giovedì 21 giugno 2018

VERSEGGIANDO 6 RIEPILOGO

RIEPILOGO DI VERSEGGIANDO 6



Eccoci al riepilogo della sesta puntata di VERSEGGIANDO.
Era iniziata il 9 giugno con le parole scelte da VINCENZO IACOPONI MALAVISI qualche tempo fa.
Ora chi vuole proporre le parole per il prossimo mese? Se per caso nei commenti troverò più proposte, serviranno già anche per i mesi a venire e saranno "usate" in ordine cronologico di arrivo.
Tanto per non far torto a nessuno :)


Ma ora ecco le parole scelte dal nostro nonnetto terribile



BELLIMBUSTO
CINQUINA
SORTILEGIO
REINCARNAZIONE
PEDISSEQUAMENTE




E i vostri componimenti


Diede a quel Bellimbusto una Cinquina
su quelle sue guance flaccide,
lui,
Pedissequamente,
non mosse nemmeno un ciglio,
era interdetto,
aveva dinanzi a sè
la perfetta Reincarnazione
della sua vecchia mamma
morta da anni
e verso cui non aveva mai osato
nemmeno alzare il tono della voce,
quale Sortilegio
aveva reso la sua donna
così gagliarda?
SINFOROSA CASTORO



 4 YEARS OLD

Avevo 4 anni
un saluto a mia madre
Poi lei si incammina verso quella piazza.

Quel giorno il destino mi catturò ferocemente
Fu come una CINQUINA ricevuta all'improvviso
Un SORTILEGIO malefico che deflagrò anche nella mia testa.

Piazza della Loggia
E mia madre non tornò più

Cancellato per sempre il presente
Una qualunque speranza di futuro
Ma soprattutto anche i miei ricordi.

A quattro anni i tuoi ricordi sono sbiaditi
E tu cerchi di rincorrerne PEDISSEQUAMENTE il sapore
Speri in una REINCARNAZIONE in un nuovo futuro
Vorresti riavvolgere il nastro del tempo di quella mattina.

A quattro anni i ricordi di tua madre
Sono ancora troppo pochi.

Ho cercato di non dimenticarne il volto
Di fissare nelle mie orecchie il timbro della sua voce
Associandola anche ad altre che potessero somigliarle.

Ma con il tempo tutto scolorisce
Il ricordo del suono si assottiglia
E gli unici ricordi che ho sono di seconda mano
Riportati da altri.

Questa tragedia mi ha tolto
Passato, presente
E donato un futuro doloroso
Macchiato da un destino crudele
Come un BELLIMBUSTO
Con atteggiamenti da bullo.

Follia assassina
Dentro un cestino dei rifiuti
E quelle schegge impazzite
Figlie di un'esplosione vile
E di connivenze deviate.

Avevo solo 4 anni
E fino a quella mattina io avevo una mamma.

Ora sono un uomo adulto
E sono orfano due volte:
Di madre e di giustizia.
 DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®




OFELIA DEVILLE


CREAZIONE
Le linee nell'oscurità si confondono
senza tempo e senza età
masticano le pagine della storia
strangolando un'ode alla libertà.

È l'inconsapevolezza
del disimparare di una verità,
una CINQUINA misurata a metà.

Increspato in pelo del BELLIMBUSTO
animale braccato e ferite di guerra
lance serrate con mano stretta.

Le fauci doloranti di uno oscuro mostro sacro
SORTILEGIO che ti inganna
e il figlio divorato
ci ricordano ciò che è tuo.

Nel momento in cui la morte è vicina
un respiro di ansimante REINCARNAZIONE
resta inappagato.

Fuoco nel ventre in eruzione
ipnotizzante
né invisibile
né visibile
occhi spalancati
l'onda PEDISSEQUEMENTE non si ritira ma gonfia.

Il racconto di te non si può cancellare
è una tua creazione
il mondo da domare.


(© Ofelia Deville)



 
VINCENZO IACOPONI MALAVISI




 

Un BELLIMBUSTO
una sera che ero sbronzo
mi fece un
SORTILEGIO
dicendomi che tre giorni
e due notti
dopo la mia morte
avrei avuto la mia
REINCARNAZIONE
e avrei vinto
una CINQUINA al lotto
supermilionaria,
campine mondiale delle
vincite.
Da quella sera
aspetto la mia fine.
Solo non mi ricordo se il tizio
mi consigliasse i suicidio.
Ci penso e ci ripenso
da mane a sera
PEDISSEQUAMENTE,
ma non ricordo proprio.
Scusatemi:
ero troppo sbronzo.

VINCENZO IACOPONI MALAVISI




CRISTIANA MARZOCCHI


Lo vedi quello là,
fa il BELLIMBUSTO di professione.
Sempre alla moda ,
col trainer personale
che gli accudisce la tartaruga ;
squallida REINCARNAZIONE
del Casanova,
che cerca l'anima gemella per l'alcova
tra le tante figlie di papà
che PEDISSEQUAMENTE gli van dietro :
nessun SORTILEGIO
solo un sorriso ammaliatore
costato quanto una CINQUINA al lotto
che gli farà impalmare
una miniera d'oro.  



CRISTIANA MARZOCCHI





MARINETTA

Quel suo gioco strano,
quasi come un Sortilegio.
Il Bellimbusto
la spiava
e corteggiava,
ed ogni sera…
Ogni sera
davanti l’uscio di casa,
appoggiata a terra
trovava
quella splendida…Cinquina
…Di rose rosse.
Oh , avrebbe voluto
sbattergliele in faccia
e invece…
Pedissequamente
le raccoglieva
e le guardava,
tristemente.
Ed ogni sera,
quando spegneva la luce,
c’era in lei
un desiderio grande
di Reincarnazione
…Lontana da lui. 


***
 

Marinetta





LA MIA POESIA

Infame mondo
dove basta un bellimbusto
a far sognare.

Dove un venditore di aria fritta
regalando numeri per il lotto
convince a buttar soldi tentando cinquine.

Che parlando con gli spiriti 
ci fa credere di essere la reincarnazione 
di dio antico  o regina del tempo che fu.
Che per stringere eternamente a noi
l'amore nostro che ci snobba
ci regala filtro magico e sortilegio.

Mondo babbeo
fatto di imbecilli che pedissequamente
si perdono dietro a illusorio fumo di ricchezza 
e amore.
Spero...
ti auguro che arrivi anche a te umana giustizia
e la cinquina non sia nel gioco del lotto 
ma in anni di galera

Patricia

 

18 commenti:

  1. Cara Patrizia, con questi post è come un invito a ritornare qui!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e iûn sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Bellissimo post Pat : )
    Complimenti a te per l'idea straordinaria!
    un abbraccio : )

    RispondiElimina
  3. Mio mancava di leggere solo la tua Patty e mi è piaciuta! Siamo sempre di più bene bene :-)))

    Io attendo che qualche buon cuore fornisca le parole per la prossima volta :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Sì, il numero dei partecipanti sta aumentando :) bello!!!!!!
      Se vuoi fornirle tu per luglio!
      Se non ricevo nulla sceglierò io!

      Elimina
  4. Le parole da usare non erano comuni, né facili da inserire in un componimento poetico. Mi sembra che abbiate fatto un lavoro egregio, complimenti a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosalia scusa!!!!! E' per il 22 giugno, cioè domani. Sto rimbambendo!
      Porta pazienza! :)

      Sì, herr IacoponeVincenzo ha scelto parole difficiline ma noi lo abbiamo fregato!!!!
      Ciaooo

      Elimina
  5. Credeva di metterci in difficoltà mister Iacoponi, invece è stato un successo.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAHAHAHAH e tu non sai quanto rido io! ahahahahahhaah
      Nessuno propone 5 parole per il prossimo mese? Se non proponete nulla sceglierò io AHHAHAHAHHAH

      Elimina
    2. io mi candido per proporle di nuovo a settembre :-)))

      Elimina
    3. Agli ordini! ahhahahah Ma voglio essere buona. Già fa caldo... uindi ci penso un momento :)

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY