giovedì 26 marzo 2020

Giustizia giusta?

Ho sentito un programma in tivù in cui si parlava di giustizia giusta.

 Ma il termine giustizia   (dal lat. iustitia, der. di iustus «giusto») è simbolo primario dell'equità per tutti e come cita il vocabolario Treccani:

Virtù eminentemente sociale che consiste nella volontà di riconoscere e rispettare i diritti altrui attribuendo a ciascuno ciò che gli è dovuto secondo la ragione e la legge

Difficile quindi che possa essere sbagliata.
Come la verità vera. Se è verità è vera. Non può esistere quella falsa.

Forse dovremmo capirlo e incominciare a parlare in italiano.
Forse  dovremmo incominciare a capire che possono entrambe essere contaminate da opinioni personali. Anche da preconcetti assurdi.

Dovremmo forse incominciare a capire che sono vittime dell'uso che ne fa quell'individuo fallace che si chiama uomo.
Patricia

https://pixabay.com/photos/justice-statue-lady-justice-2060093/
 

18 commenti:

  1. Certamente, la Giustizia è giusta come non potrebbe essere in un altro modo. Un'altra cosa è che l'Uomo faccia giustizia quando dice che la fa.

    PODI-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ERa lì che volevo arrivare, Carlos.
      NOn è colpa della Giustizia ma di chi crede di amministrarla bene

      Elimina
  2. La giustizia ha un significato soggettivo.
    Per i nazisti ammazzare gli ebrei era giustizia.
    Giusta è una sottigliezza. Accettare o meno certi tipi di giustizia.
    Ciao Patricia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son d'0accordo con te. Però essendo l'uomo ad amministrarla ed essendo l'uomo soggetto ad errori, sviste, pregiudizi, cattiveria, razzismo, ecco che è convinto di essere giusto e di applicare la Giustizia quando non è così

      Elimina
  3. In realtà la Giustizia (la Verità la escludo dal ragionamento poiché è un concetto più complesso) è un'entità mutevole. C'è stata un'epoca in cui era ammessa la schiavitù e la "giustizia" si occupava anche di casi relativi alla "proprietà" di schiavi. Insomma, il concetto di Giustizia si evolve col tempo. Anche nello spazio, visto che, per dire, in Olanda trovano assolutamente legittima la prostituzione mentre in Svezia è un reato grave (ho citato volutamente due nazioni note per essere molto avanzate sul piano della democrazia e della libertà di espressione, per dire che persino in luoghi dove non ci sono ideologie fanatistiche al potere le visioni di ciò che è giusto o sbagliato possano divergere parecchio).
    Insomma, citando il protagonista di una serie animata giapponese: giustizia è non smettere mai di interrogarsi su cosa sia davvero giusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. VEro! A seconda del periodo di cui si parla le cose cambiano, cambia la visuale, l'idea stessa di giustizia.
      I nazi erano convinti dfi applicare giustizia così come i preti giunti in Centro e Sud America. Entrambi in nome di quella che consideravano giustizia, sociale e religiosa, hanno distrutto etnie e popolazione intere.

      Bella la tua ultima frase :) Sacrosanta! Continuare a chiedersi cosa sia davvero giusto per tutti è fondamentale. Credo però che la risposta sia molto difficile.

      Elimina
  4. A rigore di termini hai ragione, tuttavia per Giustizia a volte si intende non il concetto in sé, ma l'apparato istituzionale giudiziario, che è cosa diversa. Quanto a quell'individuo... ma chi?? Tu te lo guardi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Una cosa è la Giustizia come norma civile e umana, un conto è tutto l'ambaradan che ci gira attorno. Un apparato costituito da uomini fallaci per i più svariati motivi.
      Credo altresì che applicare la Giustizia non sia semplice. Tutt'altro!

      Non so nemmeno chi sia quel tipo. Mentre il marito faceva zapping per cercare un film per mamma è finito su questo canale.

      Elimina
  5. Cara Patrizia, io non ascolto il gioco di parole, per me la giustizia deve essere una per tutti!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Forse perché si sottintende che spesso la giustizia non è... giusta.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CErti provvedimenti, certe sentenze mettono i brividi davvero, Miki.
      Ma non è quella la Giustizia vera. Però quale è? Mica semplice stabilirlo.
      Ciaoooo

      Elimina
  7. Non credo nella giustizia , dipende troppo dagli uomini e gli uomini spesso
    sbagliano ad applicare le regole le quali , cambiano secondo i tempi e situazioni .
    Buonanotte . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello il problema. Dipende troppo dalla visione e dalle convinzioni del singolo individuo.
      Ormai non si applicano le leggi. Si interpretano. Ovviamenbte ognuno a modo suo
      Ciao stella

      Elimina
  8. Giustizia è una parola con un significato ben preciso e non si dovrebbe interpretare come meglio piace...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Il suo significato è precisissimo ma chi deve applicarla no. E' soggetto a commettere errori e a lasciarsi fuorviare troppo spesso da idee personali e preconcetti

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY