giovedì 19 luglio 2018

BERSERKR


Questo libro partecipa alla SFIDA ALL’ULTIMA PAGINA – READING CHALLENGE 2018



BERSERKR
di Alessio Del Debbio
Dark Zone (2017)





Dopo aver letto L’ora del Diavolo, ne ho parlato QUI) ho incontrato ALESSIO DEL DEBBIO al Salone del Libro di Torino di quest’anno allo stand di Dark Zone.
Giovanotto simpaticissimo!
Gli ho chiesto un consiglio su quale libro puntare dopo l’horror di cui sopra e mi ha consigliato BERSERKR. 
Un urban fantasy, lo ha definito se non ricordo male.
Ho voluto fidarmi anche se non sono troppo portata per i fantasy ma… Alessio Del Debbio non tradisce mai!

Mi ha incuriosito parlando di questo libro che non è più ambientato nei luoghi preferiti da Alessio, la Toscana, la zona delle Apuane…
No, questo si svolge in Germania in una Berlino all’inizio del terzo millennio. Uno sguardo nel futuro, quindi anche se spero che questo suo sguardo sia solamente fantastico e non diventi mai realtà.
Il libro per me è una grande metafora dei giorni nostri e temo di quelli che potrebbero attenderci se le cose continueranno ad andare in questa direzione.
Urban fantasy perché è ambientato in città e parla di umani e razze sovrannaturali, vampiri, streghe, lupi mannari e via dicendo. Poi ci sono le Oceanine, le terribili sirene incantatrici e mangiauomini, che già erano comparse in L’ora del diavolo. Qui le ritroviamo e sono coprotagoniste, sempre più violente e crudeli.

Ma parla anche di segregazione. La razza umana che con la scusa della pace, costringe gli altri, le antiche stirpi, a firmare un accordo destinato a mantenere l’ordine costringendole a restare rinchiuse entro determinati confini. Una sorta di lager dai quali non possono uscire.
Non vi ricorda qualcosa? Non vi sembra che certi individui convinti della loro superiorità stiano spingendo verso questa segregazione? O è solo una mia impressione?

Tornando al libro, di veloce lettura perché ben scritto e coinvolgente, il protagonista è un uomo che non ha mai chiuso i conti con il suo passato. Per farlo tacere si dedica a rapporti promiscui continui oltre a svolgere il compito di cacciatore per la Divisione, la polizia del luogo.
Diciamo che più che vivere, sopravvive. E’ tormentato, scontento. Pieno di dubbi che prende a calci per non doversi prendere la responsabilità di rifletterci sopra. Ma, quando il delicato equilibrio sociale traballerà in seguito ad omicidi efferati quanto inspiegabili, dovrà per forza di cose scontrarsi con il suo alter ego: il passato e riuscirà ad accettare quello che in fondo è veramente. Non solo un uomo, non solo un cacciatore ma soprattutto lo Spirito Protettore della Città, l’Orso di Berlino, colui che si prende carico della sicurezza della città e dei suoi abitanti contro le forze oscure. Un Orso arrabbiato anche che farà della sua rabbia a lungo covata, della sua voglia di giustizia un’arma letale contro i nemici.

Inoltre, ci dimostra che pur essendo “diversi”, se vogliamo aiutarci è possibile. Se vogliamo allearci contro un comune nemico lo possiamo fare.
Soprattutto, se vogliamo dialogare e cercare di capirci basta parlare ed ascoltare. E che si può convivere.

Per non amare troppo i fantasy, confesso che questo libro mi è piaciuto. Si sente che non è “solo” fantasia ma che dietro a tutto c’è un lungo lavoro di ricerca nella mitologia nordica in particolare e nella mitologia in generale. Si sente la preparazione di Alessio su questi argomenti. Niente è campato per aria. Tutto è ben valutato e piazzato al posto e al momento giusto.

Bravo Alessio! Buonissima lettura!
Patricia




Questo post partecipa a LIBRI A TUTTO GAS
ideato da SQUITTY DENTRO L'ARMADIO
e dal Pripi con questo POST 


#libriatuttogas    #ispirazioniandco

15 commenti:

  1. Moz potrà essere più preciso di me ma il nome è quasi uguale a Berserk fumetto manga giapponese credo. Per maggiori delucidazioni rinvio a Moz qui https://mozoclock.blogspot.com/2018/07/pubblicita-berserk-albi.html

    Sarei curioso di sapere se è il personaggio del fumetto romanzato o se semplicemente il nome lo vuole palesemente ricordare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani. Confesso che di fumetti non so nulla! Non mi piacciono.
      Quello che hai scritto tu lo aveva già scritto Miki nel mio post sul SALONE DEL LIBRO 2018
      e Alessio gli aveva risposto così:

      Ciao Miki, il romanzo si intitola Berserkr, in quanto il protagonista è un berserkr, appunto, un guerriero orso, come i berserkir della mitologia nordica, fedelissimi servitori di Odino. ;)

      Qui comunque c'è il link del blog di ALESSIO DEL DEBBIO.
      Se ti servono ulteriori spiegazioni... :D)

      Elimina
    2. Ciao! In realtà il fumetto non c'entra niente, semplicemente un berserkr, nella mitologia nordica, è un guerriero orso, fedelissimo a Odino, e Ulrik, protagonista del romanzo, è appunto un berserkr! ;)

      Non ho letto il fumetto, ma posso presumere che anche il personaggio abbia qualche attinenza con il mito nordico, o con la berserksgangr, la furia guerriera che animava questi uomini, facendone degli invasati, convinti di essere proprio delle bestie.

      Elimina
  2. Cara Patrizia, vedo che sei sempre concentrata, con nuovi libri, io ti auguro buona lettura.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno mi rilasso un po', Tomasino!
      Bacio stella!

      Elimina
  3. Wow, grazie Patricia! Felice di averti regalato una bella lettura, anche se diversa dai tuoi generi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!
      E' stata una lettura davvero piacevole!

      Elimina
  4. Ho appena letto il libro. Devo ammettere che mi sono approcciata un po "annoiata", sperando che non fosse il "solito" fantasy.
    Sono felice di dire che non lo è : per niente! I ritmi sono incalzanti, la trama coinvolgente, i personaggi ben caratterizzati.
    È un libro da divorare..e che coinvolge in pieno il lettore.
    Ancora complimenti allo scrittore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erika e benvenuta.
      Io invece mi sono approcciata in punta di piedi perchè in genere non amo affatto il fantasy. Solo Tolkien.
      Questo libro invece mi ha lasciata veramente soddisfatta. Come dici tu intrigante e coinvolgente. Oso dire quasi reale se letto come una metafora della vita di oggi,
      Sì, complimenti davvero a Alessio!

      Elimina
  5. Appena posso te lo scrivo io un raccontino dell'onizio del 3000, anzi no, della conclusione del secondo millennio, così, anche se non apprezzo questa letteratura. Breve breve non ti impensierire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non amo troppo i fantasy. Questo però è "moderno". Coinvolge.
      Ok, aspetto il tuo racconto

      Elimina
  6. Grazie della segnalazione Patri. Sono un po' esigente in fatto di fantasy perché tendono ad essere tutti uguali, e c'è il rischio di annoiarsi.
    Lo terrò in considerazione dopo questa sorprendente recensione da scettica del genere 😁
    Un abbraccio
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Marina.
      Questo l'ho trovato per certe situazioni anche moderno. La narrazione è veloce, alcune scene sono chiare pur non essendo dettagliate al millimetro e mi va anche bene così. Si sarebbe scaduto nel porno altrimenti.
      Prova a curiosare sul blog di Alessio che ho linkato nel post. Magari trovi qualche estratto o per lo meno anticipazione che ti può aiutare a decidere
      Bacio accaldatoooooooo!

      Elimina
  7. Io vorrei tanto vederti al Salone del Libro .... ahahhhhaha, noleggi un TIR?
    Neppure io amo il fantasy, ma se ne parli bene tu ...
    Grazie per la segnalazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che ci vado coi soldini contati lasciando a casa carta di credito e bancomat. Poi la spalla si piega lo stesso ma.... ahahahahah è solo una volta all'anno. Per fortuna!!!!!

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY