mercoledì 4 luglio 2018

S'agita il vento

S'agita il vento
a passar
tra gli stretti aghi
del pino.
Strepita.
Ansima.
Spinge.
Oltre il confine 
di odoroso muro
deve andare.

Libertà
è

che attende.
Patricia 



https://pixabay.com/en/pine-trees-pine-tree-water-lake-1209656/ 

18 commenti:

  1. Cara Patrizia, bella la tua poesia, poi la bella foto le fa da cornice!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, grazie infinite.
      Per la foto però io pesco sempre da pixabay free. Ci son foto da prelevare liberamente stupende!
      Ciaoooo Smack!

      Elimina
  2. È tutto vero Pat:
    si agita un vento strano
    tra gli aghi dei pini,
    sul vecchio banano,
    si tocca con mano
    ti sfugge
    si spacca,
    per tenerlo fermo
    puoi usar ceralacca.
    Lo sbucci, lo stracci,
    lo tagli a tocchetti,
    lo metti, lo levi, lo strappi
    lo smetti,
    digrignando i denti
    lo ruzzoli a valle
    e tutto sommato
    ne hai piene le palle,
    ma è tua la colpa
    il vento ti segue,
    ti anticipa
    e a tratti
    e poi ti persegue,
    ma è colpa tua
    che ieri sera pappasti
    zabaione e scamorza
    lontano dai pasti,
    e alla fine condisti
    con grande sapore
    la zuppa già pronta
    col cavolfiore.


    VINCENZO IACOPONI MALAVISI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahhahaahh zabaione ok, scamorza ok, la minestra di cavolfiore con questo caldo no! Poi mica son crucca ahahahahaaha
      Bella Vincè! Ironica e sorridente ma con un che di profondo. Ci sei tu dentro, sì, eccome!

      Elimina
  3. Molto bella, brava Patricia.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. "CENERI"

    Vento pavido
    Piega i rami della libertà
    Soffia con prepotente arroganza
    Contro baracche e povera gente
    Accarezza le punte di grattacieli infiniti
    Quasi a venerarne l'imponenza.

    Brezza leggera
    E' oramai il vento di libertà
    Spazzato via
    Cancellato
    Come le mie ceneri sulla sabbia

    DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Daniele!!!
      VEnto pavido che sa di censura e cattiveria, di egoismo e menefreghismo.
      L'altro vento... bisogna rincorrerlo per dargli forza e coraggio.
      Ciaoooo

      Elimina
  5. Com'è bella!!
    Lo sento ... ed è piacevole
    Brava Patrizia!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marinetta. Grazie!
      Questo della poesia è piacevole ma quello che c'è stato ieri sera e notte da noi... vasi a terra, rami rotti...
      BAcio!

      Elimina
  6. Buona giornata!!!!bello il vento tra gli aghi di pino!

    RispondiElimina
  7. anch'io ho scritto un libro..di poesie..
    ma non l'ha comprato nessuno..
    e a volte sul blog mi esprimo 'poeticamente'..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e benvenuta.
      Eh, se ne vendono pochi! La poesia è un po' di nicchia purtroppo.

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY