lunedì 9 luglio 2018

VERSEGGIANDO 7


               VERSEGGIANDO 7



Per la settima puntata di VERSEGGIANDO hanno lasciato a me l'incarico di scegliere le 5 parole da usare obbligatoriamente nelle vostre poesie.
L'ordine non ha importanza. Purchè ci siano tutte e cinque.
Non importa nemmeno lo stile. Che sia aulico, divertente, ironico, serio poco conta.
Ma questo lo sapete già.
Ora io vi scrivo le 5  parole da me scelte per questo mese e poi vi sventolo la bandiera a scacchi e....
via......................
Ricordatevi che il traguardo si raggiunge il 19 luglio e il 21 io metterò il riepilogo con le vostre composizioni.
Pronti????



CATARSI
ARCANI
FAVOLA
SURROGATO
DEMODÈ 

Buon poetare fanciulli!
Patricia


14 commenti:

  1. Lette. Conto già entro oggi di postarti la poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, bravo! Non puoi mancare proprio tu :)
      Questa volta sono stata brava. Ho già la poesia, se tiene la connessione....

      Elimina
  2. Favola Demodè:
    Arcani
    Surrogato
    di Catarsi.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow! Sinforosa!
      Che velocità! E che sintesi!
      BElla davvero. Sintetica ma bella!
      Ciaoooo

      Elimina
  3. La prima che mi viene...poi vedremo

    Oh la CATARSI
    con occhi strani,
    che soccombeva
    con mezzi ARCANI
    dentro una FAVOLA
    già raccontata
    mentre cibavansi
    di molliche di pane
    nel SURROGATO
    di un buon caffè,
    bevuto con sussiego
    un tantino DEMODÈ.

    VINCENZO IACOPONI MALAVISI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SEmpre ironico il nostro Vincenzino!!!
      Ciaooooooooo

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ciaoooo!
      Hai tempo fino al 19 Cris, lo sai! Fai come riesci.
      Bacio!

      Elimina
  5. Scusa ma errori di battitura mi hanno costretto a postarla di nuovo:

    Eccola:

    "STORYTELLING"

    Sotto un cielo rosso sangue
    Anime solitarie si ustionano a morte
    Bruciate da feroci raggi di solitudine.

    Raffiche di odio
    Strapazzano sentimenti DEMODE'

    Suicidio come CATARSI
    Questo il responso degli ARCANI maggiori.

    E non è più tempo di mendicare
    Inutili attimi di vita
    SURROGATO di una penosa esistenza
    Figli di una FAVOLA falsa e bugiarda
    Di nome speranza.

    DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cancella tutto quello che vuoi quando il risultato è questo!
      Complimenti davvero!
      Speranza... infida amica che ti spinge a credere e fidarti di tutti!
      Attualissima!

      Elimina
  6. Tanti complimenti a chi già ha postato ...
    Ci provo anch'io

    *
    Tutto oramai
    era come un miscuglio di ...
    ARCANI.
    Ciò che provava
    era solo un SURROGATO
    di quel sentimento
    che li aveva uniti.
    Desiderava solo
    la CATARSI...
    In un posto sperduto
    del mondo,
    purchè lontana da lì.
    La sua bella FAVOLA
    non aveva avuto
    un lieto fine.
    In quella casa,
    tutto le sembrava DEMODE'...
    Compresa lei
    ***

    Ciao Pat : ) , buon mercoledì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Triste, Marinetta! Un amore finito male lascia sempre un grande e doloroso vuoto. Anche rimpianto.
      Bravissima!

      Elimina
  7. Tempi oscuri codesti
    veri e propri "arcani"
    in cui spicca un "surrogato"
    di democrazia e coscienza.
    ogni concetto esistenziale è "demodè"
    e le promesse hanno un amaro
    retrogusto di "favola:"
    tarderà a lungo una "catarsi"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto ritratto del mondo di oggi, Cris!
      Complimenti!

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY