mercoledì 9 maggio 2018

VERSEGGIANDO 5

           VERSEGGIANDO 5



Eccoci al 9 maggio e alla quinta puntata di VERSEGGIANDO.
Mamma mia come passa il tempo! E come ci si diverte quando si è in ottima compagnia!

Già la quinta  puntata... da non crederci, eppure...

Per questo mese, inizialmente le parole erano state scelte da Vincenzo Iacoponi da tempo immemore. Che ci volete fare? Irruente.. o irruento come preferite ma lui è così! :D)
Su insistenza di Daniele e per gentile concessione di Vincenzo  però, questa volta le scelgo io.
Le cinque parole di herr Iacoponi serviranno a giugno :)
Bene! Siete pronti? Ok. Allora questo mese giochiamo con.......


ORIZZONTE
BAZZECOLE
NIRVANA
USCIO
ÀLEA 

Buon divertimento e buon poetare a tutti!
Patricia 

24 commenti:

  1. L’uscio sbattè
    e lui, stanco di quelle bazzecole,
    si diresse verso il suo orizzonte
    accettando l’alea
    di un nirvana ancora sconosciuto.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E menomale che non te la cavavi!!! :)
      Brava! Ti do un bacione come premio velocità!!!! :)
      Ciaoooo

      Elimina
    2. Ma vaaa! Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  2. Cara Patrizia, non capisco come fai a essere sempre così attiva piena di iniziative!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto tornando bambina, stella! Giocooooooo!!!
      Bacio e buon viaggio per la tua adunata!

      Elimina
  3. Ok eccola, fresca di giornata con un tema attualissimo oggi ma in realtà attuale sempre.

    "NIRVANA"

    Esce dall'USCIO
    E conta 100 passi.

    Li conta per non dimenticarli
    Per mantenere memoria storica
    Per ribellarsi all'omertà.

    ALEA tipica di questa terra
    Sai quando esci di casa
    Non sai se ci farai ritorno

    Sicuramente
    Da quelle parti
    Non ci si annoia mai
    La routine è inesistente.

    E mentre BAZZECOLE virtuali
    Annacquano menti colorate
    Anime, preda di un insano NIRVANA,
    Si anestetizzano
    Cancellando ogni ORIZZONTE di speranza

    Ed oggi
    in quella via
    Puoi ascoltare lo scomodo suono
    Di quelle scarpe
    Che percorsero quei 100 passi
    Come un ultimo rintocco funebre
    In memoria di una libertà sepolta
    Nel silenzio più assoluto

    Un silenzio di vergogna.

    DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai fortissimo co sto NIRVANA.
      Il mio scompare di fronte al tuo.

      ###

      Ogni volta che mi sveglio di notte,
      succede quasi sempre
      dalle due alle tre,
      mi precipito all'USCIO
      e corro l'ALEA
      che sia
      chiuso dall'esterno
      con la chiave nella toppa,
      e quindi mi precluda
      la possibilità di correre fuori
      in mutande
      verso un qualsivoglia ORIZZONTE...
      ......
      e qui mi sveglio e penso
      che in fin dei conti
      siano BAZZECOLE. C'è di molto peggio
      infatti.

      Ieri mattina per esempio
      ho scoperto
      che il NIRVANA
      non abita piú qui:
      se lo sono fregato
      i marocchini
      di Via del Zabaione,
      perché gli mancava un po'
      di albume e due etti
      di zucchero.

      VINCENZO IACOPONI MALAVISI

      Elimina
    2. A Daniele
      Chapeau!!!! Quei passi, 100 passi precisi, che risuonano ma nessuno ascolta. Sente ma non ascolta perchè non vuol ricordarne il significato...
      Vergognoso davvero!!!

      Elimina
    3. A Vincenzo
      Nirvana come bellezza della vita, come sicurezza, come serenità. Ladri di vita normale...
      Bella!

      Elimina
    4. Vincenzo, Patty, grazie siete splendidi!

      Elimina
    5. Blogger è scemo!
      Il commento che ho messo io ieri sera???? E le notifiche dei commenti di Daniele???
      Che OO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Riscrivo. Noi splendidi Daniele? Può darsi ma tu immenso!

      Elimina
    6. Condivido in pieno Cris.
      Adesso aspettiamo te!
      Ciaooooo

      Elimina
  4. Posso …!!?
    Mi chiamo Marinetta

    Il tuo blog è fantastico e son capitata per caso
    Così mi permetto di partecipare al tuo gioco

    L’Orizzonte definito
    da quella linea blu del mare,
    nella luce del mattino…
    dà un senso di …Nirvana.
    E le sensazioni che sto vivendo,
    perdendomi nell’immenso spettacolo
    non sono … Bazzecole.
    Ma… c’è sempre Alea ,
    in questa vita strana.
    È ora che io vada,
    con questa mia valigia.
    Tranquilla ,
    mi avvio verso l’Uscio.


    Spero di non aver fatto cosa sbagliata e spero di tornare ancora
    Un salutone e buona giornata
    Marinetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che puoi! Il mio salottino è aperto a tutti :)
      Anzi, benvenuta e spero che ti troverai bene.

      Molto bella la tua poesia! Le sensazioni forti, il rischio... fanno parte della vita. Messe in valigia terranno compagnia e deste, all'erta.
      Bravissima! Ti aggiungo subito al riepilogo del 21 maggio.
      Ciaoooo e grazie!

      Elimina
  5. Complimenti a tutti, questa è la mia poesia.
    Pat ti abbraccio!


    Uccidi il ragno

    Se mi trovassi nel posto sbagliato
    nel momento sbagliato,
    sull’USCIO del dubbio
    sola essendo ancora viva
    mi chiederesti di uccidere il ragno
    delle BAZZECOLE di paese?

    Lontano oltre l’ORIZZONTE
    svanisce la misericordia
    ÀLEA iacta est
    non si può tornare indietro.
    Prendi le armi
    “non sono un assassina”
    Prendi le armi
    “le mie mani non si sporcheranno di sangue”
    Predi le armi
    “la tua è una falsa verità”

    E se anche la verità fosse questa
    scapperei lontana
    portando il ragno con me,
    e ti lascerei nel tuo NIRVANA.
    Ofelia Deville©

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ofelia!
      Bella! Uccidi il ragno... grande metafora!
      Il dubbio come porta che si apre su minuzie che però possono far male.
      Il dialogo tra un interlocutore sconosciuto e te stessa.
      No! Non si obbedisce così ciecamente. Si sceglie perchè umana dote è il libero arbitrio.
      Brava!
      Ciaooooo

      Elimina

  6. Mondo assurdo colmo
    di parole sconce di gran moda
    populismo demagogia
    globalizzazione
    han sbattuto l'uscio in faccia
    a qualsiasi nirvana
    han livellato tutto e la terra
    non ha più orizzonte.
    Vip e nababbi arraffano preziose
    bazzecole luccicanti
    ignorando i' ALEA
    che tutto possa sprofondare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanta verità! Hai colpito e affondato Cris!!!!!

      Elimina