domenica 29 aprile 2018

Operazione Sale e Pepe

Questo libro partecipa alla SFIDA ALL’ULTIMA PAGINA – READING CHALLENGE 2018



Operazione Sale e Pepe
Squadra Speciale Minestrina in Brodo
Roberto Centazzo
TEA (2018)




Prima o poi gli amici tornano a trovarci. E’ sempre così. Quando gli impegni lo permettono, suonano il campanello e noi siamo ben lieti di accoglierli.
Ferruccio Pammattone, Luc Santoro, Eugenio Mignogna, meglio conosciuti come Semolino, Maalox e Kukident per loro caratteristiche particolari, sono i tre poliziotti della Questura di Genova ormai in pensione che hanno proprio suonato quel campanello per raccontarci le loro ultime indagini come membri di una speciale squadra investigativa che solo la fervida mente di Centazzo poteva creare.
Ma Roberto non ci parla solo dei casi e dei reati, Ci mostra i nostri tre protagonisti nella loro vita privata, paturnie, gelosie e nostalgia comprese.
Nella loro ruvidezza bonaria, i tre “giovanotti” sentono il sangue scorrere più velocemente al pensiero di tornare in azione e ci si buttano a capofitto.
Quando poi uno dei casi coinvolge uno di loro, si sentono ancora più motivati e si spalleggiano uno con l’altro.
Già! Perchè questa è anche storia di amicizia vera, profonda tra chi ha lavorato insieme una vita intera.
Le indagini si riferiscono a reati che purtroppo sempre più spesso si leggono sui giornali. Furti e truffe agli anziani. E qui, la professionalità di Centazzo viene fuori con la sua esperienza lavorativa. E’ infatti ispettore capo della Polizia di Stato.

In una Genova molto calda ed estiva, sarà soprattutto l’ultima indagine, quella inerente alle truffe, a metterli a dura prova anche emotivamente.
Poliziotti, sì, ma prima di tutto uomini.
Centazzo ha creato il prototipo di pensionati che pur rendendosi conto di “essere vecchi”, se lo dicono da soli, dall’altra parte non si vogliono arrendere.
Ruvidi a tratti, in altri ironici, nelle loro vene scorre impetuosa quella voglia di fare, di sentirsi ancora parte dell’oggi. La professione praticata per un vita è più forte di ogni altra cosa. E’ ancora la loro vita.
Così, tra ricordi, pedinamenti, richieste di aiuto all’amico esperto di tecnologie ritrovano la vecchia grinta che era solo sopita.

Un noir tutto italiano, autore, localizzazione, personaggi.
A dimostrazione che anche tra i nostri connazionali c’è chi sa scrivere, questo come i libri precedenti di Centazzo, (andate alla pagina statica #iostocongliesordienti e cliccate sul nome dell’autore) è scritto con uno stile semplice. Con stile semplice non intendo affatto banale ma elegante, chiaro, senza orpelli inutili e accattivante. Con certe descrizioni che sfiorano lo stile poetico.
E così viaggiamo tra la rabbia e la curiosità, tra il momento ironico e quello che ci fa sorridere, tra quello amaro come un intruglio non zuccherato e difficile da mandare giù a quello dolorosamente malinconico. Nello specifico, di Luc Santoro che non può non contagiare anche il lettore. Diciamo pure che ci si immedesima spesso in lui in questo romanzo.

Insomma!L’ho trovato godibile e interessante. Iniziato e finito perché dovevo sapere se prendevano il/la colpevole. Ma questo proprio non ve lo dico! 
Vi posso solo dire che con Roberto vado sul sicuro :)
Patricia


14 commenti:

  1. Una bella recensione Patricia. Ultimamente il mondo degli anziani mi interessa molto sarà che come Maalox e Kukident sto invecchiando ? Bravo questo autore che non conoscevo, grazie e buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, grazie!
      Diciamo che in questo libro il mondo degli anziani è visto come è purtroppo in tanta parte della realtà: quello dei deboli, sconfitti troppo spesso da esseri abietti.
      I tre ex poliziotti non sono poi così vecchi. Se lo dicono tra un soriso ironico e uno sconsolato :)

      Io conobbi Roberto al Salone del Libro di Torino qualche anno fa. Era presente allo stand della Questura di Torino e presentava i suoi libri. Nell'occasione comprai subito i primi tre del Giudice Toccalossi e fu amore a prima vista :) Da Toccalossi poi sono passata a questi personaggi che sono caratterialmente diversi e in comune con lui hanno solo un forte attaccamento alla loro ex professione e uno spiccato senso di giustizia pur riconoscendo che non sempre si può rimediare a certi problemi. A volte nemmeno mettere una pezza.
      Roberto è una persona gentile e simpatica. Disponibile. Chissà se lo incontrerò di nuovo se riuscirò a tornare al salone quest'anno....
      Buona domenica a te!

      Elimina
  2. Decisamente interessante, complimenti a te e all’autore. Buona domenica.
    sinforosa
    N.b. il “mio” blogger è ancora in inglese e il tuo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa.
      Sì, sempre e cocciutamente in inglese... pffffff
      Bacio!

      Elimina
  3. Cara Patrizia, molto ma molto interessante! non immaginavo esistesse un libro per questo.
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Sei sempre più brava a presentare i libri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compulsiva anche in quello ahahahahahahah
      Grazie Nick! Bacio!

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ciao Anke, un noir italianissimo con casi reali che leggiamo ogni giorno sui quotidiani e che strappa qualche sorriso perchè l'ironia dell'autore si è trasferita nei personaggi :)
      Bacio!

      Elimina
  6. Passo solo per dirti che stamattina blogger è ritornato italiano😂
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sinfo, ho visto proprio ora. Mah,.... sarà stato un problema loro a questo punto.
      Ciaoooo

      Elimina
  7. Grazie per questa recensione, mi hai incuriosito molto; ho voglia di conoscere: Semolino, Maalox e Kukident

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ste, sono simpatici davvero!
      Questo è il terzo libro. In ordine sono:
      La prima operazione della squadra speciale minestrina in brodo
      Operazione Portofino.

      Sono forti!!!! Ciaoooo

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY