venerdì 9 ottobre 2020

VERSEGGIANDO 33

                        VERSEGGIANDO 33



Questo mese giochiamo con le parole scelte da DANIELE VERZETTI ROCKPOETA
QUI nel mese di settembre.
Le sue parole sono
 
  Pigrizia
Vapore
Immagine
Rifugio
Gnu
 
Difficili, vero? Ah, ma noi non ci lasciamo far paura! Ce la faremo!!!!! aahhahaahahhaha
Ricordo le semplici regole di questo gioco.
Si può comporre una poesia o un brano di prosa come si preferisce usando le cinque parole sccelte e scritte sopra.
L'ordine non conta. Importa solo che ci siano tutte e cinque.
Buon poetare a tutti
Patricia
 

11 commenti:

  1. Eccomi, le parole sono le mie è giusto che dia il "buon esempio" :-))) e apra io le "danze" :-)))

    LO GNU

    Uno GNU mi venne in sogno
    O almeno così ho pensato;
    Un'IMMAGINE particolare
    Eravamo dentro un RIFUGIO
    E lui era da solo:
    Inspiegabile perchè gli gnu vivono in branco
    E senza avere una tana particolare.

    Ma lui era lì
    Di fronte a me
    Impossibile negarlo

    Fuori dal rifugio
    Giunge sulla mia pelle uno strano calore
    Come quello di una sauna all'aperto
    E vedo una strana nebbia
    Quasi VAPORE.

    Tutto così irreale
    Ma al contempo così fortemente vero
    Ed avvertito fino in fondo dai miei sensi.

    "PIGRIZIA, ignavia, avidità e stoltezza
    Queste sono le vostre colpe che ricadono poi su di noi
    E sull'ambiente terrestre che sta morendo
    È il momento che le cose cambino
    O saremo noi a provocare la vostra estinzione per primi
    Noi siamo gli Gnu e siamo a capo del regno animale e vegetale"

    Uno gnu che parla
    Un sogno, questa era la prova evidente
    Rimasi imbambolato
    Provai ad abbozzare una risposta sensata
    E soprattutto affermativa e rassicurante

    Resto stordito
    Mi sveglio
    O forse riprendo solo conoscenza
    Lo Gnu è ancora davanti a me
    Le mie narici percepiscono quel vapore
    I miei occhi vedono fuori quella strana nebbia
    Faccio per uscire ma lo gnu mi ferma:
    "Troppo tardi, non esistete più
    Noi abbiamo provato ad avvertirvi
    A salvarvi ma nè tu nè tutti quelli più sensibili alla causa
    Siete riusciti a cambiare le cose
    Ed ora sono qui per confermarti che il vostro tempo è scaduto"

    Io non capisco
    Sono sgomento
    Tutto questo è accaduto nello spazio temporale di pochi minuti?

    Mi sveglio
    Cammino verso la mia finestra chiusa
    Niente più gnu e neanche il suo rifugio

    Allora sognavo
    Tiro le tende e guardo fuori:
    Nebbia fitta
    Come vapore
    Deserto
    Animali che si muovono sui resti della città
    Uomini nessuno
    E sullo sfondo uno gnu

    Lo osservo
    Mi riconosce
    E capisco perchè sono rimasto l'unico:
    Ho il macabro compito di testimoniare
    Quanto accaduto con le mie parole
    E lasciarle ai posteri
    Sì perchè guardo meglio
    E vedo una civiltà nuova:
    Umanoidi
    Fisicamente più simili alle macchine
    Ma internamente con più anima e buonsenso
    Di quanto ne abbiamo dimostrato noi
    Noi che per colpa nostra
    Abbiamo perso tutto
    Compresi noi stessi

    Tutto tranne la nostra anima
    Quella l'avevamo perduta per causa nostra
    Già molto tempo prima che questo incubo diventasse realtà.

    DANIELE VERZETTI ROCKPOETA®

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Triste Daniele. Irreale ma non impossibile se continuiamo così.
      Chapeau!

      Elimina
  2. Lo gnu è una creatura nata dall'incrocio tra una mucca e una capra, dotata di un'intelligenza superiore. E' in continuo movimento, agile e vivace, che riempie di vita e di attività le immense pianure in cui vive. Nessuno può accusarlo di pigrizia e la sua immagine è sempre nitida, mai contaminata dalla nebbia che crea il vapore.

    RispondiElimina
  3. gli occhi sonnacchiosi si serrarono
    e la Pigrizia s’appoggiò all’Immagine:
    dapprima vapore vorticoso
    poi uno Gnu le venne incontro
    ma lei si riparò in un Rifugio
    da dove potè seguire la corsa degli gnu.
    il risveglio fu brusco e tutto svanì.

    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno tragico il tuo comportamento Sinfo. Anche qui però non ci sono uomini 😢
      Bravissima!

      Elimina
  4. Spesso ci ritroviamo soli nel nostro rifugio

    L'immagine si disperde tra i pensieri

    Come vapore

    Qualcosa che in pigrizia

    Sfugge al nostro controllo

    Persi davanti allo schermo

    Del nostro pc

    Ci soffermiamo sui nostri Gnu

    Ed intanto il tempo corre

    Tra illusioni di libertà


    Ciao Patricia! Buona Domenica. 😙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella Pia!
      I nostri pensieri visti come gnu, pieni di forza e vigore, con i quali perdiamo tempo per scacciarli.
      Mi piace!
      Buona domenica a te!

      Elimina
    2. Cara Patricia grazie delle tue parole.
      In realtà ho voluto indicare sì lo Gnu del mondo animale ma anche lo Gnu sistema operativo ideato per essere utilizzato in libertà. E quindi ho inserito vari significati tutti da interpretare. 😉
      Bacissimi. Ciao.

      Elimina
    3. Ma nemmeno sapevo che esistesse 🤭
      Bacio

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY