domenica 22 settembre 2019

2 libri per un autore, Roberto Centazzo

Mazzo, rubamazzo, una nuova indagine per la squadra della minestrina in brodo
Roberto Centazzo
TEA (2019)



https://www.ibs.it/mazzo-rubamazzo-squadra-speciale-minestrina-libro-roberto-centazzo/e/9788850248308

Tutti i giorni è così
Roberto Centazzo
TRE60 (TEA) 2019


https://www.ibs.it/tutti-giorni-cosi-storie-di-libro-roberto-centazzo/e/9788867025435?inventoryId=141212253


Oggi vi parlo di due libri contemporaneamente ma come avrete visto c’è un unico autore, Roberto Centazzo, una mia “vecchia” conoscenza perché lo seguo dal primo romanzo. E detto tra di noi, il Giudice Toccalossi dei primi libri mi manca!

Mazzo e rubamazzo è il quarto libro della serie della squadra speciale Minestrina in Brodo, tre poliziotti in pensione che non riescono a stare con le mani in mano e spesso fuori dai pasticci.
Casinari e simpatici lo sono sempre, pieni di problemi pure. Soprattutto, Maalox, Semolino e Kukident sono amici e uniti non solo dal lavoro di un tempob ma da profonda stima e fiducia.
Anche questa volta ci regalano una storia molto scorrevole, a tratti divertente. Un caso complicato di speculazioni immobiliari e immigrazione clandestina risolto alla grande con estrema fantasia e senza far scorrere il sangue.
Un finale tutto da leggere e divertirsi.

L’altro libro Tutti i giorni è così  invece è il primo di quella che dovrebbe essere una nuova serie.
Nel paese di Cala Marina, si intrecciano le vite di Norberto, un maresciallo della Polfer, vanesio, un po’ presuntuoso e incapace e quelle di Ludovica la barista, Dalmasso il capostazione, Silvano l’edicolante, il professor Martinelli insegnante, Bartolomeo il taxista e Adelmo l’addetto alle pulizie.
Ogni personaggio è ben delineato, presentato con tutti i suoi difetti e pregi, simpatie e antipatie.
Resta il fatto che tutti quanti sono molto più legati di quanto vorrebbero in un rapporto di sopportazione/insopportazione, simpatia /antipatia unico e ben gestito dall’autore.

In entrambi i libri, la scrittura di Roberto è semplice ma d’effetto e piena di stile.
La sua ironia è straripante nella narrazione e ci strappa più di un sorriso e di una risata.

Per distendersi e non pensare sono i libri giusti. Gialli ma senza strafare, col morto ma niente sparatorie o azioni assurde all’ok corral.
Piacevolissimo.
Patricia

8 commenti:

  1. Sai che dopo Toccalossi non ho più letto Centazzo? dovrò riprenderlo anche per leggere qualcosa di piacevole e non sciocco, l'autore è una garanzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, Flo, con Kukident, Maalox e Semolino ci si diverte e ci si rilassa.
      Il secondo mi è piaciuto un briciolino meno ma forse ero abituata al trio di cui sopra :)
      Per non pensare troppo sono l'ideale. Roberto poi ha una scrittura notevole

      Elimina
  2. Il primo libro mi fa venire in mente i delitti del Bar Lume e i suoi simpatici vecchietti... mentre il secondo sicuramente ha l'aria di Vitali... grazie per la segnalazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa.
      Nel primo libro ci sono questi tre poliziotti in pensione che però si annoiano.
      FAnno divertire, rilassano e fan pensare
      Il secondo è il primo di una nuova serie. Non mi ha fatto impazzire ma tutto sommato è scivolato via bene. Anche qui ci si rilassa

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie NIck!
      Cosa vuoi fare? Mentre si aspetta si legge

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY