giovedì 21 marzo 2019

VERSEGGIANDO 15 RIEPILOGO

VERSEGGIANDO 15
RIEPILOGO




Questo mese abbiamo giocato  con le parole di SARI .
E come ce la siamo cavata?
Direi bene come sempre :)
Ma via al riepilogo



Ecco le parole di SARI



VERDE

GIALLO

BLU

ROSSO

FUCSIA




Ecco i vostri capolavori




SINFOROSA CASTORO 


Verde... speranza
Giallo
... energia nuova
Blu... infinito
Rosso... amore, passione, rabbia, ira
Fucsia... indefinite emozioni.
SINFOROSA

SARI 

Ricordi sulla sedia a dondolo ;)

Del mio amore ROSSO ricordo la passione
partita in autunno con il solleone
del mio amore VERDE ricordo un grande prato
dove sogni rosa abbiamo inanellato
di quello FUCSIA ricordo un gran baccano
tutto fiori e spade sempre pronte in mano
per l'amore BLU ancor mi batte il cuore
tanto breve e intenso è stato il nostro amore
del mio amore GIALLO rammento l'allegria
la gioia che ha portato in questa vita mia
Di altri amori il pensiero si fa vago
ma riempiono istanti di cui il cuore è pago
ognuno ha disegnato, in un ciel sereno,
il mio personale e ricco arcobaleno.
SARI



LAURA ANDRIGHETTO

VERDE: Le colline Venete dove sono nata .
GIALLO: I campi di grano prima della mietitura.
BLU : Il mio colore preferito , essendo bionda con occhi azzurri....
ROSSO : Il sole che tramonta dietro il monte di Portofino . (D'inverno , destate sul mare.
FUCSIA : La borsa , regalo del marito per il mio compleanno .

LAURA ANDRIGHETTO
 

SFINGE 


Potrebbe essere:
il verde prato
della dimenticata
infanzia,
inanellato
di petali gialli,
macchiato
dal rosso sontuoso
dei papaveri
e punteggiato
dal fucsia
di minuscole
corolle:
Pensiero incartato
dal blu infinito
dell'aria
fino allo spessore
dei cieli. 
SFINGE

VINCENZO IACOPONI MALAVISI
 
Mi fa pensare alla mia tavolozza
quando raddoppia e triplica la sua forza vigososa:
Sari ha messo insieme tre colori primari:
GIALLO, BLU E ROSSO;
uno secondario, il VERDE
e uno terzario, il FUCSIA, che sarebbe il LILLA.
Il GIALLO è lo sfumare del rosa dell'alba in alto, nel cielo ancora gravido di buio.
Il BLU che attacca il cielo su in alto sospeso sull'azzurro, colore freddo e arguto,
qualche minuto prima che sorga il sole.
Il ROSSO è la vampa che all'improvviso germogliò che il tutto afferra e fa suo
col morso della belva prepotente -il mio colore, vedi un po' tu-
Il verde appare subito col calore del sole. non chiede permesso
si impossessa di tutto senza chiedere permesso e non molla una bricciola
del suo dominio dominato.
Il Fucsia come lo chiami tu, un misto di rosso e blu per avere un lugubre viola
colore dei funerali cattolici, che io detesto per questo appunto,
con l'aggiunta consapevole d'una bassa percentuale di bianco di titanio, che a risultato
giunto io chiamo virilmente LILLA.
Il Fucsia è delle suore di una certa età. che amano colori mezzi mezzi.
senza sesso e senza palle: bisogna dosare bene bene il bianco. né poco che nemmeno
si nota, nè troppo altrimenti farai il soffice bendaggio
delle le mutande delle vecchie.

Scusa gagliarda mia ma a me i colori
fanno pensare e spasimare solo in virtù dei quadri
che possono realizzare.

VINCENZO IACOPONI MALAVISI 






Sfoggia tanti colori,
il pappagallo , nel suo ricco piumaggio.
Prendiamo il verde ,ma quale,
quello dell'erba , dell'età o della rabbia?
Quello del giallo splende
come l'oro e il sole.
e Il blu , di qualsiasi tonalità esso sia ,
fa subito pensare al mare;
come il rosso che d'acchito , si associa
alla passione , all'ira , al sangue e a fiore ;
mentre il color fucsia è raro,
anche nel pappagallo,
ma a volte compare ,
allora si può dire
guarda, una piuma color fucsia
proprio come il fiore

CRISTIANA MARZOCCHI







"LA POESIA DEGLI EX - COLORI"
Il VERDE non esiste più
E' fantasia a ritroso
E' il colore dei prati di una volta.

GIALLO

E' il colore di Johnny
Malato da tanto, troppo tempo.

BLU
Un tempo era il profumo del cielo
Oggi è depressione e malinconia
Solitudine e rassegnazione.

Colori proibiti
ROSSO fuoco d'imbarazzo in chi incorre in questi versi
Piratati dentro gli schermi del Potere.

E poi abbiamo il color FUCSIA
Il colore dei diversi, così li chiamano
Il colore della deportazione.

Ed infine il nero
L'unica tinta ammessa
Che ammanta questa società fantasma
Dove anche gli spettri non hanno colore nè anima.

DANIELE VERZETTI ROCKPOETA® 




IRENE Z. 
 

Se un colore non va giù
Di sicuro questo è il Blu
Quando poi mi arrabbio grosso
Io purtroppo vedo Rosso
Parlo quindi col mio gallo
Che di nome lui fa Giallo
Se mi prende una speranza
Piazzo il Verde sulla panza
Qual è il mondo che vorrei?
Tutto fucsia e no ai babbei.

IRENE Z.


Il mio





Ho fatto un sogno

stanotte.



Vestita di verde scuro come muschio

volavo leggera in uno spazio infinito

blu come la sera prima che si incupisca nella notte.



Lontano il giallo Helios ammiccava.

“Ti porterò dove non esiste rabbia

né freddo né stanchezza

Né rumore né caos

ti disturberanno.”



Stavo per accettare ma ho scoperto

che non avrei più odorato un fiore rosso

che non avrei più visto un stoffa fucsia

neppure una viola o un verde prato rigoglioso

d’erba fresca.



Laggiù, dove Helios mi avrebbe portato

nessun colore abitava, nessun profumo,

nessun…



No, io resto qui!

Ad arrabbatarmi tra mille impegni

ad arrabbiarmi per altrettante rogne

ma voglio un mondo colorato.

Il rosso dell’amore e del fuoco,

il giallo del sole e di un taràssaco

il viola del glicine o il nero del carbone.



Il mondo, lo preferisco a colori

Patricia

11 commenti:

  1. Fervide e passionali queste divagazioni colorate.. io sono per le sfumature, i pastelli squagliati, le scremature; specie quelle del cielo alle ore più impervie, poi quelle che cerco di cogliere coi miei scatti, a ritagliare emozioni.
    A scrivere, invece, non bado di quale colore siano le righe, ma ora che ci penso, ho una tastiera di quelle retroilluminate, cui cambiare tinta a seconda dell'umore. Verde, giallo, blu, rosso, ed addirittura un viola pallido (che non è comunque fucsia). I colori ci danzano attorno, anche quando doniamo una tonalità bianco e nera alle nostre visioni, o al nostro immaginario...concordo con Patricia: il mondo lo preferisco a colori. Infiniti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io vorrei un caleidoscopio davanti agli occhi invece....
      Buon pomeriggio Franco

      Elimina
  2. Siamo sempre un bel gruppetto. Complimenti Patty per la tua poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo forte! Un grande gruppo!
      Grazie ma purtroppo il colore predominante qui è nero.
      Si aggiunge sempre qualche cosa a quello che già c'è...

      Elimina
  3. Cara Patrizia, mi piacerebbe esserci pure io, ma temo che farei un casino, siete un gruppo bebe affiatato!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo davvero un bel gruppo Tomasino ma tu non faresti nessun casino, tranquillo!

      Elimina
  4. Bellissime! Bravi a tutti! In particolare mi è piaciuto il componimento di Sari: è geniale l'idea di attribuire un colore a ciascun amore e pensare che tutti poi hanno contribuito a formare l'arcobaleno della vita. Mi piace tantissimo!

    Io mi accodo qui nei commenti, così, ampress ampress (mi perdoni vero, Pat?) ^_^

    Se un colore non va giù
    Di sicuro questo è il Blu
    Quando poi mi arrabbio grosso
    Io purtroppo vedo Rosso
    Parlo quindi col mio gallo
    Che di nome lui fa Giallo
    Se mi prende una speranza
    Piazzo il Verde sulla panza
    Qual è il mondo che vorrei?
    Tutto fucsia e no ai babbei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah.... ti devo perdonare???? Mo ci penzo! ;D)

      ps rileggi il post ahahahha

      Elimina
    2. PPS no babbei occhei occhei!!!!!

      Elimina
  5. Acc... pensavo che le mie parole in gioco fossero uno allegro sgambetto e invece... guarda che belle cose avete saputo comporre.
    La tua risposta, Patricia, è una bella poesia, altro che gioco. Anche la tua filastrocca, Irene, è niente male.
    Mi rendo conto come la bravura dei giocatori sia stimolante per me e forse per tutti. che gruppo! Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le parole sanno essere tutto e di più, SAri. Gioiose e serie, allegre e tristi... dipende da come le si usa e qui, in questo gruppo magnifico, avete tutti grandi doti e capacità per dare loro vite sempre diverse.
      Complimenti tutti!

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY