domenica 22 luglio 2018

La linea del destino

Questo libro partecipa alla SFIDA ALL’ULTIMA PAGINA – READING CHALLENGE 2018

La linea del destino
Daniela Tresconi
Panesi Edizioni (2017)





Sempre allo stand Dark Zone del salone del Libro di Torino, ho incontrato Daniela Tresconi, autrice di questo libretto sottile eppure importante.

E’ pieno di fascino e mistero, di storia antica che torna prepotentemente alla ribalta per poter mettere la parola fine ad una vicenda mai conclusa ufficialmente, ma scopata sotto al tappeto come la polvere.

La storia di tre donne, due del giorno di oggi e una di tempi lontanissimi che si incrociano. Una che chiede aiuto e le altre che glielo porgono. Uno strano sos per far si che la gente si ricordi di lei perché se ci si dimentica di una persona è come se non fosse mai esistita.

La vicenda è semplice, uno spirito senza pace che vuole giustizia e trova il sistema per averla attraverso Valentina, una studiosa di botanica che per portare a termine in serenità il suo lavoro si trasferisce ad Arcola.
Ma Arcola è proprio il paese dove tutto avvenne secoli prima. Dove la dimenticanza, anzi, la negazione di un’esistenza reale, porta al continuo peregrinare di un’anima in pena.

I personaggi sono piacevoli. Ho adorato Vanda più ancora di Valentina, la protagonista anche se è lei che porta avanti le ricerche per scoprire il nome dello spirito che le si palesa. Vanda… l’unica che forse ha realmente capito quale sarà veramente l’esito della loro scoperta. Che con i suoi dubbi, e il finale aperto dell'autrice, lascia intendere anche al lettore che forse non è ancora tutto finito. Che forse la ricercata pace è solo un pretesto per portare a termine qualcosa d’altro. Forse una vendetta tardiva. Vendetta che non sarà solo l’alluvione che colpisce Arcola ma qualcosa di ben peggiore.
Ma questo lo sapremmo nel prossimo libro :)

Un horror degno di questo nome ma per fortuna non splatter o nauseante. Fenomeni strani, paranormali ma mai terrorizzanti, descritti con stile ed eleganza. Rendono l'idea della potenza dello spirito, della sua rabbia ma non impauriscono più di tanto.
Patricia

8 commenti:

  1. Cara Patrizia, inizi bene la domenica, un buon libro e tutto passa bene.
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso.
      Un bacio di buona domenica

      Elimina
  2. Ciao Patrizia,
    grazi per la bellissima presentazione i questo libro che devo dire mi affascina molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao STe, bentornata!
      Grazie e buona domenica

      Elimina
  3. come sempre le tue recensioni allungano la mia lista di libri da leggere... e comunque mi chiedo come fai a leggere così velocemente....io sono un bradipo, sgrunt!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahia... no sei la prima a dirlo. Non è che poi il conto dei libri lo mandate a me?????? ahahahahahahah
      Mentre aspetto che il marito arrivo e c'è il cancello aperto, leggo. Un occhio sul libro e uno sul cancello. Quando mi corico prima leggo sempre un po'.

      Elimina
  4. Ti invidio un sacco. Leggi alla velocità della luce e tantissimo. Io manco volendo ...
    Amo le vicende che prendono vita dal passato ... e questa copertina ... wow ... metto in lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CAldo, nuovi vicini fracassoni... :)
      Questo è un libricino sottile. Si legge in pochissimo tempo ma è molto carino davvero

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY