domenica 25 agosto 2019

La cenere (2016)

Oggi posto una poesia che pubblicai sul blog nel lontano   2016, agli albori di questo salottio virtuale.
L'ho fatto perchè ho notato un cambiamento da allora nei miei versi.
Oggi forse non la scriveri più così. Son cambiata col tempo come tutti?
Voi che ne dite?


Hai mai visto la cenere di una sigaretta
cadere
dall'alto?
Con piccoli stretti cerchi
scende veloce
e tocca terra.
Integra.
Senza gemiti
nè tonfi.
Come vorrei
che il precipitare dei miei sogni
fosse altrettanto
lieve.
Che non producesse rumore
nè dolore.
Nè lacrime.
Che possedesse
altrettanta silenziosa dignità.
Che al contatto col suolo
li mantenesse integri.
Patricia


12 commenti:

  1. Però, sei veramente brava, a me piacciono molto questi tuoi versi, io credo che stai migliorando,e molto.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. È bella, sei tu, allora e adesso. Buona domenica cara Patricia.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, di fondo c'è sempre quella malinconia e quella tristezza che mi accopagnano.
      A distanza di anni però, qualcosa non mi torna in queti versi.
      Se riesco li vorrei ripensare

      Elimina
  3. Evolversi è normale, io pure tante cose che ho scritto anni fa non so se le riscriverei allo stesso modo oggi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello il discorso, Il cambiamento che avviene in noi. Vuoi gli insegnamenti della vita, vuoi il confrontarsi con altri, però si cambia,. Di conseguenza anche il modo di scrivere, le parole variano o assumono un significato diverso

      Elimina
  4. Era cmq uno stile interessante e per nulla banale.

    RispondiElimina
  5. carina, non avevo mai pensato che la cenere potesse essere così romantica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Romantica? Non avevo pensato al romanticismo. Più che altro era un desiderio di vedere i problemi che si disintegrano, che spariscono :)

      Elimina
  6. Molto bella , non saprei dirti se scrivi meglio o peggio degli inizi.
    Questa poesia mi piace come mi son piaciute quelle che hai postato recentemente .
    O almeno da quando ho cominciato a leggerti.
    Sicuramente la trovo più lunga tra quelle che ricordo di aver letto.
    Ti basta?
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più lunga? Sì, in effetti in genere e mie poesie sonopiù brevi.
      Non so dirti se è meglio o peggio. E' che non mi piace più troppo :)
      Ciaoooo

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY