martedì 4 ottobre 2022

Vacanze parte due

 Siena non è soltanto il duomo o campo del palio.

Siena è un magnifico libro da sfogliare pagina dopo pagina, anche quelle con poche parole. In questo caso, poca notorietà

Siena è perdersi nei suoi vicoli, camminare per stradine strette e basse, spesso in ombra. 

E' ammirare il selciato e camminare col naso in su a guardare i palazzi storici. E' cercare posti al di fuori delle rotte turistiche. E' trovarsi di fonte ad una chiesa mai sentita nominare e restare senza fiato per la sua bellezza.

Siena è entrare in un cortiletto di 6 metri per 5 (forse) e guardare attraverso i vetri il museo di una contrada e sentirsi dire da un civettino (contradaiolo della civetta) "io ho una visita a porte chiuse alle 17.30. Ce la facciamo, venite con me" e ritrovarsi così a visitare un museo di cui non si è mai sentito parlare. SCendere a dieci metri sottoterra per vedere i pozzi di butto, pozzi he venivano riempiti con le immondizie e poi chiusi per aprirne un altro. E' vedere i reperti archeologici ritrovati in quei pozzi. vedere il segno dell'oceano quattro milioni di anni prima e i fossili di conchiglie che han tovato scavando. Museo della civetta


Siena è entrare in un altro mondo. Un mondo medievale, arcaico. Un mondo dove è possib uile farsi venire il mal di stomaco in Chiasso del Bargello al Museo delle torture dove un monaco Domenicano con tanto di mantello nero, naso adunco, penna d'oca e calamaio registra le confessioni delle vittime. Una statua, certo! Ma così realistica da far sussultare all'ingresso. 

Poi gli strumenti che ci sono dentro. Antichi ma veri. Da chiedersi come ha fatto un essere umano ad inventarli e altri ad usarli su suoi simili.

 

Siena è scoprire che ad un crocevia (esageriamo, 4 metri per 4) le case d'angolo appartengono a quattro contrade diverse e nemiche acerrime.

E' scoprire su ogni muro il simbolo della contrada o Madonnine varie.

 

Ma Siena èanche mangiare divinamente. TAglieri di affettati e formaggi locali. Pici al sugo di cinghiale in un ristorante creato in una antica casa etrusca con le cantine in tufo. O il cinghialetto al latte...

Lasciamo perdere che tornerei indietro subito!

 


 






Scegliendo solo alcune delle duecento foto che ho fatto io col cellulare e delle oltre quattrocento che ha fatto il marito. :D

Ciaooo 

Patricia

10 commenti:

  1. Nella prima parte ci hai mostrato una Siena generalista; invece, nella seconda, una più nascosta

    podi-.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti CArlos. Queste ultime foto e ancora altre che ho nel cellulare sono fatte proprio in angoli praticamente sconosciuti ai turisti. Presente quelle stradine al di fuori delle rotte turistiche? Ecco! I nostri occhi e i nostri piedi ci hanno proprio portato lì a scoprire tesori solo dei senesi

      Elimina
  2. Ho un ricordo di Siena..piazza del campo..agosto .caldo..sera verso ore22....ci sediamo a terra nella piazza che è in pendenza a chiacchierare..a lato vedo gruppo ragazzi..giovani!..stesi a terra a testa in su a guardar le stelle ..mi stendo ..marito 🤔..e lo convinco a stendersi...siamo stati fin oltre mezzanotte stesi a pancia in su a chiacchierare di stelle e altro con sti ragazzi..a poi si era unito un bel po di gente ..MERAVIGLIOSO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello questo aneddoto!
      Noi invece siamo saliti su per una scalinata e in cima c'era una giovane donna col seno coperto da un foulard che allattava una bimba di due mesi.
      Io, da nonna mancata ho subito detto che era l'ora della pappa. Lei mi ha risposto o le davo da mangiare o non smetteva di urlare
      Intanto è arrivato anche il papà che ci ha chiesto se avevamo visto Campo del Palio. Noi gli abbiamo consigliato di scendere verso Porta Pispini e lui ci ha risposto sconsolato "non possiamo! tra lei, il passeggino e l'altra..."
      E mi ha indicato il ripiano sotto al passeggino deve dormiva una cagnolina che era bellissima.
      ahahhahaha Incontri!

      Elimina
  3. Anch'io quando ci andai trascorsi una giornata quasi magica. E poi la gente è così gentile e ospitale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per noi era la terza volta che andavamo a Siena e ti garantisco che ci tornerei ancora. Non so se è perchè sanno che sei un turista e quindi porti dei soldi ma effettivamente abbiamo trovato tutte persone cortesi, gentili e disponibili.
      Anzi! Guai a chiedere un'informazione perchè altrimenti cianciavano ahahhaahahh

      Elimina
  4. Bello anche questo ritratto più intimo della città!

    RispondiElimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo loggandosi a Blogger o Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Leggere qui la POLICY PRIVACY