questa sia utopia!!!!!!
      Ciao stella!

      Elimina
    2. Cara Patricia, per me è solo un anno che scrivo sul blog. Troppo poco per fare un resoconto? No. Sto bene a farlo, mi stimola, mi dà la voglia di scrivere e ho conosciuto persone fantastiche che non avrei potuto altrimenti. In più non sono sola a scrivere sul Blog. Questo è un ulteriore arricchimento. Non è tempo perso come vedi.

      Elimina
    3. Ciao Tiziana, io sono convinta che non sia mai tempo perso ma sempre un arricchimento!
      Ho il blog da dicembre 2012... mi sembra che esista da una vita e nel contempo che sia appena nato. Di certo non sono ancora stufa, anzi.... :)

      Elimina
  17. 👍👍👍👍👍👍
    è proprio così !
    ciao :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mara!
      Ci divertiamo? Siamo soddisfatte? E allora non è stupido!
      BAcio!

      Elimina
  18. La gente povera di spirito non può apprezzare un blog. Non ha abbastanza fantasia e i suoi interessi sono probabilmente molto limitati. Penso anche che non ami leggere, tutto tempo sprecato in confronto a spettegolare un po' tra amiche, a parlare sempre dei figli o a quanto sono belli ed istruttivi certi programmi televisivi come "C'è posta per te " o "Amici " di Maria De Filippi. Oppure " il grande fratello " o " L'isola dei famosi"
    Io li chiuderei tutti quanti, proprio per proteggere i figli.
    Io amo il mio blog e quando non ho potuto usarlo mi è mancato da morire ; penso che tutte le persone anziane dovrebbero averne uno, per mantenere la mente fresca ed aggiornata ( ma non è questo il mio caso, almeno credo, ahahaha ) perché lo scambio di opinioni è sempre stato utile per non fossilizzarsi sulle proprie idee e imparare ad accettare quelle degli altri.
    W i blog e chi ne ha uno!
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che ognuno ha le sue priorità... chi legge, chi scrive e chi spettegola o vive di voyeurismo :) §I§ programmi che hai elencato pensato che ne siano l'esempio massimo di voyeurismo.

      Anch'io amo il mio blog. Non riuscirei a starne lontana.
      Ti do ragione sul mantenere la mente fresca (non noi due che siamo giovanissime, praticamente ragazzine ahahahahahhahaahh)

      Sull'ultimo punto diciamo che dovrebbe essere così. Purtroppo invece a volte si è così arrabbiati col mondo intero che non sempre succede. Pace! Basta cercare lidi più sereni :D)
      W i blog!!!!! Oh, yes!!!!!!!
      Ciaooooo

      Elimina
  19. Se dobbiamo ragionare così, allora è quasi tutto stupido, salvo mangiare, dormire e respirare... ma qualcuno ci aggiungerebbe guardare Amici in tivù, magari! Secondo me hai ragione tu: quello che ti fa stare bene è importante, e ti aiuta anche a far stare bene gli altri. Nel caso del blog, la seconda possibilità è ampliata. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci credo in quell'affermazione. Che sia il blog con tutto quello che ci gira intorno o coricarmi in cortile a giocare con la mia cagnina. In quel momento mi diverto e sto bene. Dopo, sto ancora bene :)
      Se qualcuno pensa che sia matta me ne frego altamente. Ognuno di noi deve essere libero di fare le sue scelte, giusto?
      Col blog è ampliata sì la possibilità perchè si amplia il giro delle conoscenze, delle amicizie.
      Non è venghino sior siori che più gente entra e più bestie si vedono. No! E' venghino sior siori che più siamo e più idee diverse da scambiarci abbiamo.
      Ciaoooo

      Elimina
  20. Forse mi ripeto in quanto non ho letto i commenti precedenti.
    Il blog è apertura incondizionata che giova all'emittente, ma anche ad eventuali destinatari sia che concordino o che dissentano. Inoltre in rete, o almeno in questa dimensione, viene fuori l'autenticità proprio perché i bit sono avulsi dalla sensorialità. Se poi nascono amicizie, contatti, interlocutori, non mi sento neppure di definirli virtuali, in quanto li sento profondamente reali. Da dietro lo schermo si percepiscono personalità, vive, reali, palpitanti. Sì quindi al blog, se liberamente assunto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto! Condivido quello che hai scritto in pieno, Graziana.
      Se non se ne diventa succubi è un circolo ricreativo in cui scoprire, condivide, crescere e perchè no? fare amicizia
      Ciaoooo

      Elimina
  21. Mi viene da ridere... cosa dovrei dire io allora che ne ho 5? Tutti con tematiche diverse e ben precise... scrivo quando mi pare, commento quando mi pare... e vivo contenta. Ogni tanto qualcuno va fuori delle righe, ho imparato a difendermi mandando la persona all'altra sponda e continuo per la mia strada cioè a fare ciò che mi piace. Naturalmente e ovviamente in primis c'è sempre la vita reale poi quella virtuale.
    Vai bella che sei forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vita reale deve sempre essere al primo posto. Su questo non ci sono dubbi. Altrimenti saremmo tutti alienati.
      Però se appunto ci fa sentire bene con noi stessi e con gli altri evviva i blog come ha scritto Cristiana!
      Ciaoooooooo

      Elimina
  22. Il blog aiuta in tante cose, sicuramente non è una cosa stupida.
    Serena domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già. Chi non ce l'ha però fa fatica a comprenderne i meccanismi, a capire cosa può comportare avere un blog. Non parlo solo dell'impegno che si deve usare per scrivere i post, leggere, commentare, rispondere. Parlo proprio dell'interazione che nasce tra blog/blogger e altri blog/blogger.
      Tu ne sei un esempio lampante con la tua disponibilità a offrire tue pagine ad altri blogger in particolari occasioni :)
      Buona domenica

      Elimina
  23. Ciao sai certe persone parlano solo perché hanno la bocca.Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaahah io dico che devono cambiare aria ai denti ahhaahha
      Comunque sì. BAsta poter criticare e son felici.
      Oh, al diavolo!!!
      Noi comtinuiamo.

      Ciao e buona domenica a te

      Elimina
  24. Io tempo fa ho scritto un post dal titolo "Il blog non è un passatempo."
    Riassumo... Ci sono blogger che nascono e chiudono ogni giorno. Le difficoltà le incontriamo tutti. A me sinceramente non mi piace chi blogga con superficialità o con doppi fini, assumendo atteggiamenti non consoni in base al bisogno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è a te che mi riferivo 😊
      Scusa ma proprio non ricordavo più. Vengo a rileggere il post ma senz'altro mi riferivo a te.
      Parli degli opportunisti e di quelli che non hanno idee e forse nemmeno tanta voglia di bloggare.

      Elimina
    2. Ho riletto il post. Potrebbe benissimo essere a questo che mi riferivo.
      il commento che ti avevo lasciato allora é sempre valido

      Elimina
  25. Leggere non è importante.
    Scrivere non è importante.
    Studiare non è importante.
    Riposare non è importante.
    Divertirsi non è importante.
    Farsi una cultura non è importante.
    Pensare non è importante.
    La salute, quella è importante.
    Hai un lavoro, quello è importante, anche se non ti fa star bene e la tua salute ne risente. Perchè la salutè sta sempre dietro al lavoro.
    Fare soldi, quello è importante.
    Lavora, lavora e ancora lavora. 7 giorni su 7, festivi e non.
    Guadagna ma poi spendi.
    Spendere, questo è importante.
    Direi che, alla fine, il martellante indottrinamento ha dato i suoi frutti. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente cattivello il tuo commento però hai centrato in pieno la situazione.
      Il fatto è che se uno leggesse, scrivesse, si informasse eccetera eccetera forse certe cose le capirebbe e non si lascerebbe fare un simile lavaggio del cervello.

      Elimina
    2. Diciamo che una mente "pensante" è meno influenzabile. Oltre al lavaggio del cervello perpetrato da un po' tutti i mass media, da piemontese, mi dà molto fastidio la classica mentalità del "mac travajé". Se una cosa non è fatica, sudore e guadagno allora non è utile. Mi ha sempre dato fastidio.

      Elimina
    3. A chi lo dici!!!! Quell'impossibilità di star seduti cinque minuti con un libro in mano (o un giornale) perchè c'è questo da fare, quello da fre, quell'altro da fare...

      ps letto Tsugumi! Bellissimo! Ne parlerò più avanti sul blog. Grazie della dritta

      Elimina