venerdì 29 giugno 2018

Oggi condivido DANIELE LAPENNA

Ancora una condivisione oggi e sempre a tema cancro. Minuscolo ovviamente perchè il bastardo la maiuscola non la merita.
Dopo i miei post di ieri e dell'altro ieri,
oggi condivido il POST di DANIELE LAPENNA  del blog https://ilventunesimosecolo.blogspot.com

Dopo aver letto questi miei post ( QUESTO su un articolo di ROSALIA PUCCIQUESTO
su un articolo di FORTUNATA NELLA SFORTUNA)
Daniele mi ha chiesto una piccola intervista sulla mia esperienza personale.

Ho accettato volentieri ma non per fare vittimismo. Semplicemente perchè sono convinta  che di certe cose si debba parlare. Che su certe cose si debba far chiarezza. Ci sono troppe voci in giro che negano l'evidenza dei fatti. Troppe voci pronte ad incantare chi sta soffrendo contando frottole.
Ecco! Ho accettato per dire apertamente che nonostante il cammino possa essere tortuoso e duro, a volte si riesce ad arrivare al traguardo.
Vero! Purtroppo non tutti ce la fanno. Ci sono casi in cui solo il Padreterno o chi per lui potrebbe risolvere la situazione.
In tanti altri invece, la percentuale di guarigione è aumentata così come è aumentata la speranza di vita (e nemmeno troppo brutta) per altri.

Si chiama ricerca! Si chiama studiare e confrontarsi tra scienziati. Si chiama impegno per la vita (spesso altrui).

Ma adesso vi lascio e vi invito a leggere il post di Dani che ho linkato all'inizio.

Buona lettura.
Patricia



8 commenti:

  1. Cara Patrizia, molto ma molto interessante, su questo male ce tanto da parlare, sempre sperando.
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì stella, c'è sempre molto da dire e tanto da fare :)*
      Bacio!

      Elimina
  2. Se non sono belle storie queste.. col magone in gola ma belle da leggere, da sperare, da vivere e da ridere mentre si saluta il "coso" che ci ha colpito ma non affondato.
    Belle storie, belle anche per chi è sano o ha un altro male che non si può sconfiggere ma solo controllare. Grazie ragazze (wow che donne!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sari
      Purtroppo sono esperienze di cui faremmo a meno volentieri ma la vita non ci chiede se le vogliamo fare. Ce le propina e basta.
      Un bacione grande stella!

      Elimina
  3. Un abbraccio grande Patricia. Complimenti al tuo intervistatore.

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY