mercoledì 23 maggio 2018

Titoli visionari, meravigliosi titoli

CRISTINA M. CAVALIERE del blog IL MANOSCRITTO DEL CAVALIERE
ha lanciato un nuovo gioco con questo .POST
Si tratta di associare libri i cui titoli  ci hanno colpito in modo particolare ad opere d'arte, spiegandone il motivo in poche parole.
Una nuova associazione di... "idee" quindi :)

Ci provo, mi son chiesta? Io con le opere d'arte non... lego molto, diciamo così.
Coi libri invece c'è una sorta di affinità particolare.
Risposta? Perchè no?
Così eccomi qui a tentare l'esperimento.

Il primo titolo che mi viene in mente è sempre il solito vecchio tormentone che ormai tutti quanti conoscete bene.

L'amante di Lady Chatterley di H. D. LAWRENCE. 

Titolo che può far pensare ad un romanzo erotico ma anche se ci sono pagine in cui l'erotismo si vive, si parla di una  crescita intima atttraverso un incontro ed un rapporto d'amore fuori da ogni regola. In un'epoca in cui le donne dovevano essere belle, eleganti, abbastanza colte ma non troppo, Connie si sveglia e si ribella. Scopre che la sua vita non è come la vorrebbe e la riprende praticamente in mano.
Per me è stato un libro sulla possibilità di uscire da binari prefissati da altri ma che ci stanno stretti.

Il quadro scelto è Sguardi di Ferruccio Pizzarelli

Foto dal web


Lo sguardo stranito, quasi incapace di comprendere ciò che vede la donna, è quello di Connie quando incomincia a rendersi conto della sua realtà. Anche lei subito non afferra cosa significa l'incontro con Mellors. Tanto meno sa come le rivoluzionerà la vita.



Il secondo libro è I BUDDENBROCK di Thomas Mann.
Un cognome che fa pensare ad una stirpe e così è. Nessun ribaltone. Però non ci spiega altro. Ci lascia la curiosità. E' la storia di un successo antico che però finisce. Non solo tracollo finanziario ma decadenza in senso lato. Famiglia, amori, onore.
Per  me è un simbolo della caducità delle cose. Nulla è eterno.Nulla è fatto per durare in eterno.

Il quadro scelto è L'urlo di Munch

Foto dal web

Immagino che in Thomas Buddenbrock sia esploso un urlo simile, disperato, che nasceva dal fondo delle viscere quando muore conscio della rovina
 
Il terzo libro è LE VOLPI VENGONO DI NOTTE di Cees Noteboom


Racconti stupendi che sanno di sogno e che mi hanno fatto sognare. L'ultimo racconto soprattutto. Lo scoglio, la solitudine la tempesta.... la continua battagia che si chiama vita.
Le volpi come sogni ad occhi aperti che ci raggiungono  quando meno ce lo aspettiamo e ci lasciano basiti.

Il quadro scelto  è La Nona onda di Aivazonvsky



Foto dal web

La vita è burrasca. Le onde sempre ci sbattono a destra e a manca perchè i problemi non mancano mai. E quando non ci sono  ce li creiamo con i ricordi o con paure.
C'è sempre però una luce all'orizzonte. Un filo di speranza verso il quale dobbiamo tendere e dirigerci. 


Il mio ultimo titolo  è Il passato è una terra straniera di Gianrico Carofiglio.


In una Bari benestante c'è chi si lascia traviare e portare fuori rotta da  un amico delinquente ma affascinante e pieno di carisma e scoprirà così un volto sconosciuto della vita.
Perchè questo titolo? Perchè in certi casi il passato diventa un qualcosa da dimenticare, da allontanare da sè. Una terra straniera appunto in cui non si vuol più ritornare. Soprattutto che si vorrebbe on aver conosciuto.


Ho scelto il quadro  Guernica di Pablo Picasso.

Foto dal web




Per me rappresenta la sofferenza interiore del protagonista, la visione distorta della realtà sotto l'influenza dell'amico, la distruzione  del suo mondo abituale. Una sorta di morte spirituale, insomma.

Patricia



27 commenti:

  1. bella idea^^
    ci provo... così di mattina mi vengono in mente I miei preferiti...

    Allora io scelgo: Amor sacro e amor profano di Tiziano.
    e lo associo a Cime Tempestose di Emily Brõnte.

    La spiegazione è semplice: per quanto paradossale l'amore di Heatcliff è sacro (nel quadro è la donna nuda)idealista, purista, che sebbene non sembra ascendere al cielo ma alle terre di sotto, egli invece meritava una possibililtà, negata da Chaty che si sposa.
    Ma il suo amore profondo infine lo salva portandoselo via.
    Quindi per contrasto Chaty è l'amor profano che nel quadro è vestita di bianco come una donna promessa in matrimonio con il mazzolino di fiori per emblema. Chaty quindi diviene l'emblema dell'amor goduto anche se male e Heatcliff dell'amore ingenuo, incondizionato, anche se ammalante e per niente felice.
    Ma in quelle acque che cupido stempera, facendo da spartiacque, da tramite da un amore e l'altro, in quelle acque esiste tutta la vera essenza di un amore autentico ed eterno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello. Non dico nulla perchè Tiziano (Terzani???) non l'ho mai letto e Cime tempestose.. beh, son passati secoli e lo ricordo poco.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Amor sacro e amor profano di Tiziano Vercellio è un quadro.

      Elimina
    4. ahahhahahahah ronf ronf ronf... scusa! ahhahaha
      Visto il quadro. Azzeccatissimo!

      Elimina
  2. L'avevo letto il post di Cristina, hai seguito egregiamente le sue orme. E quasi quasi potrei provarci anch'io coi "miei" titoli più ispiranti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più o meno ARiano! Ho sudato le classiche 7 camicie a trovare i quadri adatti, nonostante i pochi gradi che ci son qui al polo nord... ops,, volevo dire in Piemonte ahahahah
      Provaci provaci che son proprio curiosa. Son convinta però che il tuo avrà un altro stile :)

      Elimina
  3. Bel gioco. Molto interessanti i tuoi accostamenti e le tue motivazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì gioca? Eccomi!!!! ahahhahahahahah è proprio vero che invecchiando si torna bambini.
      Grazie! Per una ignorantona come me di arte è stato pesante :)

      Elimina
  4. Ma che bello!!! Le tue scelte sono affascinanti, Patty, specie l'ultima secondo me azzeccatissima Carofiglio-Picasso *_*
    Quasi quasi ci provo... ci provo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che ci devi provare! Mette il link di Cristina e buttati!!! Curiosa sono, ah!!!
      ahhahahahahaha

      Elimina
  5. Le Volpi vengono di notte? Come ho fatto a perdermi questo lavoro? ;)
    MI piacciono i tuoi giochi, sono molto stimolanti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un libro di racconti. Ne avevo anche parlato qui sul blog.
      I racconti piaciuti molto. L'unica cosa che ho odiato è il formato del libro grrrrrrr... stretto e lungo... difficile da tneere in mano

      Elimina
  6. Io penso a Madame Bovary che non è un libro porno ma didascalico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! I titoli a volte sono fuorvianti.

      Elimina
  7. stupendo Pat ....formidabile mi piace molto anche questo ....che bravi che siete ... bacio

    RispondiElimina
  8. Innanzitutto grazie mille di aver partecipato al gioco, e che bei titoli hai tirato fuori!

    Li ho letti tutti, tranne due che, guardacaso, secondo me hanno i titoli più evocativi in assoluto:
    - "Le volpi vengono di notte", mi pare che l'anno scorso Glò de "La nostra libreria" me lo avesse consigliato. Il quadro di Aivazonvsky che hai scelto, poi, è stupendo.
    - "Il passato è una terra straniera".
    Ora ti aggiungo il fondo al mio post come partecipante. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo perchè sei tu eh... ahahhahahahaah tu sai che la mia ignoranza in fatto di arte è abissale. Ma sinceramente non mi è forse nemmeno mai interessata più di tanto.

      Le volpi vengono di notte è davvero una bella raccolta di racconti che io ho scoperto proprio grazie a Glo.
      Il libro di Carofiglio ..beh! A me come scrittore piace da impazzire
      . Questo però è particolarmente crudo e duro.
      Ciaooooo :*)

      Elimina
  9. un gioco molto interessane... devo pensare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leggerevolare.
      E' un meme lanciato da Cristina. Non ci sono regole particolari. Basta fare gli abbinamenti, citarla ovviamente e poi magari dirglielo così completa lelenco dei partecipanti.
      Ciao

      Elimina
  10. Molto interessante e intrigante. Partecipo volentieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giuseppe. Penso che Cristina ne srebbe felice!

      Elimina
  11. egregi accostamenti!
    Azzurrocielo

    RispondiElimina
  12. Ciao, mi piacciono molto le tue scelte, io amo molto l'arte e credo che hai fatto degli accostamenti indovinati, come quello dei Buddenbrock di Mann accanto all'urlo di Munch. Ho scoperto il "Gioco" da Ariano e ora vado a leggere tutti i post sul tema. Bellissima idea a cui parteciperò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosalia, grazie infinite :)
      Io con l'arte non lego troppo infatti non partecipo sempre perchè trovo difficile difficile ahhhaha
      Cristina però è troppo buona mi concede abbastanza libertà.
      Verrò a leggere senz'altro il tuo post.
      Buon pomeriggio

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY